icon/back Indietro Esplora per argomento

Yoga e meditazione: quali sono le differenze?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 14 Dicembre, 2022

Yoga e meditazione: quali sono le differenze?

Praticare Yoga e meditazione è ormai una pratica diffusa in tutto il mondo - e non solo nelle rispettive terre d’origine -. 

Quali sono le differenze e i punti in comune di queste due attività? Quali sono i benefici dello yoga quali quelli della meditazione

Scopriamolo insieme. 

Cos’è lo Yoga?

Nell’uso occidentale, lo Yoga è una disciplina che prevede benefici psicofisici, costituito da pratiche e studi teorici volti a migliorare:

  • stile di vita; 
  • forza d’animo; 
  • benessere fisico ed emotivo.

Lo Yoga comprende anche attività di ginnastica e respirazione finalizzate al rilassamento.

Storicamente, però, lo Yoga rappresenta una delle sei scuole ortodosse della tradizione filosofica indù. Affonda le sue radici nell’India ed è strettamente connesso ad altri concetti come prana, chakra, meditazione, samsara e karma.

In tempi moderni, invece, le attività fisiche e le posizioni messe in atto durante questa pratica vengono ricollegate ad una forma specifica di Hata Yoga (gli esercizi psicofisici che tutti ormai ricolleghiamo all’idea di Yoga).

Come si fa Yoga?

Lo Yoga moderno consiste in una serie di asanaposture in stile stretching –, pranayamaesercizi di respirazione – e savasanarilassamento da coricati –.

A seconda delle posizioni yoga, ne esistono di vari tipi:

  • Ashtanga, il più fisico;
  • Bikram, per eliminare le tossine;
  • Power, il più dinamico;
  • Yin, più lento e meditativo;
  • Karma, il meno dinamico.

Cosa si intende con meditazione?

La meditazione consiste in una serie di pratiche che hanno lo scopo di tranquillizzare la mente, trovare un equilibrio e gestire le emozioni.

Solitamente la seduta si svolge in un luogo tranquillo e si deve assumere una posizione comoda, preferibilmente seduta: occorre chiudere gli occhi e concentrarsi sul respiro, focalizzandosi su un oggetto mentale e pensando solo al presente.

In questo modo chi pratica yoga abbandona pensieri ed emozioni negative, raggiungendo benessere e calma.

La meditazione è, quindi, uno stato di profonda pace che si realizza quando la mente è serena e completamente lucida.

Tecniche di meditazione

Esistono innumerevoli forme di meditazione, che variano a seconda delle aree geografiche, della filosofia e della corrente di pensiero.

Ecco le più famose:

  • Meditazione Zen: si svolge nella classica posizione seduta, aumenta la consapevolezza e l’autocontrollo.
  • Meditazione Trascendentale: si pratica attraverso la ripetizione di un mantra e aiuta a trovare l’armonia.
  • Meditazione Vipassana: si basa sulla focalizzazione di un oggetto e dei suoi movimenti, permette di elevare la spiritualità ad un livello superiore.

Quali sono le differenze fra Yoga e meditazione?

Spesso si parla di meditazione-Yoga ma queste due pratiche presentano alcune differenze:

  • lo Yoga è una disciplina fisica, che permette di trovare un legame tra corpo e mente, inoltre genera benefici sul benessere psicologico;
  • la meditazione, come abbiamo visto, è un esercizio di contemplazione che consente di vedere i propri pensieri dall’esterno. Aiuta a gestire le proprie emozioni, ad assumere un atteggiamento non giudicante rispetto a ciò che viene osservato.

Quando parliamo di meditazione-Yoga lo facciamo perché la prima può essere condotta all’interno della seconda, unendo i benefici di entrambe le pratiche.

Quando è più indicato lo Yoga e quando la meditazione?

Il momento migliore per intraprendere la pratica dello Yoga o della meditazione si può riconoscere osservando le carenze emozionali che fanno parte della nostra vita.

Lo Yoga migliora la forza e la resistenza, prevedendo esercizi aerobici che fanno bene al cuore e che perfezionano l’equilibrio e la flessibilità.

Migliora la qualità della vita e del sonno, alleviando lo stress e potenziando la memoria, l’attenzione e la concentrazione.

La meditazione, di contro, ha effetti più introspettivi: aiuta, ad esempio, ad alleviare il dolore concentrandosi su una specifica parte del corpo.

Può migliorare il sistema immunitario e la fertilità, contrastando lo stress e migliorando la fiducia in se stessi.

Lo stato di calma e tranquillità apportato dalla meditazione può stimolare la creatività e la concentrazione, perfezionando anche le relazioni sociali.

Condividi
Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Giusy Messina
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Mental health

1779 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Giusy Messina
Contenuti correlati
Fitfullness: Di Cosa si Tratta?
Cos'è la fitfullness e quali sono i suoi benefici sul benessere mentale

La fitfullness si riferisce alla sensazione di benessere psicofisico e felicità che si prova dopo un allenamento. Ma quali sono i benefici? Scopri di più.

ragazza fa meditazione davanti ad un lago
Autoipnosi: cos'è e come funziona

Cos'è l'autoipnosi e come funziona? Andiamo alla scoperta di quali tecniche è possibile mettere in pratica per risolvere varie tipologie di problematica.

icon/chat