Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Iperaldosteronismo

Iperaldosteronismo

Iperaldosteronismo
Curatore scientifico
Dr. Chiara Tuccilli
Specialità del contenuto
Endocrinologia

Che cos'è l'iperaldosteronismo?

L'iperaldosteronismo è una malattia provocata da un'eccessiva produzione di aldosterone. L’aldosterone è un ormone prodotto dalla regione corticale della ghiandola surrenale (corteccia surrenale) e il segnale per la sua produzione è rappresentato da un calo della pressione arteriosa. Il suo ruolo, infatti, è quello di elevare la pressione quando necessario.

Quanti e quali sono i tipi di iperaldosteronismo?

Esistono diverse tipologie di iperaldosteronismo riconducibili a due:

  • iperaldosteronismo primario
  • iperaldosteronismo secondario

Quali sono le cause dell'iperaldosteronismo?

Le due tipologie di iperaldosteronismo sono determinate da cause diverse. Infatti, l’iperaldosteronismo primario è causato da:

  • adenoma surrenale secernente aldosterone
  • iperplasia surrenale mono e bilaterale
  • iperaldosteronismo familiare sopprimibile e non sopprimibile con glucocorticoidi
  • carcinoma surrenale secernente aldosterone
  • tumore ectopico secernente aldosterone

Le cause più comuni dell’iperaldosteronismo primario sono l’adenoma surrenale secernente aldosterone e l’iperplasia surrenale bilaterale, mentre le altre cause sono più rare.

L’iperaldosteronismo secondario, invece, è causato da:

  • ipertensione maligna
  • ipertensione essenziale con alta renina
  • stenosi nefrovascolare
  • tumori secernenti renina

Quali sono i sintomi dell'iperaldosteronismo?

L'iperaldosteronismo può essere asintomatico, ma può presentare anche i seguenti sintomi:

  • astenia, parestesie, crampi muscolari, aritmie, causati dall’ipopotassiemia associata
  • polidipsia, poliuria, ipereccitabilità neuromuscolare, causate da alcalosi
  • ipertensione, che è la principale manifestazione della condizione

Come si diagnostica l'iperaldosteronismo?

Per diagnosticare l'iperaldosteronismo si procede a:

  • dosaggio di aldosterone plasmatico e urinario
  • dosaggio di potassio e sodio
  • test di carico salino
  • test di deplezione sodica
  • prova di normalizzazione della pressione arteriosa

Per individuare la sede della malattia si possono effettuare:

  • tomografia computerizzata
  • scintigrafia

Quali sono i trattamenti per l'iperaldosteronismo?

La terapia per l'iperaldosteronismo può essere sia chirurgica (in caso di adenoma e in alcuni casi di iperplasia) che medica. In tutti i casi va seguita una dieta iposodica.

In caso di carcinoma, la terapia sia medica che chirurgica è solo palliativa.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Linfoadenopatia
L’ingrossamento dei linfonodi non sempre è da attribuirsi a cause patologiche, ma la sua persistenza lo rende un fenomeno da indagare, po...
Sindrome metabolica
La sindrome metabolica è la presenza di diverse alterazioni del metabolismo che si manifestano contemporaneamente e predispongono al risc...
Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.