Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. 6 ragioni per cui amiamo la musica

6 ragioni per cui amiamo la musica

Ultimo aggiornamento – 10 febbraio, 2016

Indice

Con l’attuale tecnologia, decidere quando e che musica ascoltare sono diventate delle pratiche veramente facili. Ci si può trovare in qualsiasi posto e, con un’azione banale come schiacciare un pulsante, abbiamo la possibilità di sentire un vecchio successo o la ultima hit. Ma perché alle volte sentiamo proprio la necessità di ascoltare una determinata musica?

Nel momento stesso in cui partono le prime note della nostra canzone preferita, le emozioni prendono il sopravvento e cominciamo a far andare l’immaginazione. Possiamo tornare alla nostra infanzia, alla nostra adolescenza, anche ad un periodo non molto felice della nostra vita, ma inevitabilmente la fantasia prenderà la sua strada e comincerà a viaggiare. Ed è proprio in questo modo che la musica influenzerà il nostro umore e il resto della giornata.

A tal proposito, è stato fatto un sondaggio dal Londsale and North, che ha intervistato 300 giovani per capire quali siano i motivi principali che li portano ad ascoltare la musica.

Ecco qua i primi 6:

  1. Conoscere il mondo

Innanzitutto la musica ci permette di conoscere il resto del mondo, ci fa entrare in diverse realtà, ci fa capire il modo in cui vivono la propria vita gli altri, lontani da noi. Sondando la playlist delle 10 canzoni preferite di una persona, la ricerca psicologica è in grado di redigere un profilo della personalità di quel soggetto, i suoi gusti, le sue preferenze.

I testi delle canzoni, poi, ci fanno capire lo stato emotivo del mondo. Su 250.000 canzoni composte tra il 1960 e il 2007, è stato verificato che i testi erano sempre più deprimenti fino al 1985, poi si sono adeguate ai tempi.

  1. Ci dà una definizione a livello personale

Ogni genere musicale dà un’idea della persona che si è, la musica classica, pop, blues, rock. Attraverso la musica, impariamo a darci una collocazione nel mondo, a sentirci parte di un gruppo. Da questo studio, per esempio, è emerso che chi ama la pop music è più narcisista. Le canzoni studiate dal 1980 al 2007, hanno portato alla conclusione che i testi antisociali erano prevalenti, con conseguente diminuzione delle canzoni positive e con emozioni pessimistiche.

  1. La musica ci permette di avvicinarci alla altre persone

Ascoltando e seguendo dei gruppi musicali, si avrà più facilità a conoscere nuove persone e avere più punti in comune per conversare.

Alle volte, la musica condiziona così tanto lo stato d’animo che, da uno studio a riguardo, è emerso che una donna è più propensa ad accettare un appuntamento galante dopo che ha ascoltato una melodia romantica. La percentuale addirittura raddoppia, dal 28% al 52%. Essendo stata fatta in Francia questa ricerca, la canzone utilizzata per l’esperimento è stata “Je t’aime a mourir” di Francis Cabrel.

  1. Cambio d’umore

Qual è il modo migliore per cercare di migliorare il proprio umore, se non quello di ascoltare il nostro brano musicale preferito? La canzone ci dà la giusta carica per affrontare un momento di sconforto. In realtà, quando si è tristi, la cosa che ci verrebbe più spontaneamente da fare è quella di continuare a crogiolarci nel dolore, avendo come sottofondo una musica tendente all’autocompatimento e alla disperazione. Lo scopo della musica è proprio quello di farci evadere dalla realtà e riportarci ad uno stato di serenità.

In casi particolari, per esempio prima di una visita medica, alcune persone sono state sottoposte a una terapia musicale e la tensione si è decisamente allentata.

  1. È un modo per evadere

Quante persone devono per forza trascorrere delle ore sui treni, sugli autobus, sulla metropolitana, in auto, per recarsi al lavoro? Proviamo a immaginare questi tragitti completamente in silenzio, sarebbero un ulteriore supplizio.

Nonostante l’accompagnamento musicale sia un diversivo utile in caso di noia, è stato dimostrato che ascoltare le canzoni mentre si sta eseguendo un’attività che richiede un determinato grado di attenzione, non sia consigliabile. Ci porterebbe alla distrazione, con la mente che inizierebbe a fantasticare. Inoltre, è stato appurato che la musica che distrae di più sia proprio quella più triste.

  1. Aumenta il buonumore

Infine, la ragione principale per cui ascoltiamo la musica è perché vogliamo sentire in noi quella sensazione di benessere che solo una canzone può trasmetterci. Le nostre emozioni esplodono e ci sentiamo vivi. Ci permette di prendere un po’ più alla leggera la vita, di affrontare i problemi con quella spensieratezza indispensabile per non abbatterci davanti al primo imprevisto della giornata.

Mostra commenti
I deodoranti influenzano il microbioma della pelle
I deodoranti influenzano il microbioma della pelle
Sclerosi multipla: conosciamo meglio le varie forme in cui si manifesta
Sclerosi multipla: conosciamo meglio le varie forme in cui si manifesta
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Dolori vari: quando applicare il caldo e quando il freddo?
Dolori vari: quando applicare il caldo e quando il freddo?
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Rimedi naturali per le unghie incarnite
Rimedi naturali per le unghie incarnite
Individuati i geni che causano la spina bifida
Individuati i geni che causano la spina bifida