Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Chi indossa gli occhiali vivrà più a lungo (ed è più intelligente)

Chi indossa gli occhiali vivrà più a lungo (ed è più intelligente)

Ultimo aggiornamento – 18 luglio, 2018

Chi porta gli occhiali è più intelligente
Indice

Attenzione, attenzione! Sembrerebbe arrivato il momento della rivincita di tutti coloro che indossano gli occhiali. Proprio così. La scienza ci dice che miopi e astigmatici hanno un quoziente intellettivo sopra la media e, come se non bastasse, una prospettiva di vita più lunga degli amici normovedenti. Scopriamo perché.

Intelligenza e problemi di vista

Uno studio condotto dai genetisti dell’Università di Edimburgo, e pubblicato dalla rivista scientifica Nature Communication, ha concluso che sono le persone intelligenti ad avere più probabilità di soffrire di miopia e ad avere problemi di vista e, conseguentemente, a dover indossare fastidiosi occhiali o lenti a contatto. Non solo. Sembrerebbe che siano anche dotati del dono della longevità.

L’equipe di ricercatori del Centre for Cognitive Ageing and Cognitive Epidemiology, guidati dal dr. Ian J. Deary, ha rilevato che le persone intelligenti hanno circa il 30% in più di probabilità di usare occhiali o lenti a contatto, dopo aver condotto uno studio genetico approfondito sulle funzioni cognitive.

Sono riusciti anche a dimostrare che hanno più probabilità di vivere a lungo, e perdipiù, il loro studio ha fornito dati interessanti che riguardano anche il basso rischio di soffrire di infarti, ictus, depressione, cancro ai polmoni, artrosi e angina pectoris.

Tutto merito dei geni

I dati di questo affascinante studio sono stati ottenuti dopo aver analizzato i profili genetici di oltre 300 mila cittadini europei, individuando ben 148 regioni del genoma associate alla funzione cognitiva. Non solo, giacché all’interno di queste sono affiorati 58 nuovi siti genomici che prima non erano associati al dono dell’intelligenza.

A comporre il campione della ricerca è stato un gruppo di persone di età compresa tra i 16 e i 102 anni che hanno risposto a vari questionari riguardanti il loro stato di salute generale e il loro stile di vita. Naturalmente, hanno compilato inoltre un test con l’obiettivo di valutare le loro capacità cognitive. I dati conclusivi confermano che le persone più intelligenti mostrano una probabilità superiore al 28% di indossare occhiali o lenti a contatto, e hanno per giunta il 32% di probabilità in più di soffrire di miopia.

Non è ancora tempo di cantare vittoria

Insomma, dai risultati della ricerca sembrerebbe che per le persone con quoziente intellettivo elevato vi sia il 17% delle probabilità di vivere più a lungo rispetto alla media.

Vi è anche un rischio minore di soffrire di patologie gravi come ictus, infarto e cancro al polmoni.

La probabilità di soffrire di depressione, invece, è del 30% in meno.

Tuttavia, le conclusioni di questo studio scozzese non risultano del tutto definitive dal momento che il campione di popolazione comprende soltanto persone di origine europea: per avere risultati più significativi si dovrebbero infatti includere altri profili genetici.

Intanto, chi indossa gli occhiali può iniziare a vantare le evidenze emerse da questo studio. La scienza è dalla vostra parte!

Mostra commenti
10 rimedi della nonna per dire addio alle macchie scure sulla pelle
10 rimedi della nonna per dire addio alle macchie scure sulla pelle
Mal di collo? 12 posizioni di yoga per dire addio al dolore
Mal di collo? 12 posizioni di yoga per dire addio al dolore
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Malattia di Crohn: vi è un nuovo farmaco che blocca i sintomi
Malattia di Crohn: vi è un nuovo farmaco che blocca i sintomi
Apnea dei bambini: quando è il caso di controllare le adenoidi o le tonsille
Apnea dei bambini: quando è il caso di controllare le adenoidi o le tonsille
Le attività di ricerca nella lotta contro il diabete
Le attività di ricerca nella lotta contro il diabete
Google Fit: la nuova sfida di Google nel mondo della salute
Google Fit: la nuova sfida di Google nel mondo della salute