Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Iperattivita

Iperattività

Iperattività
Curatore scientifico
Dr. Leila Turnava
Specialità del contenuto
Neurologia

Che cosa si intende per iperattività?

Iperattività significa avere un eccessivo livello di attività motoria, svolgere azioni impulsive, avere una minor capacità di attenzione rispetto agli altri, ed essere facilmente distraibili.

I tipici comportamenti sono:

  • Movimento costante (come giocherellare nervosamente)
  • Farneticare
  • Parlare troppo
  • Difficoltà nel partecipare ad attività tranquille (come leggere)

L’iperattività non è facile da definire, spesso dipende dall’osservatore: il comportamento che può apparire eccessivo per una persona, può non esserlo per qualcun altro. Tuttavia alcuni bambini, quando comparati ad altri, sono chiaramente molto più attivi e questo può diventare un problema che interferisce con le attività scolastiche o nel farsi degli amici.

L’iperattività è spesso considerata più un problema per le scuole e per i genitori che per il bambino, ma molti bambini iperattivi sono in realtà infelici o addirittura depressi. Il comportamento iperattivo può rendere il bambino un bersaglio del bullismo o rendere più difficile avvicinarsi agli altri bambini. Le attività scolastiche possono essere molto difficili. I bambini iperattivi sono spesso puniti per il loro comportamento.

Il movimento eccessivo (comportamento ipercinetico) spesso diminuisce con il crescere del bambino e può sparire totalmente nell’adolescenza.

Quali sono le cause?

L'iperattività è spesso accompagnata da:

Tuttavia, è importante distinguere l'iperattività dal comportamento attivo e impulsivo comune nei bambini.

Condizioni rare che colpiscono il cervello, alcuni problemi emotivi, alcuni farmaci e droghe, così come disturbi endocrinologici possono colpire anche il livello di attività di un individuo, contribuendo all'insorgere dell'iperattività.

Come si cura?

Un bambino che è normalmente molto attivo, spesso risponde bene a delle direttive specifiche e ad un programma regolare di attività fisica; d’altro canto un bambino con l’ADHD troverà molto difficile seguire gli ordini e controllare i propri impulsi.

Quando contattare un medico?

Rivolgiti al medico quando:

  • Tuo figlio sembra sempre iperattivo
  • Tuo figlio è molto attivo, aggressivo, impulsivo e ha difficoltà nel concentrarsi
  • Il livello di attività di tuo figlio causa problemi nel socializzare e nelle attività scolastiche

Il medico provvederà ad effettuare una visita e chiederà informazioni riguardo ai sintomi e all’anamnesi. Esempi di domande potrebbero essere se questo comportamento sia nuovo, se tuo figlio sia sempre stato molto attivo e se questo comportamento stia peggiorando. Il medico potrebbe raccomandare una valutazione psicologica.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Incubi
Gli incubi sono manifestazioni notturne, rappresentate da sogni infelici o spaventosi, che possono anche svegliare chi li sta facendo. Gl...
Crisi epilettiche (attacchi epilettici)
Si stima che in Italia circa il 5% della popolazione abbia avuto o avrà almeno una volta nella vita una crisi epilettica, ovvero una scar...
Dolore neuropatico
Il dolore neuropatico si manifesta come diretta conseguenza di un danno o di una malattia che colpisce il sistema nervoso.