Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Rughe a zampe di gallina? I consigli dell’esperto

Rughe a zampe di gallina? I consigli dell’esperto

Ultimo aggiornamento – 11 gennaio, 2021

zampe di gallina: come prevenirle
Indice

Dr. Riccardo Gazzola, specialista in chirurgia plastica. 


Le rughe, comunemente chiamate “zampe di gallina”, sono delle fini rughe di espressione che si localizzano sul contorno esterno degli occhi.

Abbiamo chiesto al dr. Riccardo Gazzola, specialista in chirurgia plastica, di darci qualche valido consiglio per combatterle e prevenirle.

Quali sono i fattori che causano l’insorgere delle rughe a zampa di gallina?

La loro origine è dovuta a un muscolo, il muscolo orbicolare dell’occhio. La sua contrazione massimale provoca la chiusura della palpebra. Tuttavia, durante il giorno questo muscolo viene contratto centinaia di volte in maniera involontaria, non solo per la chiusura della palpebra, ma anche per definire un’espressione facciale. Si può definire, infatti, in tal senso come un muscolo mimico.

La sua prolungata e ripetuta contrazione causa la comparsa di rughe sul contorno esterno degli occhi (zampe di gallina) e a livello delle palpebre superiori e inferiori. Con il tempo, queste fini rughe possono approfondirsi, diventando nei casi più gravi dei solchi.

Esistono dei tipi di pelle particolarmente predisposti alle zampe di gallina?

Ovviamente, la funzione protratta nel tempo del muscolo orbicolare non è l’unica causa della formazione delle zampe di gallina.
Il fattore principale che predispone alla formazione di queste rughe è la fotoesposizione. Una prolungata esposizione solare nel corso della vita è, infatti, in grado di indurre un danneggiamento delle fibre elastiche presenti nel derma, producendo così un terreno più favorevole alla formazione delle rughe. Una pelle poco elastica diventa così molto più suscettibile alla contrazione sottostante del muscolo orbicolare.

Le pelli secche e sottili, le prime per la poca idratazione, le seconde per un minore spessore del derma, sono più predisposte alla formazione delle zampe di gallina.

Cosa fare per prevenirle e da che età è bene utilizzare i prodotti antirughe?

Prevenire la formazione delle zampe di galline non è ovviamente cosa semplice. Il primo consiglio è quello di evitare una fotoesposizione prolungata e, soprattutto, evitare di prendere il sole senza protezione solare.

Il secondo suggerimento è quello di mantenere la pelle protetta e idratata. Il regolare uso di una buona crema è in grado di mantenere così l’elasticità della pelle e ritardare l’insorgenza delle rughe.

Non vi è un’età giusta per iniziare a prevenire la formazione delle rughe. Sicuramente prima si inizia, minore sarà l’invecchiamento cutaneo e il grado di formazione delle zampe di gallina.

Esistono dei rimedi naturali contro le zampe di gallina?

Purtroppo non esistono rimedi naturali dimostrati per il trattamento delle zampe di gallina. Tuttavia, l’applicazione di prodotti naturali ricchi di vitamine, acidi grassi e antiossidanti possono ritardare e in parte attenuare tali rughe.

Tra le sostanze più utilizzate a questo scopo sono l’aloe vera, gli acini dell’uva, la papaya. L’aloe vera, in particolare, possiede capacità astringenti, in grado di stimolare le fibre elastiche della pelle e prevenire/ridurre la formazione delle rughe.

Mostra commenti
Scoperti i neuroni che bloccano la fame e i cibi che aumentano la sazietà
Scoperti i neuroni che bloccano la fame e i cibi che aumentano la sazietà
Forfora secca e grassa: ecco i rimedi
Forfora secca e grassa: ecco i rimedi
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il laser per controllare la nostra alimentazione
Il laser per controllare la nostra alimentazione