Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Adenoma

Adenoma

Adenoma
Curatore scientifico
Dr. Virgilio De Bono
Specialità del contenuto
Dermatologia Oncologia

Che cos'è un adenoma?

Si definisce adenoma un tumore di natura benigna che si forma da tessuti con proprietà secretorie. In particolare, gli adenomi traggono origine da due tipologie di tessuti possibili: 

  • Da cellule epiteliali di organi ghiandolari, come l'ipofisi, la tiroide, le mammelle, le ghiandole surrenali, la paratiroide.
  • Da mucose con proprietà secernenti, come il rivestimento del colon dello stomaco e dell'esofago. 

Come molti altri tumori gli adenomi sono causati da delle mutazioni del DNA nucleare delle cellule da cui provengono. La forma più comune di adenoma nell'uomo è il polipo intestinale o adenoma del colon. La controparte maligna dell'adenoma è chiamata adenocarcinoma, e talvolta deriva da un adenoma stesso.

Che differenza c'è tra un tumore benigno e un tumore maligno?

Sia il tumore maligno che il tumore benigno sono delle masse cellulari anomale. Un tumore benigno però ha un ritmo di crescita e un potere di infiltrazione più scarso ed è caratterizzato dall'impossibilità di diffondersi in altri distretti dell'organismo.

Il tumore maligno è caratterizzato da un ritmo di crescita molto elevato e dalla capacità di metastatizzare.

Quali sono le cause dell’adenoma?

L'adenoma, essendo un cancro, è causato dalle stesse ragioni all'origine di tutti i tipi di tumore. In generale tutte le cellule del nostro organismo possiedono al loro interno il DNA, che contiene tutte le informazioni necessarie per condurre il loro ciclo vitale. Quando questo viene danneggiato, la cellula non è più in grado di condurre in modo regolare processi di crescita, divisione e morte e comincia a dividersi in maniera incontrollata.

Si noti che questo tipo di danno al DNA non è dovuto a una singola mutazione, ma piuttosto al lento accumulo di mutazioni plurime durante il processo di invecchiamento. 

Quali tipi di adenoma esistono?

Gli adenomi sono catalogati a seconda della localizzazione del tumore.

  • Adenoma del colon: o polipo intestinale, è un tipo di tumore che riguarda l'intestino crasso. Solitamente viene diagnosticato attraverso una colonscopia e viene preferibilmente rimosso chirurgicamente, poichè frequentemente si trasforma in un adenocarcinoma. Secondo alcune ricerche, il 40% delle persone che hanno superato i 60 anni presenta almeno un adenoma del colon.
  • Adenoma ipofisario: si colloca nell'ipofisi, una ghiandola endocrina all’interno del cranio, deputata alla secrezione di ormoni molto importanti per le funzioni del nostro corpo. Un adenoma ipofisario può incidere sull'ipofisi in due modi; determinando un aumento della secrezione ormonale o bloccando il rilascio degli ormoni. Solitamente questo tipo di tumori è trattato con la radioterapia e con un intervento chirurgico per la rimozione.
  • Adenoma tiroideo: è un tumore che si forma nelle cellule della tiroide è una ghiandola molto importante situata nella regione anteriore del collo. La presenza di questo tumore può essere asintomatica o quale terminare ipertiroidismo cioè provocare un aumento della secrezione degli ormoni tiroidei nel corpo. Questo tipo di adenoma viene rimosso tramite un intervento chirurgico chiamato tiroidectomia
  • Adenoma al seno: è un tumore tipico delle donne tra i 15 ei 30 anni, che riguarda il tessuto delle mammelle. Questo tipo di tumore può essere individuato al tatto dalle donne che eseguono regolarmente la palpazione e ricorda un nodulo di consistenza gommosa o rigida. Gli adenomi al seno si dividono in semplici e in complessi. L'adenoma complesso è un tumore benigno che può avere un'evoluzione in un tumore maligno e quindi va monitorato. 
  • Adenoma renale e surrenalico.
  • Adenoma paratiroideo.
  • Adenoma epatico.
  • Adenoma bronchiale.
  • Adenoma sebaceo.
  • Adenoma delle ghiandole salivari o adenoma pleomorfo.

Come si diagnostica?

Il metodo diagnostico più attendibile e preferibile per individuare un adenoma è l'esame bioptico. In questo modo è possibile studiare dettagliatamente le caratteristiche istologiche e molecolari della massa tumorale, per individuarne la natura benigna o maligna e per osservarne il grado di displasia, cioè quanto l'aspetto delle cellule del tumore si discosti dai canoni del tipo tissutale di appartenenza. 

Qual è il trattamento per un adenoma?

Un adenoma è una proliferazione del numero di cellule che generalmente sono benigne; per la prostata, ad esempio, ci possono anche essere terapie farmacologiche.

Generalmente un adenoma viene diagnosticato da uno specialista e trattato tramite:

  • chirurgia
  • endoscopia

Qual è la prognosi?

Gli adenomi non sono tutti uguali, la prognosi per un adenoma dipende da vari elementi come il grado di displasia, la localizzazione del tumore, è la probabilità che questo si trasformi in un tumore maligno.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Tumore benigno
I tumori benigni rappresentano una forma tumorale (massa) generalmente non pericolosa per l'uomo. Alcune tipologie possono comunque trasf...
Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.
Cisti Sebacea
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di un protuberanza o di un nodulo nella cute, e al tatto appare più du...