Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Intervento Cataratta Recupero

Quali sono i tempi di recupero di un intervento di cataratta?

Gentile dottore buongiorno, sono stato operato di cataratta all’occhio sx con la metodologia faco+iol. Sono una persona con una miopia elevata (18 diottrie ad entrambi gli occhi), per cui dovrò necessariamente essere sottoposto ad intervento di cataratta all’altro occhio a breve distanza. La visione è spesso annebbiata, per cui le volevo chiedere i tempi di recupero e quando potrò raggiungere livelli migliori. E' stata impiantata una lentina monofocale, che mi permetterà di vedere solo da lontano e avrò notevole difficoltà a leggere o scrivere, creandomi un handicap notevole che verrà risolto, a detta dello specialista, con l’acquisto di un occhiale da vicino, dopo la guarigione completa degli occhi operati. Sono andato a visita di controllo e lo specialista mi ha riferito che andava tutto bene, facendomi leggere l’ottotipo luminoso ho potuto raggiungere i 6/7 decimi, quando prima dell’operazione arrivavo a malapena a leggere il 3° rigo. A fronte di tutto ciò, mi succede una cosa strana. All’esterno e anche all’interno della casa (sia di mattino che di sera), non raggiungo una nitidezza tale da paragonare alla lettura dell’ottotipo. Lo stesso giorno dell’operazione mi è stata fatta la biometria e mi sono chiesto: è possibile che avessero già disponibile la iol adatta per renderà l’occhio senza difetti di refrazione? L'anno scorso, tramite esame di o.c.t., mi è stata diagnosticata all’occhio dx "membrana neovascolare miopica" (cnv), che l'oculista mi ha curato abbastanza bene con punture intraoculari di Eylea, che ho fatto ad intervalli di circa un mese una dall'altra. La visione distorta delle immagini è migliorata tantissimo. Dopo l'ultimo esame di o.c.t., lo specialista ha ritenuto mettere in quiescenza l'occhio malato. A breve farò l'intervento di cataratta anche a quest'occhio e vorrei sapere se è vero, per come recita la letteratura medica, se dopo l'intervento possa ritornare di nuovo la patologia precedente (cnv), con conseguente ritorno alle punture intraoculari. Le sarei veramente molto grato se mi chiarisse tutti i miei dubbi. Resto in attesa di un suo riscontro e la saluto cordialmente.

Salve,

in verità, credo che meglio dell'oculista che ha fatto l'intervento e che ti conosce da tempo, nessuno potrebbe rispondere a tutte queste domande. Noi medici abbiamo il dovere di spiegare e voi pazienti però il dovere di chiedere, di chiarire i dubbi in merito a diagnosi decorso e prognosi delle proprie patologie.

Posso dirti che, in linea di massima, in 30-40 giorni l'occhio operato dovrebbe stabilizzarsi e che il rischio di una recidiva di CNV è presente, ma non elevato. Certo, bisogna monitorare la retina con controlli clinici e OCT e proteggerla con adeguati occhiali da sole capaci di filtrare meglio possibile la luce.

Ti auguro un rapido e completo recupero.

Cordiali saluti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Luca Brandi
Dr. Luca Brandi
Rimini - Via Macanno,69
Altre risposte di questo specialista
Occhi sporgenti: potrebbe essere colpa di un intervento laser per miopia?
Salve, è impossibile che un trattamento laser modifichi la lunghezza del bulbo oculare. Per capire bene, bisognerebbe valutare attentamente vari fattori tra...
Elettroretinogramma e Pev: come si leggono?
Salve, perchè sono stati fatti questi esami? E' effettivamente calata la vista? E' stato mai fatto...
Palline dentro agli occhi: come curarle?
Di fronte ad un sintomo di questo tipo, penso che dovresti per prima cosa rivolgerti al tuo medico di base e poi, eventualmente, fare una...
Pupilla dilatata: cosa fare?
E' molto difficile fare delle considerazioni senza avere tutta la documentazione clinica. E' stata fatta una risonanza magnetica encefalo? Bisognerebbe fare una valutazione congiunta con...
Occhio secco: quanto dura la cura?
Salve. Purtroppo è molto comune visitare persone con il tuo problema come esito di infezioni o importanti episodi di congiuntivite. Non è una...
Vedi tutte
Risposte simili
Occhio pigro: cos'è?
L'occhio pigro è un disturbo visivo tipico dell'infanzia. Il bimbo usa maggiormente l'occhio che gli fornisce la visione migliore, penalizzando quello più debole (
Lesione retinica: è grave?
Comprendo la tua preoccupazione. La retina è la parte “nobile” dell`occhio. Per farti capire meglio le mie parole, potrebbe essere paragonata ad una pellicola fotografica...
Cisti sulla palpebra: come si rimuove?
Ti spiego brevemente quali sono i tipi di cisti di cui parli.Le cisti palpebrali sono generalmente 3:gli orzaioli, che colpiscono il bordo palpebrale...