icon/back Indietro Esplora per argomento

Zumba: i benefici della disciplina

Ludovica Cesaroni

Ultimo aggiornamento – 14 Novembre, 2022

Zumba: benefici e controindicazioni

Se fino a un ventennio fa la zumba poteva sembrare solo una parola buffa, il cui significato era sconosciuto ai più, oggi questa disciplina conta un numero di ‘followers’ e praticanti sempre crescente. 

Forse anche a causa dei suoi molti benefici, la zumba è diventata rapidamente un’attività sportiva e ricreativa amata da persone di ogni età - donne in particolare, ma non solo -. 

La zumba dunque, è uno di quegli sport ormai davvero popolari e praticati in ogni città; ma cosa sappiamo davvero di questa disciplina e dei suoi effetti benefici sull’organismo? Scopriamone di più.

Zumba: a cosa serve?

Questo allenamento, scelto anche perché divertente, è in realtà un perfetto connubio tra aerobica e tonificazione, che permette di consumare molte calorie. 

Un allenamento di Zumba si propone, dunque, di assicurare:

  • Divertimento: è importante trovare uno sport da praticare che sia anche in linea con i propri gusti: in questo modo, la fatica si avverte meno e ci si sente più soddisfatti del lavoro svolto.
  • Allenamento di tipo aerobico: si tratta di un allenamento cardiocircolatorio e polmonare, nonché di rinforzo muscolare.
  • Tonificazione muscolare: consente di migliorare il tono muscolare, apportando un beneficio alla postura e alla linea.
  • Rimanere in forma: il consumo calorico sostenuto di questo sport permette di tenere sotto controllo il proprio peso forma.

Ma come e dove è nata questa disciplina così largamente apprezzata?

Dove nasce lo zumba

La storia dello Zumba è relativamente recente: questo sport nasce negli anni ‘90 in Colombia e fu ideato da Alberto Perez, coreografo e istruttore che un giorno, per caso, dimenticò la musica per la sua lezione di aerobica.

Perez, che non voleva darsi per vinto, si ingegnò per trovare una soluzione: nel suo borsone trovò una musicassetta con alcune tracce di salsa e merengue e pensò di utilizzare queste musiche per la propria lezione. Inutile dire che essa fu un vero successo e questo nuovo stile ginnico si diffuse rapidamente in tutto il mondo.

Il nome esatto della disciplina è Zumba Fitness, ma è universalmente conosciuta solo come Zumba. La popolarità crescente con cui questo sport è esploso potrebbe far parlare di un vero e proprio “effetto Zumba”. 

Ormai questa disciplina si è diffusa in tutti gli angoli della Terra e, nonostante sia praticata per lo più da donne (di tutte le età, dalla ragazzina alla signora più âgée) comincia ad essere amata anche dagli uomini, che ne apprezzano, ad esempio, la variante “Strong” (una tipologia di zumba con esercizi ad alta intensità, presentata per la prima volta nel 2016 all’annuale Convention di Orlando, in Florida). 

Gli esercizi sono come quelli dello Zumba Fitness classico, ma con un’attenzione particolare al condizionamento muscolare.

Tuttavia la variante Strong è solo una delle tipologie di Zumba che si sono sviluppate a partire dallo Zumba Fitness, anche se il principio alla base resta comunque quello di unire la danza aerobica a quella caraibica.

Tipologie di zumba

Le tipologie di Zumba sono utili per creare delle differenze in base all’età di chi pratica questa disciplina e al tipo di allenamento che si vuole fare; ecco quali sono:

  • Zumba Gold: tipologia di zumba adatta ad anziani e principianti.
  • Zumba Step: mediante lo step, questo programma ha come focus la parte inferiore del corpo.
  • Zumba Toning: è progettato per concentrarsi sul lavoro di tonificazione, piuttosto che sulla danza. Vengono utilizzati dei pesi leggeri.
  • Aqua Zumba: si pratica in piscine con acqua poco profonda e coniuga i movimenti dello Zumba tradizionale con quelli tipici dell’acquagym.
  • Zumba in the Circuit: mixa la danza con il circuit training (l’allenamento a circuito). L’allenamento consiste in mezz’ora di puro allenamento fitness unito a mezz’ora di Zumba.
  • Zumba Kids e Zumba Kids Jr.: si tratta di corsi dedicati ai bambini con età compresa tra i 4 e i 6 anni e tra i 7 e gli 11 anni.
  • Zumba Gold-Toning: allenamento pensato appositamente per soggetti anziani, con lo scopo di aumentare la coordinazione, la mobilità, la postura e la forza muscolare.
  • Zumba Sentao: si esegue con l’ausilio di una sedia per effettuare alcuni esercizi che sfruttano il peso corporeo.
  • Strong by Zumba: fa il suo esordio nel 2016 e unisce l’allenamento intervallato ad alta intensità (High Intensity Interval Training) con Synced Music Motivation.
  • Zumbini: questo particolarissimo corso è stato ideato per neonati e bambini di età 0-3 anni.

Benefici dello zumba

undefined

Perché lo Zumba è così amato? Perché oltre al puro divertimento è una disciplina sportiva che apporta moltissimi benefici all’organismo; ecco i principali:

  • Rinforza i muscoli di braccia, gambe, addominali, cosce e glutei
  • Incentiva l’attività cardiovascolare
  • Migliora le capacità respiratorie
  • Dà un booster all’umore grazie al suo tono allegro e divertente
  • Potenzia il metabolismo
  • Accelera il consumo energetico
  • Promuove il dimagrimento
  • Tiene sotto controllo parametri metabolici e vitali (trigliceridi, colesterolo e pressione arteriosa).

7 motivi per cui fare zumba

Oltre agli evidenti benefici sopra elencati, ecco anche 7 buoni motivi per praticare Zumba:

  1. Fa dimagrire: questo mix di aerobica e balli latino-americani aiuta a smaltire il grasso in eccesso, permettendo di bruciare fino a 600 calorie all’ora.
  2. Modella il corpo: la Zumba può essere la soluzione anche per chi desidera scolpire il corpo nei punti chiave, arrivando ad avere muscoli delineati, interno coscia rassodato e contrastare braccia con pelle a tendina.
  3. È un toccasana per la salute: la portata del fiato migliora notevolmente grazie ad un allenamento costante di Zumba, così come le funzionalità del cuore. Anche chi ha problemi di postura può beneficiare di questo sport, poiché raddrizza la schiena e apporta una maggiore flessibilità.
  4. Ci si dimentica dello stress: uno sport con ritmi caraibici e cubani, di grande movimento, consente di scaricare le tensioni e mettere da parte ogni preoccupazione o problema. Il ritmo sostenuto e i balli richiedono una concentrazione elevata, che non permette distrazioni (specie su pensieri nocivi!)
  5. È adatto a tutti: l’estrema versatilità di questa attività, anche grazie alle sue molte declinazioni, la rende una disciplina adatta davvero a tutti. Andando avanti con l’allenamento i passi si fanno più complessi, è vero, ma nel frattempo l’esercizio non ve lo renderà difficile.
  6. Si fa gruppo e ci si diverte insieme: anche se è possibile allenarsi da casa e con lezioni online o tutorial di Zumba Fitness, il consiglio è sempre quello di praticarlo ‘live’, 2-3 volte la settimana. Con gli allenamenti di gruppo è possibile, mentre si fa sport, fare vita sociale e conoscere nuove persone: non c’è niente di meglio di una sana energia condivisa per tenere alto l'umore.
  7. Consente di uscire dal quadrato: le lezioni di Zumba possono essere anche l’occasione per provare look nuovi e osare con colori e tagli sgargianti e fantasiosi: largo a pantaloni oversize, top, fasce per capelli e colori fluo per dar sfogo alla fantasia.

Controindicazioni della zumba

Esistono delle condizioni per cui la pratica dello Zumba Fitness non è consigliata. Dal momento che essa è un’attività a medio-alto impatto fisico, potrebbe aggravare situazioni di salute già compromesse; tra queste vi sono:

  • Forte obesità
  • Sottopeso o anoressia nervosa
  • Rischio accertato di infarto o ictus
  • BPCO (bronco pneumopatie croniche ostruttive)
  • Serie malattie del rachide
  • Condizioni patologiche tendinee
  • Patologie articolari, in particolare riguardo a: schiena, anca, ginocchio, piedi e caviglia (come: discopatie, lombalgia, artrosi, artrite reumatoide, lassità dei legamenti, piede piatto, pubalgia, sciatalgia, ecc.)
  • Problemi posturali (scoliosi, cifosi, iperlordosi complicata, ecc.)
  • Fratture degli arti inferiori ancora in fase di guarigione

Se ci si trova in una o più delle condizioni sopra elencate, ma si vuole comunque praticare uno sport, è necessario chiedere consiglio al proprio medico curante, che potrà dare indicazioni verso la disciplina più adatta al proprio stato di salute.

Condividi
Ludovica Cesaroni
Scritto da Ludovica Cesaroni

Amo definirmi una creativa dalla forte impronta razionale. Scrivere, disegnare e creare con le mani sono le mie grandi passioni, ma il pungolo della curiosità mi ha sempre portato a interrogarmi sui grandi misteri della vita e a informarmi sui 'piccoli misteri' dell'uomo.

a cura di Dr.ssa Emiliana Meleo
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Ludovica Cesaroni
Ludovica Cesaroni
in Attività fisica

308 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Emiliana Meleo
Contenuti correlati
Persone in palestra si allenano col vogatore
Vogatore: cos'è e come si utilizza per l'allenamento

Il vogatore è un attrezzo fitness che allena vari gruppi muscolari. Scopriamo quali vantaggi apporta all'allenamento e come utilizzarlo al meglio.

Un ragazzo una la calf machine
Calf machine: cos'è e come usarla per l'allenamento

Calf machine è il nome di un attrezzo fitness usato per allenare i muscoli dei polpacci. Scopriamo come utilizzarla al meglio e quali esercizi eseguire.

icon/chat