Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Specialisti
  3. Dr. Luca Brandi
  4. Risposte

Dr. Luca Brandi risponde

Dr. Luca Brandi
Dr. Luca Brandi
Rimini - Via Macanno,69
Elenco risposte
Occhi sporgenti: è colpa di un intervento laser per miopia?
Salve,è impossibile che un trattamento laser modifichi la lunghezza del bulbo oculare. Per capire bene, bisognerebbe valutare attentamente vari fattori tra i quali, in...
Elettroretinogramma e Pev: come si leggono?
Salve,perchè sono stati fatti questi esami?E' effettivamente calata la vista?E' stato mai fatto un campo visivo?Se la vista è calata, quanto dipende dalla cataratta secondaria?Tutti...
Cataratta: quali sono i tempi di recupero?
Salve,in verità, credo che meglio dell'oculista che ha fatto l'intervento e che ti conosce da tempo, nessuno potrebbe rispondere a tutte queste domande. Noi medici...
Palline dentro agli occhi: come curarle?
Di fronte ad un sintomo di questo tipo, penso che dovresti per prima cosa rivolgerti al tuo medico di base e poi, eventualmente, fare una...
Pupilla dilatata: cosa fare?
È molto difficile fare delle considerazioni senza avere tutta la documentazione clinica. È stata fatta una risonanza magnetica encefalo? Bisognerebbe fare una valutazione congiunta con...
Occhio secco: quanto dura la cura?
Salve. Purtroppo è molto comune visitare persone con il tuo problema come esito di infezioni o importanti episodi di congiuntivite. Non è una...
Retinopatia: a cosa porta?
Salve, è necessario fare visite oculistiche complete periodiche per seguirne l'evoluzione. Queste domande devi porle al tuo...
Sclerite oculare: come si cura?
Buongiorno, credo che tu debba fidarti degli specialisti che hanno fatto le visite. Il tampone non serve a nulla, perchè il sospetto...
Occhio pigro: come si cura?
Salve,tutte le persone hanno piccole differenze tra i due occhi, con uno che risulta essere dominante sull'altro. Alcuni individui purtroppo hanno, per qualche motivo,...
Angiosclerosi corioretinica: come evolve?
Buongiorno,l'angiosclerosi è purtroppo un processo in gran parte fisiologico o parafisiologico con l'età, tanto più accentuato se una persona soffre di ipertensione arteriosa,