Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Embolizzazione Dell Arteria Uterina

Embolizzazione dell'arteria uterina

Embolizzazione dell'arteria uterina
Curatore scientifico
Dr. Gianfranco Blaas
Specialità del contenuto
Ginecologia

Che cos'è l'embolizzazione dell'arteria uterina?

L'embolizzazione dell'arteria uterina è un trattamento minimamente invasivo per i fibromi uterini, crescite non cancerose nell'utero. Nell'embolizzazione dell'arteria uterina (nota anche come embolizzazione del fibroma uterino) il medico utilizza un sottile tubo flessibile (catetere) per iniettare piccole particelle nelle arterie uterine, che forniscono sangue ai fibromi e utero. L'obiettivo è quello di bloccare i vasi piccoli che conducono ai fibromi, denutrire i fibromi e farli morire.

Sono i radiologi interventisti di solito ad eseguire l'embolizzazione dell'arteria uterina. Questo tipo di medico si avvale di tecniche di imaging per guidare le procedure che sarebbero impossibili con la chirurgia tradizionale o laparoscopica. Anche alcuni specialisti in ostetricia e ginecologia hanno una formazione in embolizzazione dell'arteria uterina.

Perché si ricorre all'embolizzazione dell'arteria uterina?

Si può scegliere l'embolizzazione dell'arteria uterina se si è in premenopausa e:

  • si avverte forte dolore o sanguinamento abbondante da fibromi uterini
  • se si desidera conservare l'utero

Sono i radiologi interventisti di solito ad eseguire l'embolizzazione dell'arteria uterina. Questo tipo di medico si avvale di tecniche di imaging per guidare le procedure che sarebbero impossibili con la chirurgia tradizionale o laparoscopica. Anche alcuni specialisti in ostetricia e ginecologia hanno una formazione in embolizzazione dell'arteria uterina.

Quali sono i rischi connessi alla embolizzazione dell'arteria uterina?

Le complicanze maggiori si verificano raramente in donne sottoposte a embolizzazione dell'arteria uterina. Questi possono includere:

  • infezione.
  • danni ad altri organi
  • esposizione alle radiazioni
  • cicatrici
  • possibili problemi nelle gravidanze future

Quando l'embolizzazione dell'arteria uterina viene sconsigliata?

L'embolizzazione dell'arteria uterina viene sconsigliata in caso di:

  • storia di radiazione pelvica
  • insufficienza renale
  • possibile tumore pelvico
  • infezione pelvica recente o cronico attiva
  • diabete scarsamente controllato
  • infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite)
  • disordini emorragici
  • grave allergia al liquido di contrasto iodatpo
  • desiderio di ottimizzare le possibilità di futura gravidanza

Quali sono i risultati dopo un'intervento di embolizzazione dell'arteria uterina?

Recenti studi hanno dimostrato che l'embolizzazione dell'arteria uterina riduce i sintomi come sanguinamento pesante, incontinenza urinaria e allargamento addominale nel 75 per cento o più delle donne che si sottopongono alla procedura per trattare i loro fibromi. Tuttavia, in molti di questi studi incentrati su piccoli gruppi di donne mancava i dati di follow-up a lungo termine delle partecipanti allo studio.Cinque anni dopo il trattamento di embolizzazione dell'arteria uterina, oltre il 75 per cento delle donne riesce a mantenere il controllo dei sintomi. Questi risultati sono paragonabili a quelli della miomectomia, in cui i fibromi vengono rimossi chirurgicamente e l'utero riparato.

Si ricorre alla embolizzazione della arteria uterina in emergenza nei casi, legati per lo più ad un parto , in cui si ha sanguinamento massivo , anche a livello vaginale alto, e non si riesce ad avere emostasi con una sutura tradizionale. In questi casi, il radiologo interventista, sempre avvalendo dell’imaging, riesce ad evidenziare il vaso sanguinante ed esegue la embolizzazione. E’ un intervento sicuramente meno invasivo rispetto alla chirurgia tradizionale, ma che richiede altissima specializzazione e solo in pochi centri è ancora fattibile. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cerotto anticoncezionale
Il cerotto contraccettivo è un cerotto transdermico applicato sulla pelle che rilascia ormoni sintetici e ormoni progestinici per preveni...
Lavande vaginali
Le lavande vaginali sono un metodo per pulire la vagina dall’interno e possono essere acquistate in farmacia o fatte in casa. 
Pessario
Il pessario è uno strumento da inserire all'interno della vagina per sostenere le sue pareti; viene usato nel caso di prolasso vaginale.