Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Colite Microscopica

Colite microscopica

Colite microscopica
Curatore scientifico
Dr. Natale Saccà
Specialità del contenuto
Gastroenterologia

Che cosa è la colite microscopica?

Il termine colite microscopica si riferisce all’infiammazione del colon che è visibile solo quando il rivestimento del colon viene esaminato al microscopio. L'aspetto del rivestimento interno del colon nella colite microscopica è normalmente controllato tramite ispezione visiva con sigmoidoscopia flessibile o dalla colonscopia. La diagnosi di colite microscopica viene fatta quando il medico, durante l'esecuzione della colonscopia o della sigmoidoscopia flessibile, preleva del tessuto per le biopsie e lo esamina al microscopio.

Quali sono i diversi tipi di colite microscopica?

Ci sono due tipi di colite microscopica:

  1. colite linfocitica
  2. colite collagenosica

Nella colite linfocitica vi è un accumulo di linfociti all'interno del rivestimento del colon. Nella colite collagenosica vi è un ulteriore livello di collagene appena sotto il rivestimento. Alcuni esperti ritengono che questi due tipi di colite rappresentino diversi stadi della stessa malattia.

L'infiammazione e il collagene interferisce probabilmente con l’assorbimento di acqua nel colon, e causano la diarrea.

Quali sono le cause della colite microscopica?

La causa della colite microscopica è sconosciuta. Alcuni medici sospettano che la colite microscopica sia una malattia autoimmune simile ai disordini autoimmuni cronici che causano la colite ulcerosa e morbo di Crohn.

Uno studio ha correlato l'uso a lungo termine (più di 6 mesi) di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) con la colite microscopica. Alcuni individui migliorano le proprie condizioni dopo la sospensione dei FANS.

Quali sono i sintomi della colite microscopica?

Il sintomo principale della colite microscopica è la diarrea acquosa cronica. Gli individui con colite microscopica possono avere diarrea per mesi o anni prima che la diagnosi sia fatta. In genere, i sintomi iniziano lentamente e sono di natura intermittente, con periodi in cui la persona si sente bene, seguiti da attacchi di diarrea cronica. Questa diarrea cronica è diversa dalla diarrea acuta della colite infettiva, che dura tipicamente solo alcuni giorni o poche settimane. Alcuni individui con colite microscopica potrebbero sperimentare lievi dolori addominali e crampi. Il sangue nelle feci è insolito.

Quanto è diffusa la colite microscopica e chi è a rischio?

Si stima che il 10%-20% delle persone con diarrea cronica potrebbero avere la colite microscopica, e la condizione sta diventando sempre più comune negli ultimi anni. Non è chiaro, tuttavia, se vi è un vero e proprio aumento della frequenza della colite microscopica o se i medici riescano a diagnosticarla più frequentemente.

La colite microscopica comunemente si verifica in pazienti di mezza età o anziani ed è più comune tra le donne rispetto agli uomini.

Quando bisogna rivolgersi al medico per la colite microscopica?

Bisognerebbe cercare assistenza medica se la diarrea dura più di due settimane o se è accompagnata da sintomi come perdita di peso, stanchezza e dolore addominale.

Come viene diagnosticata la colite microscopica?

La diagnosi di colite microscopica è fatta eseguendo biopsie provenienti da diverse regioni del colon durante la colonscopia o la sigmoidoscopia flessibile.

Le anomalie del rivestimento del colon nella colite microscopica si verificano con una distribuzione a macchia di leopardo (aree di rivestimento normale possono essere adiacenti ad aree di rivestimento anormale). Per questo motivo, biopsie multiple dovrebbero essere prelevate da varie regioni del colon per fare una diagnosi accurata.

La natura irregolare della colite microscopica è il motivo per cui anche la sigmoidoscopia flessibile è spesso inadeguata per diagnosticare la condizione, perché le anomalie della colite microscopica possono essere assenti dal sigma (il segmento del colon che è più vicino al retto ed è alla portata di un sigmoidoscopio) nel 30%-40% dei pazienti con colite microscopica.Quindi, biopsie di altre regioni del colon accessibili solo con la colonscopia possono essere necessarie per la diagnosi della colite microscopica.

Qual è il trattamento per la colite microscopica?

Il trattamento della colite microscopica non è stato standardizzato, siccome non ci sono stati adeguati studi di trattamento controllati con placebo su larga scala.

Le seguenti strategie sono sicure e possono ridurre la diarrea in alcuni pazienti:

  • evitare i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)
  •  eliminazione del lattosio, per eliminare la possibilità che l'intolleranza al lattosio possa aggravare la diarrea
  •  uso di farmaci antidiarreali 

Si può prevenire la colite microscopica?

Poiché la causa della colite microscopica non è nota, non può essere fornita consulenza su come evitare questa malattia.

Qual è la prognosi della colite microscopica?

La prognosi a lungo termine della colite microscopica non è chiara. In circa due terzi dei pazienti con colite microscopica, la diarrea si risolve spontaneamente dopo diversi anni. Il rimanente terzo dei pazienti di diarrea persistente o intermittente per molti anni (indefinitamente).

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Diarrea
La diarrea è un disturbo dell'intestino consistente nell’aumento della frequenza giornaliera dell’evacuazione.
Ernia
Un'ernia si verifica quando gli organi interni spingono verso l'esterno, su parete muscolare e tessuti, producendo il caratteristico rigo...
Nausea
La nausea indica una sensazione di malessere a livello dello stomaco può essere acuta, di breve durata o prolungata. Spesso anticipa l'em...