Sacco amniotico

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Sebastiana Pappalardo
Indice contenuto:
  1. Il fluido amniotico
  2. Cosa succede quando si rompono le acque?

Il fluido amniotico

Sacco amniotico

Il sacco amniotico contiene un liquido chiaro di colore giallino in cui il bambino non ancora nato galleggia e si muove. Il liquido amniotico protegge il bambino da urti e lesioni e aiuta anche il sistema muscolo-scheletrico a sviluppare e mantenere una temperatura costante per il piccolo.

Il sacco amniotico inizia a formarsi e riempirsi di fluido in pochi giorni dopo il concepimento. Il liquido amniotico è principalmente acqua. All’incirca dopo la decima settimana il feto passa piccole quantità di urina nel liquido.

La quantità di liquido amniotico aumenta gradualmente durante la gravidanza fino a circa 38 settimane, poi si riduce leggermente fino alla nascita del bambino.

Cosa succede quando si rompono le acque?

Prima o durante il travaglio il sacco amniotico si rompe e il liquido amniotico defluisce attraverso la vagina. Questo fenomeno è comunemente noto come rottura delle acque. Se le vostre acque si rompono prima dell'avvio del travaglio, si noterà:

  • un lento stillicidio dalla vagina
  • un improvviso zampillo d'acqua che non si può controllare

Si consiglia di informare immediatamente l'ostetrica o il ginecologo o recarsi in ospedale. Se avete intenzione di partorire in ospedale o in una unità ostetrica, probabilmente vi sarà stato consigliato di andarci una sola volta. Senza liquido amniotico, il bambino non è più protetto ed è a rischio di infezione e un parto cosiddetto "secco" è molto più difficile..