Psillio: perchè assumerlo?

Elena Fazio | Web Content Editor

Ultimo aggiornamento – 16 Ottobre, 2023

semi di psillio in un cucchiaio di legno

Lo Psillio è un rimedio naturale ed un addensante alimentare, proveniente dai semi (semi di Psillio) della Plantago psyllium, pianta della famiglia delle Plantaginaceae. Esso viene generalmente impiegato come lassativo naturale (lenitivo ed emolliente), per le infiammazioni intestinali ed intestino irritabile. Scopriamo quali sono gli effetti benefici e le proprietà di questa pianta naturale.

Proprietà e benefici per la salute

I semi di psillio oltre che rappresentare un addensante alimentare utile (per esempio nella preparazione dei gelati) sono caratterizzati da numerose proprietà e nutrienti benefici per la salute dell'organismo umano. Ecco i principali:

  • sono ricchi di mucillagini (molecole gelificanti appartenenti alle fibre idrosolubili, emollienti e protettivi per le mucose, oltre che dotati di effetti lassativi);
  • la proprietà più comune dello psillio è quella lassativa, molto utile ed efficace nei casi di stitichezza, emorroidi e ragadi anali;
  • è utile in caso di sindrome dell’intestino irritabile (anche per donne in gravidanza, allattamento e bambini);
  • in caso di diarrea, assorbe i liquidi in eccesso e favorisce la formazione di una massa intestinale di migliore consistenza;
  • proprietà antinfiammatorie date dalle mucillagini (per coliti e infezioni del sistema gastroenterico);
  • proprietà prebiotiche (crescita di flora batterica buona che porta alla prevenzione del tumore al colon retto);
  • riduce la glicemia, colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Lo Psillio è comunemente conosciuto come lassativo, infatti fa parte dei cosiddetti "lassativi di massa", poichè a contatto con l'acqua aumenta di volume aiutando le feci ad ammorbidirsi ed ha effetto fino a 2-3 giorni. 

Le mucillagini presenti nello psillio sono caratterizzate da un materiale fibroso, bianco, che attira molta acqua e può aumentare di circa 10 volte e più il volume iniziale.

La pianta di Psillio si può trovare principalmente in erboristeria e nei negozi di alimenti naturali sotto forma di semi, bucce, cuticola o anche fibre di psillio (semi macinati).

Controindicazioni nell'uso dei semi di Psillio

Vi sono alcune controindicazioni a cui prestare attenzione quando si decide di assumere lo psillio: 

  • essendo ricco di sodio non è consigliato in casi di ipertensione, scompenso cardiaco ed insufficienza renale;
  • fare attenzione all'assunzione per chi prende insulina regolarmente e coloro che hanno carenza di vitamine o minerali poichè potrebbe ridurre l'assorbimento di tali micronutrienti ;
  • non è consigliato in casi di occlusione intestinale, problematiche al tratto digerente, ulcere e problematiche gastrointestinali.

Gli unici effetti collaterali della pianta di psillio potrebbero essere qualche reazione allergica al contenuto o problemi di gonfiore addominale e flatulenza all'inizio del consumo o se usato a lungo a dosi superiori a quelle consigliate

Dosi di assunzione consigliate

Le dosi consigliate per il consumo di psillio vanno indicativamente dai 5 ai 7 grammi di semi al giorno da assumere dopo i pasti e con abbondante acqua o 30 minuti prima del pasto per potenziare i suoi effetti metabolici ,eventualmente anche sotto forma di tisana di psillio, lasciando i semi a bagno nell'acqua e consumare la bevanda.

Come e quando assumere l'integratore Psyllogel

Psyllogel è un integratore a base di fibra di Psillio quasi allo stato puro (99%), il suo consumo favorisce l'equilibrio della flora batterica intestinale, oltre che  diminuire la stitichezza occasionale o cronica, grazie alle proprietà gelificanti  della pianta di Psillio.

Si consiglia l'assunzione da 1 a 4 bustine al giorno di Psyllogel, in qualunque momento del giorno, da consumare con abbondante acqua, mescolandone il contenuto. Se si preferisce, l'integratore è adatto come somministrazione in diversi alimenti (succhi di frutta, yogurt), da assumere sempre 2 ore prima o dopo i pasti. 

Non ci sono effetti collaterali specifici relativi all'utilizzo di Psyllogel Fibra, se si rispettano le indicazioni generali. 

Si raccomanda sempre di fare riferimento ad un esperto per eventuali dubbi o chiarimenti in merito al consumo di questo integratore, rispettando le singole inclinazioni personali.

Elena Fazio | Web Content Editor
Scritto da Elena Fazio | Web Content Editor

Laureata in Comunicazione, Media e Pubblicità, con specializzazione in Scienza e Salute. Dopo aver collaborato con associazioni no profit in ambito sanitario e psico-oncologico, al momento sono Junior Web Content Editor presso pazienti.it e mi occupo della redazione e scrittura di articoli in chiave SEO. Profondamente affascinata da temi inerenti il benessere e la salute che mirano a fornire informazioni autorevoli ai lettori, guidandoli nelle scelte per raggiungere uno stato di benessere psico-fisico quotidiano.

a cura di Dr. Maurizio Romano
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
Una pianta di Cimicifuga
Cimicifuga: i benefici dell'erba contro i disturbi della menopausa

La cimicifuga è una pianta che presenta interessanti proprietà benefiche. Scopriamo come e perché utilizzarla e quali sono le sue eventuali controindicazioni.

pianta di fumaria in montagna
Fumaria officinalis: ecco le sue proprietà e i benefici

La Fumaria, pianta officinalis, offre diverse proprietà benefiche per la salute. Ecco quali sono, come usarla e le controindicazioni di questa pianta.