Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Sintomi Influenzali Prova Lo Zenzero

Sintomi influenzali? Prova lo zenzero!

Maria Brigida Deleonardis | Blogger

Ultimo aggiornamento – 29 Dicembre, 2010

Se in questo periodo siete affetti dai classici sintomi influenzali, potete ricorrere ad un rimedio naturale: lo zenzero.
Questa radice originaria dell’Asia orientale, oltre ad essere una spezia sempre più diffusa nelle nostre cucine, è un alimento che ha proprietà curative molto importanti.
Lo zenzero è un prezioso alleato per chi soffre di problemi di digestione perché ne allevia la sintomatologia, come il senso di gonfiore, i crampi allo stomaco e la nausea (anche in gravidanza!).
Ma soprattutto lo zenzero è un alleato fondamentale per combattere i sintomi di raffreddore ed influenza: allevia i dolori articolari, la cefalea, calma la tosse, soprattutto la tosse grassa, e combatte la congestione nasale.
Per beneficiare di queste proprietà benefiche è sufficiente bere una tisana a base di zenzero: bisogna far sobbollire per alcuni minuti poche fettine di zenzero e, una volta filtrata, bisogna aggiungere alla bevanda un cucchiaino di miele e il succo di mezzo limone.
La bevanda avrà un sapore un po’ piccante, ma gli effetti curativi sono garantiti!

Mostra commenti
Il decalogo del paziente
Il decalogo del paziente
Isabelle, la modella che lottava contro l’anoressia, non ce l’ha fatta
Isabelle, la modella che lottava contro l’anoressia, non ce l’ha fatta
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Tumore alla prostata: rischio più alto per chi soffre di patologie intestinali?
Tumore alla prostata: rischio più alto per chi soffre di patologie intestinali?
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Colecisti, colecistite e calcoli biliari: quali sono le differenze?
Colecisti, colecistite e calcoli biliari: quali sono le differenze?
Pelle secca in menopausa? Qualcosa si può fare per evitarla
Pelle secca in menopausa? Qualcosa si può fare per evitarla