Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Prestazioni
  4. Tonometria Ad Applanazione

Tonometria ad applanazione

Tonometria ad applanazione
Curatore scientifico
Dr. Domenico De Felice
Specialità del contenuto
Oculistica

Cos'è la tonometria ad applanazione?

La tonometria ad applanazione è una tecnica d'indagine che misura la pressione interna dell'occhio, tuttavia le modalità di misurazione sono diverse.

In cosa consiste la tonometria ad applanazione?

La tonometria ad applanazione è la procedura più adoperata per la misurazione della pressione interna dell'occhio ed è rapida e indolore, si effettua dopo avere instillato una goccia di anestetico ed una di colorante.

Successivamente un piccolissimo cono di plastica viene addossato delicatamente sulla cornea e la resistenza che questo incontra nell'applanare la superficie della cornea viene misurata su un'idonea scala graduata ed espressa in millimetri di mercurio.

Come si valutano i risultati della tonometria ad applanazione?

I risultati della tonometria ad applanazione prevedono che la pressione venga ritenuta normale da 6 millimetri di mercurio, come valore minimo, fino a 20 millimetri di mercurio, come valore massimo anche se l'esperienza insegna che sempre è così.

Tuttavia possono esistere pressioni dannose al di sotto dei 20 mm e pressioni che non lo sono sopra i 20 mm.La Curva tonometrica misura la pressione oculare in una giornata (viene misurata 4 volte) e fornisce dati più accurati circa i valori di pressione oculare.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Esame della refrazione
L'esame della refrazione è un'esame effettuato dallo specialista oculista durante il quale viene determinata la capacità visiva del pazie...
Cheratometria
Cheratometria è una metodica oculistica impiegata per misurare l’entità dell’astigmatismo della superficie anteriore della cornea ed il s...
Risonanza magnetica delle orbite
La risonanza magnetica alle orbite è un esame che si effettua prevalentemente per indagare le ghiandole lacrimali.