Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Mastoplastica Durata E Recupero Post Operatorio

Mastoplastica: durata e recupero post-operatorio

Alessandra Lucivero | Editorial Manager a Pazienti.it

Ultimo aggiornamento – 26 Luglio, 2011

La mastoplastica additiva viene oggi eseguita  in day hospital  e ha una durata che va da un’ora a un’ora e mezza.

Il periodo di recupero post-operatorio è contrassegnato, di solito, da tappe ben precise:

  • dopo 4 giorni, si ritorna alla tranquillità quotidiana, ma è assolutamente necessario seguire particolari accorgimenti: tenere le braccia vicino al corpo, non fare movimenti bruschi e non sollevare pesi, anche di media entità;
  • dopo 4-12 giorni, si ritorna alla vita normale, ma anche in questa fase è importante seguire determinati consigli: non fare la spesa da soli, non guidare, non afferrare oggetti posti ad altezza superiore alla testa;
  • dopo 4 settimane, è possibile fare sport.

L’accorgimento di non guidare nel periodo compreso tra i 4-12 giorni dopo l’intervento è finalizzato ad evitare la rotazione delle protesi. In quel periodo non si è ancora formata la capsula protesica, che tiene ancorate le protesi al seno. In caso di protesi rotonde, un’eventuale rotazione non determina nessun cambiamento della forma del seno. Diverso è il caso delle protesi anatomiche, che, se non ancora ancorate, possono cambiare direzione, muovendo le braccia.

Di norma, quando una paziente richiede la mastoplastica, consiglio sempre di organizzare l’intervento almeno ad un mese prima delle vacanze. Se si hanno bambini da 1 a 3 anni, consiglio di farsi affiancare da qualcuno che possa fornire supporto. Per quanto riguarda il ritorno al lavoro, invece, bisogna fare una differenza tra lavori d’ufficio, per i quali è possibile ritornare dopo 7 giorni, e lavori faticosi, ai quali si può tornare dopo 2/3 settimane.

Se ci si sottopone all’intervento in prossimità dell’estate, per l’esposizione solare è bene applicare una crema protettiva ad alto schermo protettivo (con FPS 50+) dove sono state praticate le incisioni anche se coperte dal costume, soprattutto se quest’ultimo è chiaro.

L’autore di questo articolo è il Dr. Alessandro Dall’Antonia

Chirurgo Plastico LaCLINIQUE®

Mostra commenti
Smascheriamola
Smascheriamola
Il disturbo d’attenzione nei bambini
Il disturbo d’attenzione nei bambini
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Tumore alla prostata: rischio più alto per chi soffre di patologie intestinali?
Tumore alla prostata: rischio più alto per chi soffre di patologie intestinali?
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Colecisti, colecistite e calcoli biliari: quali sono le differenze?
Colecisti, colecistite e calcoli biliari: quali sono le differenze?
Pelle secca in menopausa? Qualcosa si può fare per evitarla
Pelle secca in menopausa? Qualcosa si può fare per evitarla