Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Congiuntivite

Congiuntivite

Congiuntivite
Curatore scientifico
Dr. Domenico De Felice
Specialità del contenuto
Oculistica

Cos'è

La congiuntivite è un’infiammazione (gonfiore) della congiuntiva. La congiuntiva è la membrana trasparente (sottile strato di cellule) che copre la parte bianca della pupilla e la superficie interna delle palpebre. Esistono tre tipi di congiuntivite, ciascuno con una causa diversa.

Tipi

Congiuntivite irritante

La congiuntivite irritante si verifica quando un agente irritante, come il cloro (una sostanza chimica spesso utilizzata per purificare l’acqua), o una ciglia, entrano nell’occhio e provocano dolore. Strofinare gli occhi può contribuire a peggiorare la condizione. La congiuntivite dovrebbe risolversi una volta rimosso il fattore irritante. Se gli occhi sono molto rossi e fanno molto male, occorre rivolgersi immediatamente a un medico.

Congiuntivite infettiva

La congiuntivite infettiva è causata da un virus, da un batterio o da una malattia sessualmente trasmissibile, come la clamidia o la gonorrea. I sintomi più comuni comprendono:
  • arrossamento e lacrimazione degli occhi
  • secrezione appiccicosa sulle palpebre, specialmente quando ci si sveglia al mattino
Congiuntivite allergica
La congiuntivite allergica si verifica quando gli occhi entrano in contatto con un allergene. Un allergene è una sostanza, come il polline o il pelo di animale, che provoca una reazione anormale da parte del sistema immunitario. Questo causa irritazione e infiammazione, a cui ci si riferisce più comunemente come reazione allergica. La congiuntivite allergica causa occhi gonfi e pruriginosi. Ci sono quattro tipi di congiuntivite allergica:

  • congiuntivite allergica stagionale
  • congiuntivite allergica perenne
  • dermato-congiuntivite da contatto
  • congiuntivite papillare gigante
Questi tipi di congiuntivite sono causati da diversi allergeni e possono avere sintomi leggermente diversi.

Sintomi

Congiuntivite infettiva

Solitamente, i sintomi della congiuntivite infettiva compaiono dapprima in un solo occhio. Dopouno o due giorni, anche l’altro occhio viene colpito, però il primo occhio rimane quello con i sintomi peggiori. I sintomi della congiuntivite infettiva possono variare da persona a persona, ma possono includere:
  • occhi rossi: questo accade come risultato dell’irritazione e dell’allargamento delle piccole vene presenti nella congiuntiva (il sottile strato di cellule dentro la palpebra e sopra la parte bianca della pupilla)
  • lacrimazione oculare: la congiuntiva contiene migliaia di cellule che producono muco e piccole ghiandole che producono le lacrime. L’irritazione rende le ghiandole iperattive e quindi producono più lacrime del normale
  • secrezione appiccicosa sulle ciglia: è più facile notare la presenza di queste secrezioni quando ci si sveglia al mattino. Si potrebbe avere la sensazione che le palpebre siano incollate insieme, perché il muco e il pus causati dall’infezione si formano in piccole masse appiccicose sulle ciglia
  • dolore lieve: solitamente, la sensazione è quella di bruciore, o di avere della sabbia negli occhi
  • linfonodo ingrossato di fronte all'orecchio: un linfonodo è una piccola ghiandola appartenente al sistema immunitario. Aiuta a proteggere il corpo dall'infezione e al tatto può sembrare un bernoccolo sotto la pelle
Se si è affetti da congiuntivite infettiva, si possono avere anche i sintomi di un’infezione delle vie respiratorie superiori, che colpisce gola, bocca o naso. I sintomi possono comprendere:
Congiuntivite allergica

Solitamente, i sintomi della congiuntivite allergica colpiscono entrambi gli occhi. I sintomi possono:
  • comparire improvvisamente, spesso immediatamente dopo essere entrati in contatto con un allergene
  • svilupparsi 24-48 ore dopo che si è entrati in contatto con l’allergene
Quando si è affetti da congiuntivite allergica, si possono avere alcuni dei seguenti sintomi:
  • occhi pruriginosi: questo è il sintomo principale della congiuntivite allergica
  • occhi rossi: questo accade come risultato dell’irritazione e dell’allargamento delle piccole vene presenti nella congiuntiva (il sottile strato di cellule dentro la palpebra e sopra la parte bianca della pupilla)
  • lacrimazione oculare: la congiuntiva contiene migliaia di cellule che producono muco e piccole ghiandole che producono le lacrime. L’irritazione rende le ghiandole iperattive e quindi producono più lacrime del normale
  • palpebre gonfie
  • dolore e leggera sensazione di bruciore. Si potrebbe anche essere sensibili alla luce (fotofobia leggera)
La congiuntivite allergica può essere anche stagionale e colpisce entrambi gli occhi, verificandosi in un periodo particolare dell’anno. Per esempio, i sintomi potrebbero comparire solo in primavera. Se si soffre di congiuntivite allergica stagionale, si potrebbe soffrire anche di rinite allergica (una reazione allergica che colpisce il naso). 

Questo può provocare ulteriori sintomi, come:
La congiuntivite allergica perenne o persistente si verifica per tutto l’anno. Colpisce entrambi gli occhi e spesso i sintomi compaiono quando ci si sveglia al mattino. Si potrebbe soffrire anche di rinite allergica.

Dermato-congiuntivite da contatto

In aggiunta ai sintomi descritti sopra, la dermato-congiuntivite da contatto provoca anche la dermatite allergica delle palpebre. Questo significa che la reazione allergica causa l’infiammazione (gonfiore) delle palpebre, che le rende:
  • rosse
  • screpolate
  • secche
  • doloranti
Congiuntivite papillare gigante

In caso di congiuntivite papillare gigante, i sintomi progrediranno lentamente. Oltre ai sintomi principali descritti sopra, compariranno anche delle piccole chiazze all'interno delle palpebre superiori.

Cause

Cause della congiuntivite infettiva

La congiuntivite infettiva si verifica quando la congiuntiva s’infiamma (diventa gonfia) a causa di un’infezione. Le tre cause principali d’infezione negli occhi sono:
  • batteri: per esempio i ceppi di batteri che causano più comunemente infezioni ai polmoni e alle orecchie
  • virus: più comunemente un adenovirus che può anche causare mal di gola e febbre alta
  • infezioni sessualmente trasmissibili, come la clamidia o la gonorrea
Non ci sono particolari segni o sintomi che possano permettere al medico curante di distinguere una causa virale o batterica della congiuntivite infettiva. Se la patologia è persistente (non guarisce velocemente), ci si sottoporrà a tampone oculare per determinare la causa dell’infezione. 

Una persona è più a rischio di sviluppare la congiuntivite infettiva se:
  • è giovane o è vecchio: la patologia è più comune nei bambini e negli anziani, possibilmente perché i bambini entrano in contatto con più infezioni a scuola e gli anziani hanno un sistema immunitario più debole
  • recentemente ha avuto un’infezione delle vie respiratorie superiori, come un raffreddore
  • ha il diabete o un’altra patologia che indebolisce il sistema immunitario
  • sta assumendo corticosteroidi, farmaci che contengono ormoni che possono rendere più soggetti alle infezioni perché indeboliscono il sistema immunitario
  • ha una blefarite che può essere causata da un’infezione batterica e può portare alla congiuntivite
  • si è trovato in un posto affollato, come un treno
Cause della congiuntivite allergica

La congiuntivite allergica è causata dal contatto degli occhi con un allergene. Questa è conosciuta come reazione allergica. Nella congiuntivite allergica, la reazione allergica si verifica nella congiuntiva. La reazione allergica innesca i sintomi della congiuntivite allergica, come prurito e gonfiore degli occhi.Le congiuntiviti stagionali o perenni solitamente sono causate da:
  • polline da erba, alberi e fiori
  • acari della polvere
  • pelle di animali morti
Le congiuntiviti stagionali e perenni sono più comuni tra le persone che hanno altre allergie, come l’asma (una patologia che colpisce i polmoni).

Cause della dermato-congiuntivite da contatto
La dermato-congiuntivite da contatto è più comunemente causata dal collirio, ma può anche essere causata da:
  • trucco
  • agenti chimici
Cause della congiuntivite papillare gigante

La congiuntivite papillare gigante è causata da:
  • lenti a contatto
  • punti di sutura negli occhi
  • una protesi (artificiale) dell’occhio impiantata durante un intervento di chirurgia oculare

Diagnosi

Nella maggior parte dei casi di congiuntivite infettiva, il medico sarà in grado di diagnosticare la congiuntivite semplicemente chiedendo al paziente dei suoi sintomi ed esaminando gli occhi. Occhi rossi e gonfi, coperti da una secrezione appiccicosa sono caratteristiche molto comuni della congiuntivite infettiva. 

I sintomi potrebbero essere confusi con un tipo diverso di congiuntivite, come per esempio la congiuntivite allergica o irritante. Queste patologie hanno cause diverse e sono curate in maniera diversa. Nella maggior parte dei casi, la descrizione di come la congiuntivite è cominciata permette al medico di capire di quale tipo di congiuntivite si tratta.

Nella maggior parte dei casi di congiuntivite infettiva, non sono necessari ulteriori esami. Tuttavia, il medico può suggerire di sottoporre il paziente a un tampone oculare se:
  • non è sicuro della diagnosi
  • occorre determinare la causa dell’infezione per adottare il trattamento più adeguato
  • la congiuntivite non ha risposto alla cura
Il tampone è un piccolo pezzo di materiale assorbente, come garza o cotone, attaccato all’estremità di un bastoncino. Viene utilizzato per prelevare un piccolo campione di pus o muco dall’occhio infetto. Il campione è poi analizzato in laboratorio per cercare la causa della patologia.Non esiste invece una procedura o un esame per confermare la congiuntivite allergica. 

Di solito, il medico sarà in grado di fare una diagnosi determinando i sintomi ed esaminando gli occhi del paziente. Quando si ha una congiuntivite allergica, di solito si hanno gli occhi infiammati (gonfi) e pruriginosi. Il medico può anche chiedere al paziente se siano presenti altri sintomi. Per esempio, se si ha una congiuntivite allergica causata da polline, si potrebbe avere anche il naso bloccato o gocciolante e si potrebbe starnutire spesso.

Complicazioni

Congiuntivite infettiva e complicanze

La congiuntivite infettiva causata da un qualsiasi tipo di batterio può provocare un certo numero di complicazioni, specialmente nei bambini nati prematuri. 

Le possibili complicazioni comprendono:
  • meningite: un’infezione delle meningi (lo strato protettivo di cellule che circonda il cervello e il midollo spinale). Potenzialmente è una malattia molto grave che, in casi seri, può essere fatale
  • cellulite: un’infezione dello strato profondo della pelle e del tessuto che provoca l’infiammazione e il dolore della pelle in superficie. Solitamente è facilmente curato con antibiotici
  • setticemia: questa patologia avviene quando i batteri entrano nel flusso sanguigno e attaccano i tessuti del corpo
  • otite media: un’infezione dell’orecchio a breve termine. Colpisce circa il 25% dei bambini che hanno avuto una congiuntivite infettiva causata dal battere haemophilus influenzae
Congiuntivite allergica e complicanze

Se si ha la congiuntivite allergica stagionale o perenne, è molto raro che possano svilupparsi complicazioni serie.

Complicanze delle dermato-congiuntivite e congiuntivite papillare gigante

Oltre a minare la qualità della vita quotidiana, la dermato-congiuntivite e la congiuntivite papillare gigante possono causare complicazioni più serie. Per esempio, in rari casi, possono causare la cheratite. La cheratite avviene quando la cornea s’infiamma (si gonfia). Questo può causare dolore e rendere gli occhi sensibili alla luce (fotofobia). A volte, delle ulcere si formano sulla cornea; se le ulcere graffiano la cornea, la vista potrebbe essere compromessa permanentemente.

Cura

Cura della congiuntivite infettiva

La maggior parte dei casi di congiuntivite infettiva non richiede un trattamento e guarisce in una o due settimane. Ci sono molti modi in cui si può curare la congiuntivite infettiva da casa:
  • togliere le lenti a contatto
  • utilizzare colliri lubrificanti: possono aiutare ad alleviare dolore e viscosità negli occhi
  • pulire delicatamente gli occhi togliendo le sostanze appiccicose: si può utilizzare un batuffolo di cotone impregnato d’acqua
  • lavarsi le mani regolarmente
Se la congiuntivite infettiva è particolarmente forte o sta persistendo per più di due settimane, al paziente potranno essere prescritti degli antibiotici.

Cura della congiuntivite allergica

La terapia dipenderà dal tipo di congiuntivite allergica. Tuttavia, alcune attenzioni possono aiutare ad alleviare i sintomi:
  • togliere le lenti a contatto
  • non strofinarsi gli occhi, anche se si prova prurito
  • fare impacchi freddi agli occhi
  • evitare l’esposizione all'allergene, se possibile
In caso di congiuntivite allergica o perenne, possono essere prescritti i seguenti farmaci:
  • antistaminici: funzionano bloccando l’azione dell’istamina chimica, che il corpo rilascia quando pensa di essere sotto attacco da parte di un allergene. Questo impedisce il presentarsi dei sintomi
  • stabilizzatori di mastociti: sono un tipo alternativo di farmaco e al contrario degli antistaminici, non offrono un rapido sollievo dai sintomi, ma sono più efficaci nel controllare i sintomi per un periodo di tempo più lungo
  • corticosteroidi: se i sintomi della congiuntivite allergica sono particolarmente gravi e la diagnosi è stata confermata, potrebbe essere prescritto un ciclo di corticosteroidi per via orale. Sono un tipo di farmaco che contenenti ormoni. Solitamente non vengono prescritti, se non strettamente necessari
Cura della dermato-congiuntivite da contatto

Se la dermato-congiuntivite da contatto è causata da una reazione allergica al collirio che si sta usando, occorre interrompere l’utilizzo dello stesso e trovarne uno alternativo. Potrebbe essere raccomandata una visita da un oftalmologo per confermare la diagnosi e trovare una terapia alternativa.

Cura della congiuntivite papillare gigante

Poiché la congiuntivite papillare gigante è solitamente causata dalle lenti a contatto, i sintomi svaniscono appena se ne interrompe l’utilizzo. Le chiazze che si formano all’interno della palpebra superiore potrebbero persistere un pochino più a lungo.

Congiuntivite e coronavirus

Tra i sintomi più tipici del coronavirus (o Covid-19) che, ricordiamo, si manifestano tra i 2 e i 14 giorni a seguito di esposizione al virus, ricordiamo appunto anche la congiuntivite, che fa parte della sintomatologia più lieve o di stadio iniziale.  A ciò si aggiunge un generale malessere, mal di testa e rinorrea.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Neuropatia ottica di Leber
La neuropatia ottica di Leber è una patologia ereditaria che porta a un calo della vista; il primo sintomo di questa rara malattia è infa...
Nictalopia
La nictalopia, da non confondere con la emeralopia, indica la capacità di una persona di vedere meglio nelle ore notturne e una sua diffi...
Cicloplegia
Con il termine cicloplegia si intende la paralisi del muscolo cicliare oculare, con una compromissione della messa a fuoco, e quindi dell...