Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Stress e ansia? Prova a sconfiggerli con i fiori di Bach

Stress e ansia? Prova a sconfiggerli con i fiori di Bach

Ultimo aggiornamento – 20 Gennaio, 2014

I fiori di Bach sono estratti floreali utilizzati per sconfiggere ansia e stress, restituendo armonia e favorendo il benessere di tutto il corpo. 

Questo tipo di floriterapia è nata negli anni Trenta dagli studi del medico inglese Edward Bach, il quale riteneva che la malattia fosse il risultato di un disequilibrio tra mente, anima e corpo e fosse quindi causata da stati d’animo negativi, tra i quali paura, ansia e depressione

Bach riteneva che in alcune piante fossero presenti delle proprietà capaci di agire sulle emozioni, curando i conflitti interiori responsabili dei malesseri psichici e fisici. 

Lo studioso individuò le proprietà curative di 38 piante – tra le quali il castagno, il melo selvatico e la rosa canina – per 7 tipi di stati d’animo diversi: paura, incertezza, scarso interesse per il presente, solitudine, ipersensibilità, disperazione ed eccessiva preoccupazione per il benessere altrui.

Come si ottengono i fiori di Bach e come agiscono?

I rimedi floreali di Bach, che non appartengono all’omeopatia poiché seguono leggi e procedimenti diversi, sono ottenuti attraverso l’immersione delle corolle dei fiori in acqua che viene poi esposta al sole o fatta bollire e a cui viene aggiunto del brandy.

La somministrazione consiste nell’assunzione di 4 gocce da mettere sotto la lingua due volte al giorno. Si ritiene che l’acqua trasmetta all’organismo la vibrazione e il potere energetico del fiore, rendendo il malato capace di cambiare il suo atteggiamento mentale.

Qual è la loro efficacia?

Data l’esigua quantità dei principi attivi contenuti nell’estratto finale, i rimedi floreali di Bach non apportano benefici paragonabili a quelli della medicina tradizionale. 

Tuttavia, per lo stesso motivo, in generale gli effetti secondari sono trascurabili, possono essere assunti in ogni fascia di età e non interagiscono con altri medicinali. È da tener presente però che in alcuni soggetti, dopo un primo miglioramento, si può verificare un riacutizzarsi dei sintomi iniziali.

Mostra commenti
5 consigli per trovare il vero amore
5 consigli per trovare il vero amore
Scoliosi nei bambini: una nuova tecnica per combattere il disturbo
Scoliosi nei bambini: una nuova tecnica per combattere il disturbo
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Malattie croniche dell’intestino? La causa potrebbe essere nel sangue
Malattie croniche dell’intestino? La causa potrebbe essere nel sangue
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Come eseguire un massaggio rilassante alla testa
Come eseguire un massaggio rilassante alla testa
Avete sempre fame? Ecco i motivi più frequenti
Avete sempre fame? Ecco i motivi più frequenti