Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Presenza Di Sangue Occulto Nelle Feci

Come si legge una colonscopia fatta ad una donna dopo aver trovato sangue occulto nelle feci?

Buongiorno, a mia madre (50 anni), a seguito di presenza di sangue occulto nelle feci, è stata effettuata la colonscopia, che trascrivo: "esame condotto fino al cieco con visione della valvola. Mucosa ben irrogata. Al sigma, a circa 15 cm dall'ano, polipo con corto peduncolato di circa 1,5 cm di aspetto emorragico che viene asportato con ansa diatermica. Si posizionano clips di sicurezza. Buona l'emostasi. Marcaggio. Congestione del plesso emorroidario." Ha ritirato il risultato istologico: "2 frammenti polipoidi il maggiore 1,2 x 1 x 0,8. Frammenti di adenoma tubolo-villoso con displasia di alto grado. Sul margine si riconoscono ghiandole coliche normali." Lo specialista le ha consigliato di rifare la colonscopia tra 6 mesi. Vorrei chiedervi se possiamo stare tranquilli, per quanto possibile, o se è necessario qualche ulteriore esame. Non abbiamo precedenti casi in famiglia e vorrei sapere cosa dobbiamo/possiamo aspettarci da ciò e cosa possiamo fare per prevenire una nuova formazione. Da qualche mese mia mamma (prima in evidente sovrappeso) sta seguendo una nutrizione appropriata e fa movimento. È calata molto ed è in salute. È necessario qualche accorgimento? Vi ringrazio molto per la cortese attenzione. Cordiali saluti.

Salve,
tua mamma è stata sottoposta a polipectomia endoscopica di un adenoma villoso con displasia di alto grado con base di impianto indenne che rappresenta una lesione precancerosa.

Pertanto, lo screening è andato a buon fine, impedendo una crescita neoplastica della lesione.

Deve seguire le indicazioni di ripetizione esame a 6 mesi e successivo follow up.

Si consiglia esecuzione della colonscopia a tutti i componenti della famiglia al di sopra dei 45 anni.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Riccardo Maglio
Dr. Riccardo Maglio
Lecce - Via Lecce, 104, Surbo LE, Italia
Risposte simili
Coliche per intestino irritabile: cosa fare?
La sindrome da colon irritabile è una diagnosi imprecisa: quella giusta è "sindrome dell'intestino irritabile" (SII), diagnosi che presuppone, però, l'esclusione di qualsiasi problema...
Fistola anale infiammata: come curarla?
La cura di una fistola anale deve essere pianificata da un proctologo particolarmente esperto in materia, previa precisa definizione della diagnosi e delle caratteristiche...
Edema periscrotale: qual è la causa?
Le cause possono essere molteplici: traumi, infezioni cutanee o degli organi contenuti, parassitosi, allergie, ernie strozzate o sofferenti, varicocele...
Altre risposte di questo specialista
Sfinterotomia: cosa comporta?
Buonasera,la procedura di sfinterotomia laterale viene eseguita per ragade anale con ipertono, di solito condizione associata alla ragade anale acuta. Pertanto, considerato che hai...
Pentacol: provoca sanguinamento?
Buonasera,il Pentacol ti è stato prescritto per una condizione di flogosi acuta con probabile ascessualizzazione, pertanto, la fuoriuscita del pus ha permesso...
Ernia inguinale: è normale avvertire dolore dopo 9 mesi?
L'intervento di ernioplastica inguinale richiede, come da linee guida, l'utilizzo di una protesi (rete) di solito in poliproprilene. Questo corpo estraneo attiva una fibrosi tissutale...
Ernia inguinale: quali sono i sintomi?
Salve,la stipsi non dipende probabilmente nel tuo caso dall'ernia operata, meglio approfondire con esame colonscopico e visita gastroenterologica.Per quanto riguarda la sede di...
Emorroidi interne: come trattarle?
Salve,la patologia emorroidaria ha 4 gradi, secondo la classificazione internazionale, probabilmente il tuo è un secondo grado. Dovresti eseguire una visita proctologica per valutare bene se...
Vedi tutte