Durante l’estate si ingrassa: vero o falso? 

Durante l’estate si ingrassa: vero o falso? 

Se cominciare a sudare a ogni piccolo movimento durante l’estate vi dà l’idea di poter dimagrire in un attimo, sappiate che non potreste essere più lontani dalla verità. È giunto il momento di sfatare questo mito: il caldo fa ingrassare! Ma perché? Ebbene, sarebbe tutta una questione di metabolismo rallentato, accumulo di liquidi e calorie immagazzinate come grassi.

Sì, proprio così. L’estate è la stagione che fa ingrassare. Per evitare che l’aumento del peso in estate rovini la linea bisogna dunque capire come affrontare il caldo africano al meglio.

Tutta una questione di metabolismo

L’esposizione al caldo estremo può causare la perdita delle energie. Si dice infatti che il metabolismo è più veloce durante gli inverni rigidi, rispetto ai caldissimi giorni estivi.

Durante la stagione fredda, infatti, quando la temperatura corporea è più alta rispetto a quella dell’ambiente esterno, il mantenimento della temperatura stessa richiede energia, che si traduce in calorie che il corpo deve bruciare per creare calore. Questo processo è noto come termogenesi. Tuttavia, ciò significa anche che durante l’estate si bruciano molte meno calorie per mantenere la temperatura corporea.

La colpa è da attribuire all’ipotalamo, quella ghiandola che regola le funzioni primarie dell’organismo e che grazie all’ipofisi regola anche l’attività delle ghiandole endocrine del corpo, come tiroide, surreni e pancreas endocrino.

Ma cosa avviene esattamente? Con l’innalzamento delle temperature, l’ipotalamo fa diminuire il metabolismo basale, causando di conseguenza un abbassamento della produzione di calorie. In questo modo, il metabolismo subisce un forte rallentamento e tutto ciò che si mangia viene trasformato in grasso se non si esegue attività fisica.

Anche la mancanza di attività fisica fa la sua parte

Durante l’inverno, in genere, le persone tendono a fare attività fisica costante, come jogging o camminate veloci. D’estate, al contrario, si tende a diminuire l’attività fisica, per evitare l’esposizione ai raggi solari ultravioletti e al caldo asfissiante.

Questa pigrizia causa un abbassamento del livello di attività fisica a cui consegue un accumulo di calorie.

Per risolvere il problema, è sufficiente andare a correre la mattina presto, oppure la sera, dopo il tramonto del sole.

Altrimenti, è possibile fare attività fisica in ambienti coperti, in piscina o in palestra, dove il clima non è necessariamente eccessivo. In queste condizioni, fare attività fisica non è poi così terribile!

Il ruolo delle vitamine

I liquidi non sono l’unica cosa che si perde con la sudorazione. Vitamine e minerali sono tra le prime sostanze ad andarsene con il caldo eccessivo. Tuttavia, sono proprio quelle che il corpo utilizza nel metabolismo lipidico e che permettono di bruciare i grassi.

Se non si assume la corretta quantità di vitamine e minerali, anche grazie agli integratori, la capacità del corpo di bruciare i grassi viene meno. Si ricorda in particolar modo di assumere la vitamina B1 e B2.

Attenzione agli alimenti ipercalorici!

Nella battaglia con il caldo, non sarà difficile ritrovarsi a mangiare cibi estivi estremamente calorici, tra cui l’amato gelato. Prima di farsi travolgere dal caldo anche a tavola, bisogna tenere d’occhio l’equilibrio nutrizionale. MAI saltare i pasti e attenzione alla dieta!

Se si ha intenzione di mangiare un gelato tutte le sere per cercare di rinfrescarsi un po’ durante la passeggiata serale per il centro, è bene evitare di mangiare alimenti troppo calorici a pranzo e soprattutto a cena.

I segreti dell’alimentazione

La forte sudorazione può causare una carenza di potassio nell’organismo e proprio per questo motivo spesso l’estate è il periodo di caviglie e gambe gonfie.

Bere troppo infatti tende ad aumentare le possibilità di avere gambe e faccia gonfia e di farci sentire estremamente grassi. Per risolvere la situazione è necessario moderare il consumo di sale e assumere potassio.

Gli alimenti ricchi di potassio sono:

  • Frutta, come avocado e banane
  • Funghi
  • Aglio
  • Verdure

Una delle cose a cui bisogna stare attenti è sicuramente la quantità di calorie assunte durante la giornata. Mangiare di più di giorno, e in particolar modo di mattina, permetterà di smaltire tutto prima di andare a dormire. Infatti, è dimostrato che tutte le calorie ingerite dopo le dieci di sera vengono accumulate nell’adipe, proprio perché il processo metabolico entra in fase di riposo.

Quindi, la mattina svegliatevi presto, tra le sette e le otto, per fare un’abbondante colazione! Infine, non dimenticatevi mai di fare attività fisica: il sudore che vi cola sulla tempia mentre guardate la tv non sono calorie bruciate, ma sali minerali e vitamine.

L’attività fisica d’estate è ancora più importante rispetto all’inverno, meglio se fatta o la mattina presto, o la sera dopo il tramonto, per evitare l’eccessiva esposizione ai raggi solari, che danneggiano la pelle.

comments powered by Disqus