icon/back Indietro Esplora per argomento

Tisane rilassanti per l'ansia: le migliori da provare

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 23 Febbraio, 2024

tisane rilassanti

Per contrastare gli stati ansiosi e favorire tranquillità e benessere mentale, un aiuto può arrivare anche dal mondo naturale sotto forma di infusi e decotti a base di erbe. Quali sono le tisane rilassanti per ansia e stress più utili per ritrovare serenità e buonumore? Eccone 10 da provare.

10 tisane rilassanti per combattere l'ansia

Stati d'ansia, stress, insonnia e disturbi dell'umore sono problematiche ampiamente diffuse che riguardano ampi strati della popolazione. Emozioni particolarmente difficili da gestire possono riflettersi sulla qualità della vita, rendendo chi ne soffre agitato, irritabile, propenso agli scatti d'ira e incapace di riposare bene.

Per migliorare questo genere di problematica senza ricorrere ai farmaci, può essere utile sfruttare i benefici di alcune piante, le quali si contraddistinguono per la presenza di principi attivi in grado di favorire il rilassamento e di indurre uno stato di benessere mentale e fisico.

L'abitudine di bere tisane per rilassarsi è, d'altronde, molto antica, e le piante dall'azione sedativa, calmante e rilassante sono note da tempo

Completamente naturali e adatte soprattutto per chi soffre di sintomi lievi e occasionali, questi dieci infusi a base di erbe calmanti offrono una soluzione semplice e praticamente priva di controindicazioni per alleviare i sintomi dello stress.

Camomilla

La camomilla è una delle piante più note e utilizzate, efficace soprattutto per calmare l'ansia e per migliorare la qualità del sonno. Sembra che l'effetto leggermente sedativo di questo fiore sia dovuto alla presenza di un antiossidante chiamato apigenina, il quale si lega a specifici recettori del cervello inducendo uno stato di relax.

camomilla

In genere la tisana alla camomilla viene bevuta prima di coricarsi, anche in associazione con altre piane e, sebbene essa sia generalmente ben tollerata, è possibile che si verifichino delle interazioni con alcuni farmaci, come ad esempio quelli anticoagulanti di tipo cumarinico, con le statine e le benzodiazepine.

Valeriana

La valeriana è un'altra pianta molto nota per le sue proprietà sedative, infatti viene largamente utilizzata all'interno delle tisane per l'ansia e l'agitazione. L'azione ansiolitica e calmante è dovuta alla presenza dei valepotriati, i quali sono presenti in particolare nella radice della pianta.

Sebbene sia stata riconosciuta come un rimedio efficace, si sconsiglia di assumere la valeriana in caso di malattie epatiche o di assunzione di farmaci quali barbiturici, benzodiazepine, antidepressivi e antistaminici. Se ne sconsiglia inoltre l'assunzione nei bambini al di sotto dei 14 anni.

Melissa

La melissa è una pianta che appartiene alla famiglia della Menta e che viene utilizzata sia per preparare tisane contro lo stress, sia nell'ambito dell'aromaterapia. Conosciuta fin dal Medioevo, la Melissa è un rimedio efficace per calmare agitazione e insonnia, che può essere utilizzato da solo o in sinergia con altre piante.

Lavanda

La lavanda è un’erba utilizzata anche nell'ambito dell'aromaterapia in virtù del suo intenso profumo dall'effetto calmante

lavanda

Conosciuta fin dall'epoca greca, la lavanda veniva usata all'interno dei bagni con acqua calda per sciogliere le contratture muscolari e favorire uno stato di rilassamento fisico e mentale. È stato dimostrato, infatti, che questo fiore ha la capacità di calmare la frequenza cardiaca e di migliorare l'addormentamento.

Luppolo

Il luppolo può essere inserito all'interno di una tisana per ansia e insonnia, visto che svolge un'azione tranquillante e rilassante nei confronti dell'organismo. Se ne utilizzano le infiorescenze femminili, dette coni, tuttavia occorre fare attenzione perché può interferire con alcuni farmaci antidepressivi.

Biancospino

Il biancospino contiene degli attivi chiamati proantociandidine che hanno proprietà sedative nei confronti del Sistema Nervoso Centrale. All'interno di tisane e infusi se ne sfruttano le sommità fiorite della pianta, le quali sono anche in grado di agire a livello cardiovascolare per abbassare la frequenza dei battiti

L'effetto antipertensivo del biancospino può tuttavia interferire con alcuni farmaci, come ad esempio quelli utilizzati nel trattamento delle malattie cardiovascolari e con gli antiaggreganti piastrinici.

Tiglio

Il tiglio è utilizzato come antidolorifico e analgesico naturale, tuttavia è efficace anche in caso di stress e di stanchezza mentale. Ha notevoli proprietà sedative e calmanti che vengono sfruttate per preparare tisane rilassanti e calmanti, visto che ha la capacità di regolare i valori della pressione sanguigna, di svolgere un’azione antispasmodica e di ridurre la tachicardia che è spesso presente nei soggetti ansiosi.

Escolzia

L’escolzia, anche chiamata col nome di Papavero della California, ha proprietà calmanti e lenitive. Essa agisce sul sistema nervoso centrale, favorisce il rilassamento muscolare, combatte il dolore e induce il sonno grazie all'azione di potenti alcaloidi chiamati benzilisochinolinici e benzofenantridinici.

Passiflora

Un'altra pianta molto nota e utilizzata all'interno di tisane per ansia e stress è la passiflora che, oltre a indurre uno stato di rilassamento ha anche un'azione benefica nei confronti dell'apparato gastrointestinale

Essa induce il sonno e ha un'azione blandamente sedativa e calmante dovuta alla presenza di flavonoidi come la l'iperoside, la vitexina e l'isovitexina contenuti nella sommità aerea del vegetale. Non presenta particolari controindicazioni e può essere utilizzata anche da chi soffre di disturbi depressivi.

Rosa Canina

La rosa canina è un'erba che cresce spontanea molto ricca di vitamina C. Si distingue per le sue proprietà antinfiammatorie, calmanti e antiossidanti e nell'ambito della fitoterapia se ne utilizzano i fiori, le gemme e le bacche con funzioni differenti in base all'obiettivo che si vuole ottenere.

I fiori sono infatti particolarmente indicati per chi soffre di depressione, insonnia e ansia, inoltre gli infusi a base di questa pianta si caratterizzano anche per la loro capacità energizzante e stimolante nei confronti dell'organismo

Oltre ad assumere una tisana contro ansia e stress a base di rosa canina, questo ingrediente può essere utile anche per contrastare stanchezza, debolezza e affaticamento dovuti a una causa di tipo organico.


Potrebbe interessarti anche :


Come assumere le tisane contro l'ansia e lo stress

Assumere delle tisane per combattere l'ansia è un rimedio naturale che non presenta particolari controindicazioni e che, soprattutto se i sintomi non sono gravi, può rivelarsi utile. Gli attivi vegetali possono essere estratti in vari modi tuttavia i più comuni e utilizzati sono quelli che permettono di ottenere macerati, decotti e tisane.

Nel primo caso le erbe vengono lasciate a macerare in acqua fredda per alcuni giorni e in seguito il liquido viene filtrato e poi utilizzato, così da non rovinare l'efficacia di principi attivi termolabili. I decotti, invece, si ottengono ponendo le erbe officinali in acqua fredda e poi portando il tutto ad ebollizione. 

La miscela va poi bollita per 5-30 minuti (a seconda della specie vegetale), va fatta riposare per raffreddarla e infine va consumata a temperatura ambiente.

Le tisane per ansia e stress (o infusi) si preparano invece ponendo direttamente in acqua bollente le erbe e lasciandole cuocere dai cinque ai venti minuti. I prodotti erbacei ad effetto calmante possono essere consumati nell'arco della giornata, tuttavia, se si sta seguendo una terapia a base di farmaci o se ci si trova in gravidanza o allattamento, è preferibile prima chiedere consiglio al proprio medico

Alcune specie vegetali, come ad esempio la lavanda, il luppolo e il biancospino possono infatti risultare controindicate.

Sebbene tisane e prodotti erboristici possano aiutare a gestire l’ansia e lo stress; un consiglio che viene dato troppo poco spesso è quello di uscire all’aria aperta e camminare.

La camminata ha un ottimo potenziale calmante, soprattutto se abbiamo la fortuna di abitare in un paese tranquillo. Oltre a ció questa semplice ed economica attivitá ci aiuta a mantenere in buono stato l’apparato cardiovascolare e muscolo-scheletrico, oltre ad aumentare il dispendio calorico giornaliero. 

Condividi
Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr. Luca Berton
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Ricette

915 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Berton
Contenuti correlati
tisana lassativa
Tisana lassativa: quali sono le erbe contro la stitichezza

Qual è la miglior tisana lassativa? Scopriamo quali sono le erbe più efficaci per contrastare la stitichezza e favorire la regolarità intestinale.

Tazza con tisana in infusione e fiori intorno
Tisana dimagrante: le erbe più efficaci da provare

Qual è la tisana dimagrante più efficace per depurare l'organismo e perdere peso? Scopriamo quali sono le erbe che agevolano il processo di detox.

icon/chat