Esistono degli antipiretici naturali per abbassare la febbre?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 14 Aprile, 2020

Antipiretici naturali per abbassare la febbre

Febbre e raffreddore in agguato? La stagione dell’influenza è già iniziata, e quest’anno sembra essersi presentata con un netto anticipo.

A dispetto di quanto si possa pensare, però, la febbre non è il vero nemico da combattere. Si tratta infatti di un campanello di allarme utile ad avvisarci della presenza di una infezione o di un qualsivoglia squilibrio interno al nostro organismo. Insomma, si tratta di un sintomo che il nostro sistema immunitario scatena contro batteri, virus e microrganismi, per cercare di liberarsi di loro il più in fretta possibile.

Il ruolo dei farmaci risulta fondamentale, soprattutto quando assunti sotto il consiglio del medico o del farmacista. Ma esistono anche degli antipiretici naturali per abbassare la febbre? Certo, e sembrano essere degli ottimi coadiuvanti per interrompere l’innalzamento della temperatura corporea.

Cosa fare per abbassare la febbre

La prima soluzione per abbassare la febbre – e, sicuramente, la più efficace – è rappresentata dai farmaci. In tal caso, la categoria adatta è quella degli antipiretici, generalmente venduti in farmacia o parafarmacia senza ricetta medica. I principi attivi contenuti al loro interno sono il paracetamolo, l’ibuprofene e l’acido acetilsalicilico.

Al di là dei farmaci utilizzati, è bene comunque seguire delle regole generali per abbassare la febbre. Tra questi:

  • Idratazione – È sempre necessario idratarsi in modo adeguato, per reintegrare quanto perso ed evitare il pericoloso fenomeno della disidratazione. Prestate sempre particolare attenzione alle condizioni delle mucose orali e della quantità di urina emessa, buoni indicatori del nostro stato di salute – e idratazione!
  • Abbigliamento – Mai coprirsi eccessivamente! Utilizzate abiti rigorosamente di cotone e/o traspiranti, che impediranno al calore di essere immagazzinato, favorendo la respirazione.
  • Spugnature – Tempie, fronte, polsi dovrebbero essere tenuti sempre al fresco, effettuando spugnature con panni bagnati. Si consiglia, inoltre, di utilizzare dell’acqua unita all’aceto, frizionando piedi e caviglie sempre con un asciugamano imbevuto.

Antipiretici naturali per combattere febbre e raffreddore

Per aiutare il nostro organismo a smaltire velocemente la febbre, è possibile ricorrere anche ad antipiretici naturali. I più efficaci sono:

  • Achillea Millefoglie – Si tratta di un rimedio naturale per abbassare la febbre conosciuto sin dall’antichità. Oltre a ridurre la temperatura corporea, è famosa per le sue proprietà digestive, che aiutano ad eliminare virus e batteri. Per una maggiore efficacia, si consiglia di preparare un decotto con achillea, sambuco e mente.
  • Rosmarino – Sì, anche quest’erba aromatica può essere considerata un ottimo alleato contro la febbre alta. Preparate dunque un decotto con un rametto di rosmarino fatto bollire in acqua per circa 10 minuti: se ne possono consumare fino a due tazze al giorno, anche ben dolcificate. Fate attenzione, però: evitate questo rimedio naturale per la febbre se soffrite di pressione alta.
  • Echinacea – L’echinacea rappresenta un valido aiuto per il nostro sistema immunitario: contribuisce infatti ad arginare quelle infezioni e infiammazioni che possono scatenare sintomi come la febbre. Si consiglia di assumere la tintura madre, dalle 30 alle 50 gocce, 2 o tre volte al giorno (sempre sotto consiglio dell’erborista!).
  • Aglio – Si tratta dell’antibiotico naturale per eccellenza, un potente disinfettante per naso e gola. Per sfruttare al meglio le sue proprietà, schiacciate uno spicchio d’aglio, e mescolatelo con del latte caldo dolcificato con il miele. In alternativa, è possibile consumarne uno spicchio (crudo) mattina e sera.
  • Argilla – Procuratevi due bicchieri di argilla verde ventilata e versateli in una pentola con altrettanti bicchieri d’acqua. Lasciate che il composto si uniformi fino a raggiungere una densità simile a quello della cioccolata. A questo punto, posizionate il composto sull’addome per circa mezz’ora, proteggendovi con un semplice foglio di carte: ripetete l’applicazione 2 o 3 volte al giorno nel corso della giornata, e vedrete i risultati.
  • Zenzero – Lo zenzero stimola il sistema immunitario, possiede proprietà antivirali, antitossiche e antifungine. Non solo: induce sudorazione alleviando gli stati febbrili. Si consiglia di consumare lo zenzero più volte al giorno, meglio se crudo e al naturale.
  • Basilico – Per la cura della febbre comune, il basilico è tra i rimedi della nonna più utilizzati. È sufficiente far bollire alcune foglie in acqua, e bere la soluzione due volte al giorno. Se necessario, è possibile addolcire la tisana con del miele.

Ovviamente, i rimedi naturali per la febbre rappresentano dei coadiuvanti per combattere questo sintomo. Scoprirne la causa è però fondamentale, come affidarsi ai consigli del proprio medico curante.

Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Salute

1787 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
Una persona parla con un medico
Consigli e rimedi per la puntura di meduse e come gestire i sintomi

Puntura di Meduse: ecco i consigli e rimedi per gestire i sintomi. Cosa fare e non fare per trovare sollievo con i trattamenti giusti. Quando preoccuparsi.