Contrazioni ventricolari premature

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Leon Bertrand, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Cosa sono le contrazioni ventricolari premature?
  2. Cosa succede durante le contrazioni ventricolari premature?
  3. Quando si verificano le contrazioni ventricolari premature?
  4. Cosa provoca le contrazioni ventricolari premature?
  5. Quali sono i sintomi delle contrazioni ventricolari premature?
  6. Quali sono i pericoli a cui espongono le contrazioni ventricolari premature?
  7. Come diagnosticare le contrazioni ventricolari premature?
  8. Quali sono i trattamenti per le contrazioni ventricolari premature?

Cosa sono le contrazioni ventricolari premature?

Le contrazioni ventricolari premature sono battiti cardiaci prematuri provenienti dai ventricoli del cuore, tali contrazioni ventricolari sono definite premature perché si verificano prima del battito cardiaco regolare.Il ventricolo destro fornisce sangue ai polmoni, mentre il ventricolo sinistro eroga sangue al resto del corpo, il battito cardiaco (polso) che sentiamo è causato dalla contrazione dei ventricoli.

Il battito del cuore è normalmente controllato dal sistema elettrico del cuore costituito dal nodo SA (nodo seno-atriale), nodo AV (nodo atrio-ventricolare) e dai tessuti speciali nei ventricoli che conducono l'elettricità.Il nodo SA è il pacemaker elettrico del cuore, il nodo SA mantiene il battito cardiaco in modo regolare; a riposo, la frequenza delle scariche elettriche provenienti dal nodo SA è bassa e il cuore batte nella fascia più bassa del normale (60-80 battiti / minuto).

Durante l'esercizio fisico o eccitazione, la frequenza delle scariche del nodo SA aumenta e, di conseguenza, aumenta la velocità con cui il cuore batte.Le scariche elettriche passano dal nodo SA attraverso i tessuti speciali degli atri nel nodo AV e attraverso il nodo AV ai tessuti di conduzione speciale dei ventricoli, permettendo a questi di contrarsi.

Cosa succede durante le contrazioni ventricolari premature?

Durante le contrazioni ventricolari premature, le scariche elettriche del ventricolo avvengono prematuramente rispetto alle normali scariche.Queste scariche sono dovute all' "irritabilità" del muscolo cardiaco dei ventricoli che può essere data da mancanza di ossigeno o da farmaci. Immediatamente dopo una contrazione ventricolare prematura, il sistema elettrico del cuore si resetta.

Questo reset provoca una breve pausa nel battito cardiaco e alcuni pazienti riferiscono di sentirsi il cuore fermarsi brevemente dopo una contrazione ventricolare prematura.

Quando si verificano le contrazioni ventricolari premature?

Le contrazioni ventricolari premature sono comuni, molte persone le hanno senza sintomi. Generalmente sono più comuni tra i pazienti più anziani, i pazienti con pressione alta, ed i pazienti con malattia cardiaca, ma le contrazioni ventricolari premature possono verificarsi anche in giovani soggetti sani, senza malattie cardiache o pressione alta.

Cosa provoca le contrazioni ventricolari premature?

Ci sono molte cause inerenti le contrazioni ventricolari premature, queste includono:

  • infarto
  • ipertensione
  • cardiomiopatia, tra cui insufficienza cardiaca congestizia
  • malattie delle valvole cardiache, come prolasso della valvola mitrale
  • ipopotassiemia (bassi livelli ematici di potassio)
  • ipomagnesiemia (sangue i livelli di magnesio).

L'ipopotassiemia ed ipomagnesiemia possono verificarsi, ad esempio, nei pazienti che assumono diuretici (pillole d'acqua), l'ipossia si verifica in concomitanza con malattie polmonari come l'enfisema e broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Quali sono i sintomi delle contrazioni ventricolari premature?

I pazienti con contrazioni ventricolari premature possono segnalare la sensazione che il cuore si sia fermato brevemente. Questo avviene perché di solito c'è una breve pausa nel battito cardiaco dopo una contrazione ventricolare prematura quando il sistema elettrico del cuore resetta. Inoltre, il battito prematuro può non essere sentito perché il cuore non ha avuto il tempo di riempirsi di sangue prima di battere.

I pazienti con frequenti contrazioni ventricolari premature, come bigeminismo (ogni battito cardiaco altro è una contrazione ventricolare prematura), distici (due consecutivi contrazioni ventricolari premature), o triplette (tre consecutivi contrazioni ventricolari premature) spesso non hanno sintomi, ma in rare occasioni possono accusare debolezza, vertigini o svenimento. Questo avviene perché spesso le contrazioni ventricolari premature possono diminuire la capacità del cuore di pompare sangue agli altri organi (diminuita gittata cardiaca), con conseguente bassa pressione sanguigna.

I pazienti con tre o più contrazioni ventricolari premature consecutive di fila hanno tachicardia ventricolare. La tachicardia ventricolare prolungata può portare a bassa gittata cardiaca, pressione sanguigna bassa e svenimento (sincope).La tachicardia ventricolare può anche svilupparsi in fibrillazione ventricolare che è un ritmo cardiaco fatale.

Quali sono i pericoli a cui espongono le contrazioni ventricolari premature?

Le contrazioni ventricolari premature in soggetti sani, senza la pressione alta e malattie cardiache non pongono rischi per la salute, in pazienti con malattie cardiache (infarto, scompenso cardiaco, malattie delle valvole cardiache) possono essere associate ad un aumentato rischio di tachicardia ventricolare. La tachicardia ventricolare è una successione continua di contrazioni ventricolari rapide.La Tachicardia ventricolare comporta pericolo di vita perché:

  • si verifica improvvisamente, senza preavviso
  • si sviluppa spesso in fibrillazione ventricolare

La fibrillazione ventricolare è un ritmo caotico pertanto il cuore con fibrillazione ventricolare non può pompare il sangue efficacemente al cervello e al resto del corpo. Se non trattata, la fibrillazione ventricolare può essere fatale in pochi minuti.

Come diagnosticare le contrazioni ventricolari premature?

Le contrazioni ventricolari premature prevedono elettrocardiogrammi (ECG ECG) e monitoraggio Holter, esami del sangue, ecocardiogrammi e prove di stress cardiaco che vengono utilizzate per determinare le cause subalterne di contrazioni ventricolari.L'ECG può dimostrare anche altri problemi come ad esempio attacchi di cuore, ipopotassiemia, tossicità da digossina, ispessimento del muscolo cardiaco (ipertrofia)a causa della pressione alta a lungo termine del sangue.Un monitoraggio Holter può non rilevare le contrazioni ventricolari premature se non si verificano in quel momento.L'ecocardiografia, invece, utilizza ultrasuoni per produrre immagini delle camere del cuore delle valvole e delle membrane che rivestono il cuore (pericardio).

Quali sono i trattamenti per le contrazioni ventricolari premature?

Per le contrazioni ventricolari premature è bene:

  • alleviare i sintomi di palpitazione
  • prevenire la tachicardia ventricolare che può causare morte improvvisa.

Negli individui sani senza patologie cardiache, le contrazioni ventricolari premature non necessitano di alcun trattamento.