Sei un professionista sanitario? Iscriviti
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Detenuti Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery

Cerca

Chiudi
Specialità
Città
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Detenuti Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery
Sei un professionista sanitario? Iscriviti

Lacrimazione occhi

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Igor Occhipinti, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Cosa è la lacrimazione?
  2. Chi è colpito da lacrimazione?
  3. Quali sono le cause della lacrimazione?
  4. Come si cura la lacrimazione?
  5. Come curare la lacrimazione nei bambini?

Cosa è la lacrimazione?

Si parla di lacrimazione oculare quando vengono prodotte lacrime senza una ragione ovvia. Si verifica quando le lacrime non defluiscono in maniera corretta (epifora) o quando ne vengono prodotte troppe (ipersecrezione).

Il mancato deflusso e l’ipersecrezione possono essere il risultato di condizioni come la congiuntivite (infiammazione oculare), una ferita all’occhio, o qualcosa di irritante per l’occhio, come i fumi dell’auto.

Le lacrime sono prodotte costantemente per mantenere gli occhi umidi. Si generano nella piccola ghiandola situata sopra e all’esterno di ciascun occhio, chiamata ghiandola lacrimale, e nelle piccole cellule che si trovano nella membrana che copre la pupilla (congiuntiva).

Quando si sbattono le palpebre, le lacrime si diffondono nella parte frontale dell’occhio. Le lacrime defluiscono attraverso piccoli canali conosciuti come canalicoli che si trovano all’interno dell’occhio. Le lacrime passano attraverso una sacca lacrimale prima di raggiungere il naso scorrendo attraverso un tubicino.Se i dotti lacrimali sono ostruiti o bloccati, o se si ha un’infezione oculare, è possibile che si formi una quantità eccessiva di lacrime.

Questo provoca lo ‘straripamento’ dei dotti lacrimali, causando la lacrimazione. In caso di dotti lacrimali ostruiti, la lacrimazione può avvenire almeno 10 volte al giorno.

Chi è colpito da lacrimazione?

La lacrimazione oculare può verificarsi a qualunque età, ma è più comune nei bambini piccoli (0-12 mesi) e nelle persone al di sopra dei 60 anni. Può colpire uno o entrambi gli occhi e può causare offuscamento della vista, palpebre doloranti e occhi appiccicosi.

Quali sono le cause della lacrimazione?

L'ostruzione dei dotti lacrimali può causare la lacrimazione degli occhi.

Quali sono le cause dei dotti ostruiti nei bambini e negli adulti?

  • Dotti lacrimali ostruiti nei bambini che, a volte, nascono con dotti lacrimali sottosviluppati. I dotti lacrimali possono essere completamente o parzialmente chiusi (ostruzione del dotto naso-lacrimale congenita) e causare la lacrimazione degli occhi del bambino. Nella maggior parte dei casi, i dotti lacrimali migliorano da soli prima che il bambino abbia raggiunto un anno d’età. In alcuni casi, i bambini con dotti lacrimali ostruiti possono sviluppare infezioni agli occhi (congiuntiviti). Gli occhi si arrossano e hanno perdite appiccicose. Occorre consultare il medico curante se si pensa che il proprio bambino abbia sviluppato un’infezione oculare. Se il bambino continua a soffrire di lacrimazione dopo il primo anno di età, potrebbe necessitare di un piccolo catetere per sbloccare i dotti lacrimali.

  • Dotti lacrimali ostruiti negli adulti causata dal loro restringimento, spesso come risultato di un’infiammazione (gonfiore). Questo può verificarsi più frequentemente in caso di sinusite e allergia, e con l’avanzare dell’età. Se i dotti lacrimali sono ostruiti o ristretti, le lacrime non potranno defluire e rimarranno nella sacca lacrimale. Se accade ciò, la sacca lacrimale può diventare infetta e l’occhio produrrà un liquido appiccicoso (muco). Potrebbe anche svilupparsi un gonfiore a lato del naso, vicino all’occhio, chiamato mucocele. Se questo diventa infetta, può causare la formazione di ascessi dolorosi proprio sotto l’occhio, che devono essere curati con antibiotici e, in alcuni casi, con la chirurgia. A volte, i canalicoli (i piccoli canali di drenaggio dentro agli occhi) possono essere ostruiti. Questo può essere causato da un’infiammazione o da una cicatrizzazione dovuta a un’infezione virale, a un trauma o a un’altra forma di danno.

Quando avviene la lacrimazione eccessiva?

Se gli occhi sono irritati, producono automaticamente lacrime in eccesso per lavare via l’elemento irritante. Questo fenomeno è chiamato lacrimazione eccessiva o ipersecrezione. Gli elementi irritanti che possono provocare la produzione di lacrime in eccesso comprendono:

  • irritanti chimici, come cipolle o fumi
  • infezione dell’occhio, come la congiuntivite
  • allergia
  • danno all’occhio, come granelli di sabbia che si depositano nell’occhio
  • crescita delle ciglia verso l’interno

Cosa è l'uveite?

L’infiammazione della parte centrale dell’occhio (uveite) può essere causa di lacrimazione. Questa condizione potrebbe essere il risultato di una ferita, di un’infezione o di un altra condizione di base. L’uveite può anche causare altri sintomi, come arrossamento e dolore.

Cosa è l'ectropion?

La lacrimazione può anche verificarsi quando la palpebra inferiore è voltata verso l’esterno dell’occhio. Questa condizione si chiama ectropion, e quando si verifica, le lacrime possono non defluire correttamente.

Cosa sono le lacrime anomale?

Le lacrime sono composte da diverse sostanze, tra cui acqua, proteine e grassi. Se il contenuto di grassi nelle lacrime è anomalo, esse potrebbero non essere in grado di spargersi uniformemente nell’occhio. Questo può causare la formazione di macchie secche sull’occhio che provocano dolore e fanno si che vengano prodotte lacrime in eccesso.

Cosa è la blefarite?

La blefarite è una condizione in cui i margini palpebrali si infiammano, causando bruciore o prurito. Tale patologia può anche influenzare il modo in cui le lacrime si diffondono sulla superficie degli occhi. Se le lacrime non si spargono correttamente, ciò può provocare la lacrimazione oculare.

Come si cura la lacrimazione?

Il sottoporsi a un trattamento o meno per la lacrimazione dipenderà dalla gravità del problema e dalle sue cause. Non sempre, infatti, è necessaria una terapia.

Come si cura l’irritazione dell'occhio?

  • Se la congiuntivite infettiva sta causando la lacrimazione oculare, il medico curante può consigliare di attendere una settimana per vedere se il problema si risolve da solo prima di prescrivere un ciclo di antibiotici.
  • Se la congiuntivite allergica è la causa della lacrimazione oculare, possono essere prescritti degli antistaminici (farmaci per il trattamento delle allergie) per aiutare a ridurre l’infiammazione (gonfiore).
  • Se la lacrimazione è causata dalla crescita verso l’interno delle ciglia (entropion), o da un oggetto estraneo nell’occhio, come un granello di sabbia, la ciglia o l’oggetto possono essere rimossi.
  • Se la palpebra inferiore gira verso l’interno (entropion) o verso l’esterno (ectropion), può essere raccomandata una piccola operazione eseguita in anestesia locale.

Quando ricorrere alla chirurgia per il trattamento dei dotti lacrimali ostruiti?

Se un dotto lacrimale ostruito è la causa della lacrimazione oculare, esso può essere trattato con la chirurgia. Tuttavia, il ricorrere o meno alla chirurgia dipende dal paziente; se la lacrimazione non arreca fastidio, la chirurgia potrebbe non essere necessaria. Se l’occhio è appiccicoso o se c’è un’ escrescenza sotto l’occhio, di solito si raccomanda il trattamento per evitare che l’occhio si infetti. Se i sintomi sono particolarmente seri e la lacrimazione interferisce con la vista durante la guida, la lettura e lo sport, il trattamento è necessario. Se si ha un’infezione all’interno della sacca lacrimale (dove defluiscono le lacrime in eccesso), occorrerà trattarla con la chirurgia. Se non viene trattata, l’infezione può diffondersi alle orbite.

Cosa è la dacriocistorinostomia?

La dacriocistorinostomia è una procedura chirurgica comune utilizzata per trattare i dotti lacrimali ostruiti. Implica la creazione di un nuovo canale che vada dalla sacca lacrimale all’interno del naso. Questo canale permette alle lacrima di bypassare la parte ostruita del dotto lacrimale. L'operazione è spesso eseguita attraverso il naso. Prima dell’intervento chirurgico, il naso sarà esaminato per controllare lo spazio nasale e per assicurarsi che il rivestimento del naso sia sano. Un piccolissimo tubicino in silicone viene inserito per tenere aperto il canale. Dopo un paio di mesi, il tubicino sarà rimosso e il canale rimarrà aperto da solo.

Cosa fare se i canalicoli sono ostruiti?

Se i canali di drenaggio all’interno dell’occhio (canalicoli) sono ristretti ma non completamente ostruiti, è possibile utilizzare un catetere per allargarli. Se i canalicoli sono completamente ostruiti dalle lacrime, potrebbe essere necessaria un operazione per drenarli, utilizzando un piccolo tubo di vetro (Tubo di Jones) che viene inserito per bypassare l’ostruzione e far defluire le lacrime.

Come curare la lacrimazione nei bambini?

Nei bambini spesso la lacrimazione si risolve senza bisogno di alcun trattamento entro il primo anno di età del bambino. Massaggiare i dotti lacrimali può contribuire a rimuovere le lacrime che si sono depositate nella parte più alta del dotto lacrimale del bambino, e può stimolare lo sviluppo del dotto lacrimale.

Questo può essere fatto facendo una leggera pressione col dito indice e massaggiando dall’angolo dell’occhio del bambino verso il naso. Ripetere il massaggio diverse volte al giorno per un paio di mesi. Prima di massaggiare occorre lavarsi le mani.