Come coltivare fragole in orto e in vaso

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 18 Aprile, 2024

Delle fragole

È possibile coltivare le fragole in vaso oppure bisogna necessariamente disporre di un orto? Dove piantare queste piante e come curarle per farle crescere al meglio?

Ecco tutto quello che bisogna sapere sulla coltivazione delle fragole.

Come coltivare le fragole?

La fragola è una pianta che produce i tipici frutti rossi, amatissimi da grandi e bambini, e che si presta ad essere coltivata anche in vaso.

Non serve, infatti, disporre necessariamente di un orto per far crescere questa specie vegetale, visto che essa riesce a fiorire rigogliosa anche in contenitori di modeste dimensioni.

Le fragole (Fragaria) sono piante perenni che producono i cosiddetti falsi frutti o frutti aggregati. Esse si adattano con facilità a una gran varietà di climi ma se crescono i luoghi soleggiati producono frutti particolarmente dolci e succosi.

Inoltre, sebbene la maggior parte delle piante di fragola abbiano un portamento ricadente, ve ne sono certe, come ad esempio la varietà "Delizz", che sono in grado di crescere con andatura eretta.

La coltivazione della fragola non è difficile, visto che la pianta richiede poche e semplici accortezze.


Potrebbe interessarti anche:


In commercio ne esistono diverse varietà, da quelle selezionate appositamente per resistere ai climi più rigidi, a quelle che fioriscono più volte durante l'anno (ovvero le cosiddette "fragole 4 stagioni").

In genere il trapianto delle fragole avviene intorno all'inizio della primavera, ma molto dipende dalla specifica pianta per cui si opta e dal clima della zona in cui si vive. Questa specie vegetale richiede, però, un'abbondante presenza di sole, sebbene in alcuni casi possa crescere bene anche a mezz'ombra.

Per quanto riguarda il tipo di suolo, il terreno per fragole ideale è quello che ha un Ph compreso tra 5,5 e 6,5, con una buona presenza di sostanze organiche e una piccola quantità di sabbia.

Quando trapiantare le fragole?

Sebbene le fragole si possano piantare anche partendo dal seme, in genere si tende a consigliare l'utilizzo di piantine già pronte, il che rende la crescita di questa specie vegetale molto più semplice.

Solitamente il periodo migliore per trapiantare le fragole è verso l'inizio della primavera, così da ottenere i primi frutti entro maggio, tuttavia molto dipende dalla varietà di fragola che si è scelta.

Le fragole unifere, cioè quelle che producono i frutti solamente una volta l'anno, vanno piantate tra giugno e agosto, per poi cominciare a fare i frutti verso l'aprile seguente; le fragole "quattro stagioni", invece, possono essere trapiantate tra le fine di marzo e la fine d i luglio, visto che fanno i frutti diverse volte l'anno.

Per piantare le fragole in piena si procede dapprima smuovendo il terreno e liberandolo dalle erbacce infestanti; in questa occasione si può anche aggiungere del fertilizzante (come ad esempio letame maturo o stallatico pellettato) per fare in modo che le piante crescano rigogliose.

Dopo circa in mese, si procede a scavare un buco alla base e si inserisce la pianta tenendola parallela al suolo. È consigliabile effettuare delle file a circa 20-25 cm di distanza l'una dall'altra e poi, una volta terminato lo scavo delle buche e l'inserimento della pianta, dando abbondante acqua per favorire l'attecchimento.

Come si coltivano le fragole in vaso

La scelta di piantare fragole se non si dispone di un orto è certamente possibile, visto che questa specie vegetale cresce rigogliosa anche all'interno di semplici contenitori.

Le fragoline di bosco in vaso, ad esempio, sono una buona opzione per chi, pur disponendo di poco spazio, non vuole rinunciare ad avere qualche frutto sul balcone.

Una delle accortezze più importanti da rispettare è, tuttavia, la scelta di dove piantare le fragole i quanto, siano essere in piena terra o in vaso, si dovrà stare attenti affinché ricevano abbastanza sole per far maturare i loro frutti e farli divenire rossi e succosi.

Chi desidera coltivare le fragole in vaso dovrà munirsi di un contenitore grande circa 30 cm e, dopo aver posizionato sul fondo uno strato di argilla espansa (utile per mantenere il terreno ben drenato), potrà procedere a riempire il vaso con del terriccio.

Una volta creato il buco, andrà inserita la piantina e infine il tutto andrà innaffiato con abbondante acqua, così da favorire l'attecchimento delle radici.

Delle fragole

Le piantine di fragola che crescono all'interno dei vasi vanno tuttavia irrigate con moderazione, visto che questa specie vegetale teme i ristagni idrici; meglio somministrare poca acqua ma piuttosto spesso, invece che innaffiare con quantità eccessive. Inoltre, è importante non bagnare mai le foglie della pianta, in modo da contrastare l'insorgere di funghi e parassiti.

In commercio esistono numerose varietà di fragola le quali si prestano ad essere coltivate all'interno di differenti tipologie di contenitore; ad esempio, le piante di fragola rampicanti possono essere piantate anche sul terrazzo di casa, prevedendo un semplice supporto sul quale esse possano crescere con facilità, oppure in alternativa è anche possibile cimentarsi nella coltivazione di fragole in tubo o all'interno di altri supporti ideati per la coltura verticale.

Coltivazione delle fragole: parassiti e concimazione

Le fragole possono essere soggette a diverse malattie, soprattutto funginee, come ad esempio la botrite, il marciume della corona, la vaiolatura, l'oidio e la malattia del cuore rosso. Purtroppo non vi sono dei rimedi efficaci per curare i funghi che attaccano le fragole, a meno che non si voglia fare ricorso a metodi non biologici.

Per prevenire problematiche di questo tipo è consigliabile evitare i ristagni d'acqua e innaffiare le piante solamente poco per volta. Tra gli insetti che colpiscono questa specie vegetale, vi sono invece gli afidi, il ragno rosso e il cosiddetto "moscerino della frutta".

Per quanto riguarda la concimazione delle fragole, si tratta di un'operazione necessaria che favorisce il benessere della pianta e che contribuisce a mantenerla al riparo da malattie e parassiti. Le piantine appena messe a dimora vanno concimate proprio in occasione del trapianto, e poi successivamente verso la fine dell'estate.

Le piante già esistenti, invece, necessitano del concime dopo la raccolta, quindi indicativamente tra la fine di maggio e l'inizio dell'autunno.

Per coltivare fragole che diano frutti dolci e gustosi è quindi necessario prevedere un apporto di nutrimenti attraverso la concimazione in un momento particolarmente stressante per la pianta.

6 consigli per coltivare fragole con successo

Coltivare le fragole non è difficile, a patto di esporle al sole e di non innaffiarle troppo, ma quali sono i consigli giusti per farle crescere rigogliose?

Ecco sei strategie da mettere in pratica:

  • le fragole, soprattutto se coltivate in orto, possono divenire infestanti. Per questo motivo è consigliabile usare dei teli pacciamanti, i quali servono sia per proteggere le altre coltivazioni, sia per offrire protezione alle fragole stesse.
  • uno dei segreti di chi coltiva le fragole con successo è l'attenzione nei confronti dell'irrigazione. Le piante vanno innaffiate poco ma spesso. 
  • chi dispone di numerosi vasi di fragole sul proprio balcone, dovrebbe ricordarsi di cambiare la terra circa ogni anno. Le piante possono essere rinvasata oppure è anche possibile utilizzare solo una parte degli stoloni delle fragole.
  • chi vive in zone dal clima particolarmente rigido, dovrebbe avere cura di proteggere le fragole durante la stagione invernale (magari sfruttando degli appositi tunnel), oppure, se le piante sono coltivate in vaso, basterà tenere i contenitori in una posizione più riparata.
  • per quanto riguarda le operazioni di potatura, è sufficiente tagliare le foglie vecchie delle piante a circa 10 cm sopra il terreno, in modo da creare lo spazio sufficiente per quelle nuove e favorire, in questo modo, la crescita dei frutti. Le foglie vecchie si riconoscono perché sono giallastre e opache: esse consumano le risorse della pianta e ne compromettono la salute, pertanto è assolutamente necessario rimuoverle.
  • coltivare fragole in verticale grazie al supporto di sostegni è certamente possibile, tuttavia è necessario sempre fare attenzione a mettere al riparo le piante durante la stagione invernale.
Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Ricette

988 articoli pubblicati

Contenuti correlati
Fiori di erba cipollina
Ecco come coltivare l'erba cipollina in vaso

Erba cipollina in vaso: ecco come coltivare questa pianta aromatica con i semi o con le piantine da vivaio. Scopri alcuni consigli di potatura, cura e manutenzione.

Una piantina di origano
Coltivazione di origano in vaso: ecco come fare

Coltivazione di origano in vaso: i passaggi per piantare l'erba aromatica tra le più usate in cucina per insaporire i piatti. Ecco come fare.