Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Si Puo Dimenticare Un Brutto Passato Per Vivere Serenamente Il Presente

Come dimenticare il passato?

Si può dimenticare un brutto passato per vivere serenamente il presente?

Quando ci confrontiamo con la sofferenza, spesso siamo propensi a considerare come soluzione la rimozione del problema, es. sono ansioso in mezzo alla gente ad una festa, quindi mi allontano.

Questi comportamenti, così come pensare di poter rimuovere una parte della nostra memoria sono un tentativo di affrontare il problema per avere un sollievo immediato. Vorremmo rimuovere il problema, non risolverlo. Le domande da porsi e su cui riflettere sono: il "brutto passato" è un episodio o un periodo di tempo prolungato? C'è stato un evento traumatico per le sue caratteristiche o vissuto in quanto tale?

L'obiettivo è imparare a tollerare di stare vicini al brutto passato, che è comunque una parte di noi che per quanto dolorosa non possiamo amputare. Imparare a tollerare un brutto passato è un percorso che può aiutare vivere più serenamente il presente.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Viola Nicolucci
Viola Nicolucci
Alessandria - Corso Teresio Borsalino, 13
Risposte simili
Depressione : quali differenze esistono?
Esistono delle grosse differenze tra uomo e donna, se non altro per le fluttuazioni e variazioni ormonali che caratterizzano il percorso esistenziale femminile e che...
Sviluppo sessuale in adolescenza: come avviene?
Lo sviluppo sessuale nei maschi è più ritardato e più lungo di quello delle femmine: in genere, avviene intorno ai 12-13 anni.Uno dei primi segni...
Attacchi di panico: quali sono i sintomi?
I sintomi di un attacco di panico appaiono improvvisamente, senza alcuna causa apparente. Possono includere: aumento della...
Altre risposte di questo specialista
Eritrofobia: come si cura?
L’eritrofobia, nota anche come ereutofobia, è la paura morbosa di arrossire. Questo disagio accompagna spesso problemi di ansia sociale. Un intervento psicologico diretto a...
Tosse nervosa: come curarla?
Buongiorno, in caso di “tosse nervosa” mi accerterei innanzi tutto con il medico di fiducia che non sussistano cause organiche alla base...
Bulimia: una terapia cognitivo-comportamentale aiuta?
L'approccio di tipo psicologico è caldamente consigliato in casi di bulimia: può prevedere sedute di psicoterapia individuali, familiari o di gruppo, queste ultime...
Depressione stagionale: che cos'è?
La caratteristica principale della depressione stagionale è il presentarsi di specifici sintomi tipicamente depressivi in certi periodi dell'anno. In generale i...
Dislessia: quali sono i sintomi?
La dislessia è una difficoltà che riguarda le capacità di lettura, scrittura e calcolo. Leggere e scrivere sono atti automatici: è dunque difficile...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Eritrofobia: come si cura?
L’eritrofobia, nota anche come ereutofobia, è la paura morbosa di arrossire. Questo disagio accompagna spesso problemi di ansia sociale. Un intervento psicologico diretto a...
Tosse nervosa: come curarla?
Buongiorno, in caso di “tosse nervosa” mi accerterei innanzi tutto con il medico di fiducia che non sussistano cause organiche alla base...
Bulimia: una terapia cognitivo-comportamentale aiuta?
L'approccio di tipo psicologico è caldamente consigliato in casi di bulimia: può prevedere sedute di psicoterapia individuali, familiari o di gruppo, queste ultime...
Depressione stagionale: che cos'è?
La caratteristica principale della depressione stagionale è il presentarsi di specifici sintomi tipicamente depressivi in certi periodi dell'anno. In generale i...
Dislessia: quali sono i sintomi?
La dislessia è una difficoltà che riguarda le capacità di lettura, scrittura e calcolo. Leggere e scrivere sono atti automatici: è dunque difficile...
Vedi tutte