Mindfulness e meditazione: quali sono le differenze?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 22 Settembre, 2023

Mindfulness e Meditazione: Quali sono le Differenze?

La meditazione è una pratica antica che comprende diverse tecniche volte a favorire il benessere psicofisico di un individuo. 

La mindfulness, pur derivando dalla meditazione, si differenzia per alcune caratteristiche: quali sono le differenze nello specifico tra mindfulness e meditazione? Vediamolo insieme.

Cos’è la mindfulness?

Per mindfulness si intende una forma specifica di meditazione, il cui obiettivo principale è il raggiungimento di un profondo grado di conoscenza e consapevolezza di sé e della realtà. 

Nello specifico, la mindfulness consiste in una pratica basata su esercizi specifici di respirazione, immaginazione guidata e pratiche di rilassamento che coinvolgono sia il corpo sia la mente. 

Lo scopo principale di questa pratica meditativa è quello di aiutare a rimanere concentrati sui nostri sensi e ancorati alle sensazioni del momento, sospendendo ogni forma di interpretazione o giudizio su ciò che si sta vivendo o di cui si sta facendo esperienza. 

Cosa si intende con “meditazione”?

La meditazione è una pratica antichissima e comune a numerose tradizioni religiose e spirituali. 

Il termine meditazione rappresenta un nome generico che include diversi tipi di tecniche e pratiche, utili a favorire il rilassamento e ad acquisire una maggiore consapevolezza di sé e di ciò che ci circonda. Questo si ritiene essenziale per vivere a pieno il "qui ed ora". 

Attraverso l’uso di tecniche meditative di vario tipo si può allenare la mente a raggiungere uno stato di calma e stabilità. 

Quali sono le differenze fra le due pratiche?

C'è una sottile linea che separa mindfulness e meditazione ma la differenza principale è che la meditazione fa riferimento ad un insieme di pratiche e tecniche che includono anche la mindfulness.

Più semplicemente si può dire che la mindfulness è una delle tante tecniche meditative che attraverso i suoi esercizi permette di imparare a cogliere elementi, sensazioni ed emozioni che solitamente sfuggono alla nostra attenzione, per giungere ad una più completa consapevolezza di noi stessi e della realtà che ci circonda. 

La meditazione, in particolare quella concentrativa, è una pratica più profonda e intensa, attraverso i cui esercizi ci si allena a trascendere la mente e i processi di pensiero.

Quando è più indicata la mindfulness e quando la meditazione?

La mindfulness può essere praticata sia a livello formale che informale, in qualsiasi luogo e senza alcuna guida. 

Questo tipo di meditazione è indicata soprattutto per coloro che vogliono svolgere i propri esercizi in autonomia, senza il bisogno di ricorrere alla guida di un insegnante. Durante gli esercizi di mindfulness, infatti, la mente rimane vigile e attiva ma concentrata sulle sensazioni del momento, proprio per questo può essere svolta anche mentre si è impegnati in altre attività.

Al contrario, gli esercizi di meditazione (in particolare quella zen o la meditazione trascendentale) hanno bisogno di essere praticate in un ambiente protetto e in determinate condizioni, utili a facilitare la concentrazione su un oggetto, un’immagine, un suono o un mantra necessari per raggiungere uno stato mentale trascendente. 

Per riassumere, dunque, mentre la mindfulness può essere applicata ad ogni situazione o evento quotidiano, la meditazione necessita di essere praticata per uno specifico lasso temporale e in specifiche condizioni ambientali. 

Proprio per questi motivi, la mindfulness è forse una forma di meditazione più accessibile e popolare, ma la determinazione di quale delle due pratiche scegliere dipende dagli obiettivi e dalle preferenze individuali del singolo.  

Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Giusy Messina
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Mental health

1787 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Giusy Messina
Contenuti correlati
ragazza fa meditazione davanti ad un lago
Autoipnosi: cos'è e come funziona

Cos'è l'autoipnosi e come funziona? Andiamo alla scoperta di quali tecniche è possibile mettere in pratica per risolvere varie tipologie di problematica.

Donna dorme a letto
Come rilassarsi per dormire? Ecco qualche consiglio

Come rilassarsi per dormire? Se stai cercando una tecnica efficace per addormentarsi velocemente, qui potrai trovare varie idee da mettere alla prova.