icon/back Indietro

Ulcera

Chirurgia generale Gastroenterologia
Ulcera

Cosa è l'ulcera?

L’ulcera è una lesione infiammatoria della superficie interna dello stomaco (ulcera gastrica) o del duodeno (ulcera duodenale), provocata dall’azione corrosiva dei succhi gastrici.

L'ulcera è causata dalla rottura del rivestimento protettivo dello stomaco o del duodeno (la parte superiore dell’intestino tenue), entrambe zone che vengono a contatto con acidi gastrici ed enzimi.

Le ulcere duodenali sono più comuni rispetto alle ulcere gastriche. Relativamente rare, invece, sono le ulcere esofagee, che si formano nell'esofago e sono spesso conseguenza diretta dell’abuso di alcol.

Quali sono le cause dell'ulcera?

Anche senza il supporto di conferme scientifiche si è sempre pensato che le principali cause della formazione di ulcere fossero riconducibili principalmente a questi fattori:

  • Stress 
  • Predisposizione genetica ad un'eccessiva secrezione acida dello stomaco
  • Abuso di cibi grassi, alcol, caffeina e tabacco
Si riteneva che tali influenze contribuissero ad un accumulo anomalo di acidi nello stomaco e che la conseguenza naturale fosse quindi l’erosione del rivestimento protettivo dello stomaco, del duodeno o dell'esofago.

Se l’eccesiva secrezione acida dello stomaco gioca certamente un ruolo fondamentale nello sviluppo di questa malattia, una teoria relativamente recente sostiene come sia l'infezione batterica la causa primaria delle ulcere. Una ricerca condotta a partire dalla metà degli anni ’80, infatti, ha dimostrato in modo convincente che il batterio Helicobacter Pylori è presente in oltre il 90% delle ulcere duodenali e in circa l'80% delle ulcere gastriche.

Altri fattori sembrano contribuire alla formazione di ulcere sono:

  • Abuso di antidolorifici (come aspirina, ibuprofene e naprossene)
  • Abuso di alcol e fumo
Diverse ricerche, infatti, hanno confermato una maggiore incidenza di sviluppo di ulcere in soggetti che fumano regolarmente, bevono molto e sono consumatori abituali di antidolorifici.

Altri studi mostrano come le ulcere dello stomaco si formino con più probabilità in soggetti anziani. Due possono essere le cause della formazione di queste ulcere:

  • l’uso frequente di aspirina o ibuprofene per alleviare i dolori causati dall’artrite o disturbi simili;
  • con l'avanzare dell'età il piloro (la valvola presente tra stomaco e duodeno) tende a rilassarsi permettendo alla bile in eccesso (composto prodotto nel fegato per aiutare la digestione) di penetrare fino allo stomaco ed eroderne il rivestimento.
Infine, senza alcun motivo apparente, si è scoperto che le persone con gruppo sanguigno di tipo A hanno più probabilità di sviluppare ulcere cancerose allo stomaco, mentre quello con gruppo 0 tendono a presentare con più frequenza ulcere duodenali.
Ulcera

Quali sono i sintomi dell'ulcera?

Il sintomo più comune dell’ulcera è una sensazione di bruciore e dolore allo stomaco, in una parte ben delimitata al di sotto dello sterno.

Il dolore è causato dal contatto degli acidi gastrici con la zona infiammata e, di solito, tende a peggiorare a stomaco vuoto.  Altri sintomi che possono facilmente manifestarsi in caso di ulcere sono:
 
  • sensazioni di nausea e vomito;
  • cambiamenti improvvisi di appetito;
  • presenza di tracce di sangue nelle feci.
 La durata di questa sintomatologia può essere anche lunga e comprendere intervalli di tempo che vanno dai due ai tre mesi. 

Come curare un’ulcera?

L' ulcera è una malattia relativamente facile da trattare.

La terapia si basa sull’uso di sostanze (antibiotici e antiacidi) in grado di ridurre la quantità di acido prodotto dallo stomaco.
Il trattamento  dell'ulcera si può risolvere anche nel giro di poche settimane e l’intervento chirurgico è da prendere in considerazione soltanto se il paziente non risponde adeguatamente ai precedenti trattamenti farmacologici.

Esistono, inoltre, numerosi rimedi fitoterapici e omeopatici che devono però essere sempre somministrati sotto il controllo del proprio medico curante.

Qual è la dieta consigliata in caso di ulcera?

In caso di ulcera molto importante è fare attenzione al proprio regime alimentare.

Prima di tutto è utile consumare i pasti ad orari regolari, per evitare di peggiorare i sintomi dell'ulcera, alterando le regolari funzioni di stomaco e intestino.

Tra i cibi che è preferibile evitare in caso di ulcera si possono menzionare:

  • latticini:
  • carne;
  • salumi;
  • pesce;
  • verdure a difficile digeribilità;
  • dolci calorici;
  • frutta secca. 
È consigliabile anche astenersi da bibite gasate, caffè, the, cacao, succhi di frutta e superalcolici. Tutto ciò che è facilmente digeribile è invece cibo altamente consigliato.

Inoltre, è opportuno fare attenzione anche al proprio modo di cucinare, infatti, in caso di ulcera è preferibile: ridurre l’uso del sale e ricorrere più di frequente alla cottura a vapore o a stufatura e lessatura, senza aggiunta di ulteriori grassi.

Infine, è utile non mangiare troppo di fretta ma ingerire il cibo con molta calma, evitando pietanze troppo calde o fredde che potrebbero acuire il bruciore nell’intestino.
Dr. Enrico Tempèra Medico Chirurgo
Dr. Enrico Tempèra
gastroenterologo

Contenuti correlati

Nausea
icon/card/gastroenterology
La nausea indica una sensazione di malessere a livello dello stomaco, può essere acuta, di breve durata o prolungata. Spesso anticipa l'e...
Laparoceli
icon/card/salute
I laparoceli sono una complicanza dovuta all'intervento chirurgico addominale, con cause e sintomi specifici. Ecco quali sono i trattamen...
Feci verdi
icon/card/gastroenterology
Cosa significa quando le feci sono verdi? È una situazione normale o deve destare preoccupazione? Scopriamo le cause che influenzano il c...