Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Ormonoterapia

Ormonoterapia

Ormonoterapia
Curatore scientifico
Dr. Carlo Pastore
Specialità del contenuto
Farmacia Oncologia

Cosa è l'ormonoterapia?

L’ormonoterapia prevede la somministrazione di farmaci in grado di bloccare l’attività degli ormoni estrogeni. L'ormonoterapia è spesso impiegata nella cura dei tumori al seno.

Alcune forme neoplastiche risentono positivamente della deprivazione ormonale. Le forme più idonee, se presentano espressione istologica degli opportuni recettori, sono le neoplasie mammarie, quelle prostatiche e quelle ovariche.

Come agisce l'ormonoterapia?

L'ormonoterapia agisce in due modi:

  • impedisce alla cellula tumorale di utilizzare gli ormoni estrogeni
  • inibisce la produzione degli ormoni estrogeni

La ormonoterapia si attua solitamente dopo la chemioterapia.

Un trattamento in ormonoterapia viene riservato a quelle condizioni patologiche mammarie non avanzate con espressione recettoriale adeguata in qualità di terapia adiuvante od a quelle forme avanzate in combinazione sequenziale con chemioterapia e/o radioterapia

Ugualmente nella pratica clinica si trattano le neoplasie prostatiche in ormonoterapia al fine di ottenere un miglior controllo di malattia sia in fase di adiuvanza (prevenzione della recidiva dopo trattamento chirurgico o radiante) che di malattia avanzata (malattia metastatica)

Si è verificato che anche le neoplasie ovariche possono esprimere recettori estrogenici e quindi possono giovarsi di un trattamento ormonosoppressivo.

Cosa prevede l'ormonoterapia?

L'ormonoterapia prevede l'assunzione di farmaci per via orale e in alcuni casi per via intramuscolare. La durata dell'ormonoterapia può variare a seconda dei casi e spesso dipende dalla risposta del trattamento. 

Farmaci ormonali e ormonoterapia

I farmaci ormonali si distinguono in:

  • antiestrogeni: impediscono alle cellule tumorali di utilizzare gli estrogeni prodotti dall’organismo
  • inibitori dell’aromatasi: bloccano la produzione degli estrogeni

Quali sono i possibili effetti collaterali dell'ormonoterapia?

L'ormonoterapia può provocare effetti collaterali; in particolare nella popolazione femminile:

  • vampate
  • sudorazione algida
  • irrequietezza
  • osteoartromialgie
  • diminuzione della quantità di capelli
  • disturbi del sonno

Nella popolazione maschile:

  • spossatezza
  • vampate
  • deficit erettile
  • disturbi del sonno
  • diminuzione della massa muscolare
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Meclizina
La meclizina è un antistaminico che viene usato per prevenire e curare nausea, vomito e vertigini causate dalla cinetosi. Può anche esser...
Prednisone
Il prednisone è un corticosteroide sintetico (artificiale) usato per sopprimere il sistema immunitario e per controllare l'infiammazione.
Preservativo femminile
Il preservativo femminile è un contraccettivo che viene indossato dalla donna e che consente di raccogliere lo sperma all’interno di una ...