Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Ipocalcemia

Ipocalcemia

Ipocalcemia
Curatore scientifico
Dr.ssa Chiara Tuccilli
Specialità del contenuto
Ematologia

Che cos'è l'ipocalcemia?

Il termine ipocalcemia si riferisce a bassi livelli di calcio nel sangue, cioè inferiori a 2,2 mmol/l, e solitamente causa una serie di disturbi. Tuttavia, in alcuni casi anche i bassi valori di calcio possono essere considerati normali, come nell’ipoalbuminemia (riduzione della proteina albumina) e nell’acidosi (condizione in cui il pH del sangue diminuisce, diventando acido). 

Inoltre, l'ipocalcemia può essere acuta o cronica.

Quali sono le cause dell'ipocalcemia?

Le cause dell'ipocalcemia sono molteplici:

  • ipoparatiroidismo idiopatico o post-operatorio
  • pseudoipoparatiroidismo (cioè resistenza all’azione del paratormone)
  • malassorbimento
  • ustioni
  • sepsi
  • insufficienza renale cronica
  • pancreatite acuta con necrosi
  • carenza di vitamina D
  • insufficienza renale cronica
  • ipomagnesemia (riduzione dei livelli di magnesio)
  • terapia prolungata con anticonvulsivanti
  • sindrome di Franconi
  • trasfusioni abbondanti
  • neoplasia maligna

Quali sono i sintomi dell'ipocalcemia?

I sintomi principali provocati da ipocalcemia sono:

  • spasmi muscolari
  • irritabilità
  • tetania
  • parestesie
  • convulsioni
  • aritmie cardiache
  • sindromi depressive
  • parkinsonismo

Come si diagnostica l'ipocalcemia?

L'ipocalcemia può essere diagnosticata con un esame del sangue e delle urine. I valori di riferimento normali per il calcio nelle urine sono diversi tra uomo e donna. Il dosaggio è effettuato sulle urine raccolte nelle 24 ore. Nell’uomo i valori di riferimento sono 2,5-10,0 mmol/24h, nella donna sono 2,5-9,0 mmol/24h.

Per accertarsi che l’ipocalcemia sia vera e non falsa, nel prelievo sanguigno occorre sempre dosare anche l’albumina. Con valori di albumina superiori a 4 g/dl, i livelli di calcio misurati sono attendibili. Diversamente, se l’albumina è inferiore a 4 g/dl, la misura del calcio va corretta matematicamente poiché altrimenti non è attendibile. Inoltre vanno dosati il paratormone, la vitamina D, la creatinina e il magnesio.

Vi sono poi altri dosaggi richiesti come secondo livello.

Tra gli esami strumentali di primo livello utili alla diagnosi vi sono:

  • L'elettrocardiogramma, il quale può evidenziare anormalità ventricolari
  • TAC encefalica, per valutare la presenza di calcificazioni in particolari regioni

Quali sono i trattamenti per l'ipocalcemia?

L’ipocalcemia asintomatica è solitamente transitoria, perciò non è necessaria terapia. Nell’ipocalcemia acuta sintomatica, invece, si somministra calcio gluconato per via endovenosa. La terapia per l'ipocalcemia cronica si basa sulla somministrazione orale di calcio e vitamina D.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Anemia aplastica
I difetti del midollo osseo correlati al suo mancato o ridotto sviluppo, cioè all’aplasia midollare, sono causa di pancitopenia, ovvero d...
Micoplasma
I micoplasmi sono le più piccole forme batteriche in grado di vita autonoma. Sono batteri ubiquitari che vivono sia come saprofiti sia co...
Monocitosi
 Con il termine monocitosi si intende una elevata concentrazione dei monociti nel sangue.