icon/back Indietro Esplora per argomento

Tisana anticellulite: funziona davvero?

Elena Turrini

Ultimo aggiornamento – 01 Marzo, 2024

Tisane anticellulite: funzionano?

Le tisane anticellulite rappresentano un prezioso alleato nel contrastare la ritenzione idrica e ridurre gli inestetismi. Questi rimedi naturali sono impiegati per favorire il drenaggio dei liquidi in eccesso e favorire il microcircolo, andando a svolgere una duplice azione.

In questo approfondimento parliamo delle tisane contro la cellulite, di tutti i loro benefici e se funzionano davvero.

Quali sono i benefici delle tisane anticellulite?

Le tisane per la cellulite sono preparati a base di erbe fitoterapiche che offrono una serie di benefici mirati per raggiungere fondamentalmente tre obiettivi:

  • drenare i liquidi in eccesso e depurare l’organismo;
  • stimolare il metabolismo e ridurre il tessuto adiposo;
  • favorire il microcircolo.

In base all’obiettivo da raggiungere, la tisana per la cellulite verrà preparata con ingredienti specifici, selezionati appositamente.

In generale, si può quindi affermare che le tisane anticellulite agiscono simultaneamente su più fronti, portando i seguenti benefici:

  • contrastano la ritenzione idrica;
  • favoriscono l'eliminazione delle tossine;
  • riducono gli inestetismi tipici della cellulite;
  • agiscono sull’insufficienza venosa e sulla fragilità capillare;
  • contrastano il gonfiore.

Cos’è la cellulite

Prima di entrare nello specifico delle tisane per eliminare la cellulite, occorre fare un focus su cos'è la cellulite, al fine di comprenderne meglio i meccanismi e avere un quadro più completo su come agiscono le erbe utili.

La cellulite rappresenta uno dei più comuni inestetismi cutanei e colpisce prevalentemente il genere femminile (circa il 95% dei soggetti con cellulite sono donne).

Contrastare la cellulite può non essere sempre semplice, ma con l’ausilio di prodotti appropriati, abbinati ad un corretto stile di vita ed una sana alimentazione, è possibile porvi rimedio e ridurla.

La cellulite è una condizione di alterazione del tessuto adiposo sottocutaneo (pannicolo adiposo), caratterizzata da infiammazione e ipertrofia dei depositi di grasso, nonché da un disordine nella struttura delle fibre connettivali e della matrice extracellulare.

Questa alterazione è influenzata da molteplici fattori, tra cui difetti di circolazione e un'elevata permeabilità capillare. Ciò porta a un accumulo di fluidi e tossine, con conseguente compressione dei vasi sanguigni e dei nervi, nonché la formazione delle caratteristiche depressioni cutanee che, nel gergo comune vengono definite "pelle a buccia d'arancia".

Cause della cellulite

Nonostante la cellulite sia una condizione fisiologicamente comune, ci sono diversi fattori che possono contribuire alla sua accentuazione o alla precoce comparsa:

  • sbalzi ormonali: che possono essere legati al ciclo mestruale, a trattamenti farmacologici (es. pillola anticoncezionale sia progestinica che estro-progestinica), gravidanza, allattamento e menopausa;
  • problemi circolatori: le persone con disturbi circolatori sono più suscettibili alla formazione della cellulite rispetto a coloro che non ne soffrono. La cattiva circolazione può infatti compromettere il drenaggio dei liquidi e favorire l'accumulo di tossine e grasso;
  • stile di vita: una dieta poco equilibrata, l’abitudine del fumo e uno stile di vita sedentario, possono accelerare il processo di formazione della cellulite;
  • predisposizione genetica: anche la predisposizione genetica svolge un ruolo significativo nella comparsa della cellulite. Pare infatti che le più suscettibili siano le donne di etnia caucasica, mentre le donne con pelle scura sono meno predisposte.

Erbe utilizzate nelle tisane anticellulite

In generale, le piante reperibili in erboristeria, utili per la preparazione di tisane anticellulite sono:

  • Tarassaco: conosciuta anche come "dente di leone", questa erba è ricca di sostanze antiossidanti (flavonoidi) e Sali di potassio che giocano un ruolo chiave nell’eliminazione dei liquidi accumulati e delle tossine in eccesso. Ha inoltre proprietà purificanti e decongestionanti.
  • Pilosella: un’erba facilmente reperibile anche in Italia, dalle zone vicine al mare fino alle alture sopra i 3000 metri. Si distingue per le sue proprietà diuretiche, astringenti, e purificanti (andando ad esercitare un’azione benefica per le vie urinarie).
  • Yerba Mate: una pianta originaria dall’Argentina, dotata di sostanze che aumentano la termogenesi aiutando il corpo a convertire le riserve di grasso accumulate. Alcuni studi hanno infatti confermato che questa erba attiva le lipasi, ossia gli enzimi deputati alla scissione dei grassi. Inoltre contiene la teobromina che riduce la fame nervosa e la teofillina che stimola il drenaggio dei fluidi corporei.
  • Equiseto: si tratta di un’erba conosciuta anche con il nome di “coda cavallina” per la forma dei suoi fusti. Si rivela ottima per stimolare il microcircolo, per favorire l’elasticità della pelle e per eliminare le tossine e i liquidi attraverso la diuresi.
  • Ortica: una pianta spontanea ampiamente utilizzata in cosmetica per le sue proprietà toniche, rinforzanti, drenanti, depurative e antinfiammatorie.
  • Betulla: ricca di flavonoidi e vitamina C, questa pianta viene utilizzata per indurre la diuresi e per sfiammare i tessuti. Si rivela inoltre particolarmente indicata per affrontare l'insufficienza venosa e contrastare la cellulite.
  • Carciofo: grazie alla presenza di sali minerali e flavonoidi, questa pianta svolge una potente funzione antiossidante. Inoltre, protegge il fegato e grazie al suo potere drenante, aiuta il corpo a depurarsi ed eliminare le tossine.
  • Vite Rossa: questa pianta stimola la funzionalità del microcircolo grazie all’alto contenuto di flavonoidi e procianidine. Gli estratti di vite rossa sono infatti un rimedio efficace per ridurre la sensazione di pesantezza alle gambe e trattare le vene varicose.

tisane

  • Bardana: questa pianta offre un'efficace azione antinfiammatoria, antisettica e cicatrizzante. Inoltre, la bardana  è nota per le sue proprietà detossificanti, diuretiche e depurative.
  • Papaya e Ananas: ottime per l’alto contenuto di bromelina, una sostanza che aiuta l’espulsione del ristagno dei liquidi corporei e svolge al tempo stesso un’azione antinfiammatoria e anticoagulante.
  • Tè verde: una pianta tonica contenente sostanze come teofillina e teobromina che accelerano il metabolismo, favorendo la scissione lipidica. È dotato inoltre di proprietà diuretiche.
  • Centellagrazie all’azione dei terpeni è particolarmente indicata per promuovere il microcircolo e proteggere le pareti dei vasi sanguigni (esercitando un effetto flebotonico). Utile per trattare l’insufficienza venosa, le varici, e come trattamento di completamento per la cellulite.
  • Meliloto: pianta riconosciuta per le sue proprietà antinfiammatorie, diuretiche e flebotoniche (ovvero mantiene e promuove l’elasticità delle pareti dei vasi sanguigni).
  • Ippocastano: Il principio attivo è l’escina, una miscela di saponine che conferisce a questa pianta un’azione tonica venosa, antinfiammatoria e antiedematosa.

Tipologie di tisane anticellulite

Le tisane anticellulite non sono tutte uguali ma, in base alle erbe utilizzate, possono agire su diversi fronti. Possiamo quindi distinguere:

  • Tisane depurative, drenanti e diuretiche.
  • Tisane lipolitiche.
  • Tisane che stimolano il microcircolo.

Tisane depurative, drenanti e diuretiche

La loro funzione è quella di eliminare l’acqua in eccesso e contrastare il ristagno dei fluidi corporei.

Le piante che permettono di svolgere queste azioni ricche di sali di potassio, che vanno a bilanciare l’equilibrio idrosalino contrastando l’effetto del sodio e promuovendo l’espulsione di liquidi.

I fitoterapici utili per preparare una tisana drenante anticellulite possono essere:

  • Tarassaco
  • Pilosella
  • Betulla
  • Ananas
  • Papaya 

Tisane lipolitiche

Questa tipologia di tisane favorisce l'attivazione del metabolismo, limitando la formazione di tessuto adiposo. 

Le piante consigliate per tale scopo sono ricche di principi attivi (in particolar modo la guaranina) che stimolano la produzione di catecolamine, una classe di ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali che accelerano il metabolismo, portando ad un aumento dell'utilizzo del grasso accumulato.

Queste tisane possono essere preparate con:

  • Tè verde
  • Guaranà
  • Yerba mate

Tisane che stimolano il microcircolo

Le tisane che stimolano il microcircolo svolgono anche un’azione protettiva nei confronti dei vasi sanguigni. Questo aspetto è molto importante quando si tratta di cellulite perché, a causa del rigonfiamento, i capillari vengono schiacciati e la circolazione viene rallentata innescando un processo infiammatorio che danneggia le pareti dei vasi.

Ecco quindi che i flavonoidi agiscono a favore dei vasi sanguigni, inibendo la degradazione dell’elastasi, un enzima che mantiene elastiche le pareti.  

In questo caso si rivelano utili piante come:

  • Centella
  • Meliloto
  • Vite rossa 

Le tisane anticellulite funzionano davvero?

Molte persone si domandano se le tisane anticellulite funzionino davvero. La risposta è che molto dipende dalle altre azioni che si mettono in pratica oltre all’assunzione di tisane ed estratti naturali.

I risultati migliori si ottengono quando ad una tisana anticellulite efficace, viene affiancato uno stile di vita sano e buone abitudini, quali:

  • Attività fisica.
  • Massaggi drenanti.
  • Corretta idratazione (bere almeno due litri d'acqua al giorno).
  • Sana alimentazione, limitando cibi eccessivamente grassi e zuccherati.
  • Astenersi dal consumo di alcol e dal fumo di sigaretta.
  • Indossare abbigliamento confortevole e non costrittivo.

Il parere dell'esperto

Il Dr. Mastropietro aggiunge "Le tisane dimagranti sono spesso sotto l’occhio del ciclone, poiché sembrano promettere miracolosi risultati contro il grasso addominale. 

In commercio, è possibile trovare una varietà infinita di tisane per dimagrire velocemente già pronte. Questi ingredienti agiscono favorendo la perdita di liquidi, ma non aiutano a smaltire i grassi. Trovare tisane dimagranti efficaci è davvero difficile, in quanto per eliminare le adiposità localizzate è necessario rispettare buone abitudini alimentari e una corretta attività fisica. 

L’azione delle tisane drenanti può comunque accompagnare la dieta quotidiana aiutando limitare il ristagno di liquidi. Le tisane drenanti aiutano a smaltire i liquidi in eccesso. Tale azione è dovuta ai flavonoidi, questi composti sono in grado di inibire il riassorbimento di ioni a livello renale determinandone l’escrezione. Poiché l’acqua segue tali ioni, anch'essa viene escreta attraverso le urine."

Condividi
Elena Turrini
Scritto da Elena Turrini

Web Content Editor e SEO Copywriter, laureata in Economia e specializzata in Neurocopywriting e Storytelling aziendale. Negli anni ha coltivato la sua passione nei confronti della salute e della scienza frequentando vari corsi.

a cura di Dr. Cristian Mastropietro
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Elena Turrini
Elena Turrini
in Ricette

141 articoli pubblicati

a cura di Dr. Cristian Mastropietro
Contenuti correlati
Una tisana
Qual è la differenza tra infusi e tisane?

Qual è la differenza tra infusi e tisane? Perché dovremmo scegliere l'uno piuttosto che l'altra e quali sono le loro caratteristiche? Vediamolo insieme.

Tazza con tisana in infusione e fiori intorno
Tisana dimagrante: le erbe più efficaci da provare

Qual è la tisana dimagrante più efficace per depurare l'organismo e perdere peso? Scopriamo quali sono le erbe che agevolano il processo di detox.

icon/chat