Chiusura delle tube

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Gianfranco Blaas
Indice contenuto:
  1. Che cos'è la chiusura delle tube?
  2. Perché si ricorre alla chiusura delle tube?
  3. Quali sono i rischi connessi alla chiusura delle tube?

Che cos'è la chiusura delle tube?

La chiusura delle tube, nota anche come sterilizzazione tubarica, è un tipo di controllo delle nascite reversibile (in Italia la legge proibisce interventi che ledano in modo definitivo la capacità di procreare). Durante un intervento di chiusura delle tube, le tube di Falloppio vengono bloccate in modo permanente per evitare la gravidanza.

La chiusura delle tube interrompe il movimento dell'uovo verso l'utero per la fertilizzazione e blocca il viaggio dello sperma fino alle tube di Falloppio verso l'ovulo. La chiusura delle tube non influisce sul ciclo mestruale.

La chiusura delle tube può essere effettuata in qualsiasi momento, anche dopo il parto o in combinazione con un'altra procedura chirurgica addominale, come un parto cesareo.

Perché si ricorre alla chiusura delle tube?

La chiusura delle tube è una delle procedure più comunemente utilizzate come sterilizzazione chirurgica per le donne. La chiusura delle tube impedisce temporalmente la gravidanza, e termina la necessità di qualsiasi tipo di contraccezione. La chiusura delle tube può anche ridurre il rischio di cancro ovarico. La chiusura delle tube non è appropriata per tutti, però.

Quali sono i rischi connessi alla chiusura delle tube?

La chiusura delle tube è un intervento addominale. I rischi connessi alla chiusura delle tube includono:

  • danni alla vescica
  • reazione avversa all'anestesia
  • ferita che non si rimargina correttamente o che si infetta
  • dolore pelvico o addominale

Si può essere a più alto rischio di complicanze da una chiusura delle tube se:

  • si ha avuto precedente chirurgia pelvica o addominale
  • si ha una storia di malattia infiammatoria pelvica
  • si soffre di obesità o diabete

La chiusura delle tube non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Nel primo anno dopo una chiusura delle tube, si stima che una donna su 100 possa rimanere incinta. Più giovane si è al momento della chiusura delle tube, più è probabile che la sterilizzazione possa fallire. Se si concepisce dopo aver avuto una chiusura delle tube, c'è una maggiore probabilità che la gravidanza sarà ectopica (l'ovulo fecondato si impianta al di fuori dell'utero, in genere in una tuba di Falloppio).

Vi è anche la possibilità di un accesso alle tube per via vaginale, non molto usato: ultimamente sono stati usati degli applicatori, tipo IUD, in tessuto in parte metallico, in parte plastico, che otturano l'orifizio tubarico da dentro l'utero, con meccanismo a tipo ombrello.