Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Uomini e donne reagiscono diversamente allo stress: uno studio lo dimostra

Uomini e donne reagiscono diversamente allo stress: uno studio lo dimostra

Ultimo aggiornamento – 01 Aprile, 2014

Uno studio svela che sotto stress gli uomini diventano egocentrici, le donne più socievoli.

Che stress! Quante volte lo diciamo? Ma per quanto lo stress ci tocchi tutti, è stato dimostrato che gli uomini e le donne non reagiscono allo stress allo stesso modo.

Secondo lo studio, gli uomini diventano più egocentrici e concentrati su di sé quando sono stressati. Faticano a distinguere le loro proprie emozioni da quelle di chi li circonda.

Tutto l’opposto le donne: più sono sotto stress, più diventano socievoli, espansive, empatiche.

Empatia o egocentrismo?

 “C’è un confine molto sottile tra l’abilità di identificarsi con gli altri e assumere le loro prospettive –  vale a dire essere empatici – e l’incapacità di distinguere sé stesso dagli altri – vale a dire essere egocentrici”, spiega in un comunicato la dott.ssa Giorgia Silani, autrice dello studio.

“Per essere veramente empatici, è fondamentale mantenere la capacità di distinguere il proprio sé da quello degli altri. Lo stress sembra giocare un ruolo fondamentale proprio su questo punto”.

Lo studio.

A quanti hanno partecipato allo studio, è stato chiesto di fare cose “moderatamente” stressanti come parlare in pubblico.

Successivamente, è stato chiesto loro di imitare i movimenti di un’altra persona, identificare le proprie emozioni e quelle di qualcun altro e di mettersi nella prospettiva di un’altra persona.

“Quello che abbiamo osservato, è che lo stress peggiora le performance maschili in tutte le prove richieste. Al contrario, migliora nettamente le performance femminili”.

Perché allo stress uomini e donne reagiscono diversamente?

Diverse le spiegazioni possibili.

"A un livello psicologico, le donne potrebbero aver interiorizzato, con l’esperienza, che quanto meglio riescono a interagire con gli altri, tanto più supporto dagli altri ricevono”.

A un livello fisiologico, la differenza potrebbe invece essere causata dall’ossitocina, l’ormone connesso coi comportamenti sociali. Molti studi hanno già dimostrato che sotto stress le donne producono più ossitocina degli uomini.

Lo studio, sviluppato dal SISSA di Trieste in collaborazione con le Università di Vienna e di Friburgo, è stato pubblicato recentemente sul Journal of Psychoneuroendocrinology.

Mostra commenti
Dialog, un innovativo dispositivo per assistere i pazienti con epilessia
Dialog, un innovativo dispositivo per assistere i pazienti con epilessia
Florence Nightingale: fondatrice dell’assistenza infermieristica moderna
Florence Nightingale: fondatrice dell’assistenza infermieristica moderna
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
10-11 ottobre: al via la quarta edizione del Forum Sistema Salute 2019
10-11 ottobre: al via la quarta edizione del Forum Sistema Salute 2019
Quello che non sai sulla candida
Quello che non sai sulla candida
Tumore allo stomaco: prevenirlo con gli antibiotici
Tumore allo stomaco: prevenirlo con gli antibiotici
Nanobatterie wireless per pacemaker: la nuova frontiera per gli impianti cardiaci
Nanobatterie wireless per pacemaker: la nuova frontiera per gli impianti cardiaci