Ipokaliemia

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Chiara Tuccilli
Indice contenuto:
  1. Che cos'è l'ipokaliemia?
  2. Quali sono le cause dell'ipokaliemia?
  3. Quali sono i sintomi dell'ipokaliemia?
  4. Come si diagnostica l'ipokaliemia?
  5. Quali sono i trattamenti per l'ipokaliemia?

Che cos'è l'ipokaliemia?

Ipokaliemia

L'ipokaliemia è un disturbo elettrolitico caratterizzato da un basso livello di potassio nel sangue. I valori di riferimento normali per il potassio sono 3,4-5,2 mmol/l.

Quali sono le cause dell'ipokaliemia?

Le cause più comuni dell'ipokaliemia sono:

  • iperaldosteronismo primitivo o secondario
  • sindrome di Cusching
  • sindrome di Franconi
  • denutrizione
  • abuso di farmaci quali diuretici tiazidici e steroidi surrenali
  • problemi gastrointestinali (vomito, diarrea)
  • problemi renali (acidosi tubulare)
  • abuso di alcolici
  • chetoacidosi diabetica
  • ipertensione

Quali sono i sintomi dell'ipokaliemia?

L'ipokaliemia in forma leggera può essere asintomatica. I sintomi di una forma più grave possono essere:

  • debolezza muscolare
  • tetania
  • poliuria
  • mialgia
  • confusione
  • epilessia
  • disturbi nel ritmo cardiaco

Come si diagnostica l'ipokaliemia?

L'ipokaliemia si può diagnosticare mediante la valutazione del livello di potassio nel sangue. L'elettrocardiogramma può essere utilizzato per identificare aritmie cardiache.

Quali sono i trattamenti per l'ipokaliemia?

Il trattamento per l'ipokaliemia solitamente prevede la cura della causa scatenante affiancato da una terapia farmacologica volta a correggere il deficit di potassio.