Ematoma subdurale

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Giovanni Mazzotta, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Che cosa è un ematoma subdurale?
  2. Quali sono le cause di ematoma subdurale?
  3. Quali sono i sintomi di ematoma subdurale?
  4. Come viene effettuata la diagnosi?
  5. Qual è la cura di un ematoma subdurale?

Che cosa è un ematoma subdurale?

Il sanguinamento in un ematoma subdurale quindi si trova sotto il cranio ma fuori dal cervello.

Mentre il sangue si accumula la pressione sul cervello, però aumenta; questo aumento di pressione può portare alla perdita di conoscenza e alla morte.

 Alcuni ematomi subdurali si fermano e si risolvono spontaneamente; altri richiedono invece l'intervento del neurochirurgico.

Quali sono le cause di ematoma subdurale?

L’ematoma subdurale è solitamente causato da un trauma alla testa.

Il colpo improvviso alla testa crea il sanguinamento dei vasi sanguigni che corrono lungo la superficie del cervello. Questo tipo è conosciuto come ematoma subdurale acuto.

Le persone con un disturbo della coagulazione e le persone che prendono anticoagulanti hanno maggiori probabilità di sviluppare un ematoma subdurale. Un trauma cranico leggero può causare un ematoma subdurale nelle persone con una tendenza al sanguinamento.

In un ematoma subdurale cronico, le piccole vene sulla superficie esterna del cervello possono strapparsi, causando il sanguinamento nello spazio subdurale. I sintomi neurologici possono essere evidenti dopo diversi giorni o settimane. Gli anziani sono a maggior rischio di ematoma subdurale cronico perché il restringimento del cervello fa diventare i vasi sagnuigni più allungati e quindi vulnerabili agli strappi. 

Quali sono i sintomi di ematoma subdurale?

I sintomi di ematoma subdurale dipendono principalmente dal tasso di sanguinamento dell’emoragia. Nelle lesioni alla testa con una grave emorragia una persona può perdere conoscenza e entrare subito in coma.

Quando invece il sanguinamento è lento una persona può apparire normale per diversi giorni dopo il trauma e lentamente diventare confusa per perdere infine conoscenza. Negli ematomi subdurali con crescita lenta può succedere che non ci siano sintomi evidenti per più di due settimane dopo l'inizio sanguinamento.

I sintomi di ematoma subdurale più comuni sono:

  • Mal di testa
  • Confusione
  • Cambiamento nei comportamenti e nell'umore
  • Vertigini
  • Nausea e vomito
  • Letargia o eccessiva sonnolenza
  • Debolezza
  • Apatia
  • Attacchi epilettici

Come viene effettuata la diagnosi?

Alle persone che vengono sottoposte a cure mediche dopo un trauma cranico spesso viene effettuata analisi di imaging alla testa, con la tomografia computerizzata (TC) o risonanza magnetica (RM).

Qual è la cura di un ematoma subdurale?

La cura degli ematomi subdurali dipende dalla loro gravità. Il trattamento può variare da una attesa vigile del medico fino a un intervento chirurgico al cervello.

Gli ematomi subdurali gravi o pericolosi richiedono un intervento chirurgico per ridurre la pressione sul cervello. I chirurghi possono utilizzare varie tecniche per trattare gli ematomi subdurali:

  • Trapanazione: un foro è praticato nel cranio sull'area del ematoma subdurale e il sangue viene aspirato attraverso il foro
  • Craniotomia: una sezione del cranio viene rimossa per consentire un accesso migliore all’ematoma subdurale per ridurre la pressione. Il cranio rimosso viene riposizionato alla fine della procedura

Se una persona ha un problema di coagulazione o sta prendendo anticoagulanti, devono essere adottate delle misure per migliorare la coagulazione del sangue con vitamina K o prodotti derivati dal sangue. Altri farmaci per ridurre l'edema cerebrale o la pressione possono essere prescritti.