Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Predisposizione Aneurisma

Per capire se si è predisposti ad aneurisma, che esami bisogna fare?

Buonasera, vi avevo già scritto qualche mese fa per avere delucidazioni sull'esa di mio papà (https://www.pazienti.it/manage/risposte/42955/edit) che purtroppo non ce l'ha fatta. Ai tempi, ho ricevuto una gentile risposta dal dott. Valtulina, il quale ho ringraziato. Mi è stato comunicato dai medici che seguivano mio padre che, considerato che l'aneurisma era congenito, sarebbe stato meglio per noi figli eseguire degli esami per verificare l'esistenza della malformazione anche su di noi. Ieri ho chiesto al mio medico curante se poteva farmi un'impegnativa per una tac o una rmn, ma mi ha comunicato che è un esame inutile, che per verificare l'esistenza dell'aneurisma è necessaria un'angiotac o un'angiografia e che anche queste ultime non danno esiti definitivi (cioè, la malformazione potrebbe esserci, ma non essere visibile). Cosa potete dirmi in merito a questa vicenda? Esiste un modo per sapere se esiste la malformazione? Vale la pena sottoporsi ad esami così invasivi? Aspetto una vostra gentile risposta.

Buonasera,

la presenza di un aneurisma cerebrale non è sempre da considerarsi congenito, ma il sospetto può portare ad indagare in una famiglia la presenza di malformazioni vascolari che nel futuro potrebbero presentare un pericolo.

Non vorrei essere frainteso: una Mav o un aneurisma non sono congeniti, ma ci sono alcune malattie che possono indurci a pensare ad una familiarità.

Potrebbe essere utile essere sottoposti ad un esame poco invasivo e poco pericoloso che è l'angiormn encefalo, non prendi i raggi e il mdc non è pericoloso come quello per la TC. Se vi fosse una positività, quindi, si potrebbe approfondire con un esame mirato che è l'angiografia.

Il problema comunque rimane sempre, anche perché sapere di avere un aneurisma o una Mav porta ad overtreatement o a potenziali complicanze. La decisione, a questo punto, spetta al paziente e a quanto vuole sapere e rischiare.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Carlo Valtulina
Dr. Carlo Valtulina
Bergamo - Via Provinciale, 61, Alzano Lombardo, BG, Italia
Altre risposte di questo specialista
Degenza frattura l1: come deve essere il letto?
Buonasera, la problematica che hai richiesto dipende da alcuni fattori: se la frattura è importante e vi sono pericoli di instabilità o...
Busto: quando si può togliere?
Buonasera, l'utilizzo del busto nel post operatorio dovrebbe durare circa un mese, 30 gg. Dall' ntervento chirurgico poi, dopo uno studio Rx L/S che evidenzia...
Risonanza magnetica per lombalgia: come si legge?
Buonasera, la RMN che mi hai descritto evidenzia un'artrosi lombare con discopatie multiple e protrusioni discali con conflitti radicolari con le radici dei...
Lombosciatalgia: come procedere?
La patologia che hai descritto con la RMN evidenzia un'instabilità lombare dovuta allo scivolamento di una vertebra sull'altra; se ormai vi è dolore cronico e...
Rmn rachide cervicale: come si legge?
Buonasera, la RMN cervicale da te descritta, evidenzia artrosi osteocorticale, discopatie multiple con fuoriuscita di parti del disco, con compressioni sulle radici nervose...
Vedi tutte
Risposte simili
Crisi epilettiche post intervento: cosa fare?
Potrebbe trattarsi di crisi epilettiche post traumatiche dovute alla sofferenza encefalica da compressione dovuta all'ematoma. Strano che lo studio EEG sia negativo. ...
Emicrania: cosa fare?
Bisogna sapere la localizzazione del neurinoma e la tipologia di emicrania che hai: è persistente o temporanea? Dura tutto il giorno...
Discoartrosi e ernia intraspongiosa: come si curano?
Dipende dalla sintomatologia e se vi sono blocchi lombari o dolore cronico; a seconda di ciò si può pensare ad una terapia conservativa verso la...