Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Epilessia Jacksoniana

Epilessia jacksoniana

Curatore scientifico
Dr. Leila Turnava
Specialità del contenuto
Neurologia
Indice del contenuto

Cos'è

L'epilessia jacksoniana è una forma di epilessia caratterizzata da brevi alterazioni dei movimenti, delle sensazioni e delle funzioni nervose. 

Prende il nome dal neurologo inglese, John Hughlings Jackson, che studiò i disturbi del linguaggio e confermò che i centri del linguaggio si trovassero nel cervello (area di Broca). Egli descrisse ciò che oggi vengono definite le crisi jacksoniane nel 1863. Nel 1875 scoprì quale parti del cervello fossero responsabili delle crisi. 

Cause

L'epilessia jacksoniana è causata da un'attività elettrica anormale in un'area localizzata del cervello. Tale tipo di epilessia non causa nessun cambiamento dello stato di coscienza o di lucidità nel soggetto colpito. Infatti, le crisi sono transitorie, veloci e di breve entità.

Sintomi

L'epilessia jacksoniana può avere dei sintomi legati ai movimenti involontari molto vari, tra i quali:
  • scatti con la testa
  • movimenti oculari
  • schiocchi con le labbra
  • movimenti con le labbra
  • perdita di bava
  • contrazioni muscolari ritmiche in specifiche parti del corpo
  • intorpidimento anormale
  • formicolio.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cefalea
La cefalea è una tipologia di mal di testa e può essere di due generi, primaria e secondaria. 
Disartria
La disartria è un disordine della parola. Deriva da una alterazione dei movimenti dei muscoli che permettono di parlare correttamente, tr...
Insonnia
L'insonnia è la percezione di un sonno insufficiente o di scarsa qualità.