Lipoma nel cane, cos’è, quando preoccuparsi e come intervenire

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 07 Settembre, 2023

Scopriamo un focus sul lipoma cane

Il lipoma nel cane è un tumore formato da una racccolt adiposa, ovvero un tumore benigno della pelle molto frequente: si forma principalmente nel tessuto sottocutaneo, come una escrescenza, e più raramente nei tessuti intramuscolari e in quelli tendinei circostanti. 

Nel primo caso, il lipoma assume la forma di un nodulo morbido, mobile, indolore; nel secondo, una forma più solida e invalidante. In questo caso si tratta di lipoma infiltrante. Quando invece la massa è maligna , si parla di liposarcoma. 

Esistono anche altri tipi di tumore cutanei, spesso simili tra loro nelle caratteristiche e nei sintomi. Ecco perché è importante indagarne e capirne subito la natura con esami approfonditi come esami citologici, biopsia e istopatologia.

Cos'è il Lipoma nei cani

Molto semplicemente il lipoma sottocutaneo nel cane è una palla di grasso, un rigonfiamento morbido più o meno grande, che si forma sotto la pelle. 

Entrando nel dettaglio, dunque, il lipoma è un tumore benigno delle cellule adipose, una massa o nodulo sottocutaneo che si forma e sviluppa perlopiù nelle zone del torace, addome e inguine, e nelle zampe, in seguito a una eccessiva proliferazione e accumulazione degli adipociti, le cellule del tessuto adiposo (grasso) che si trovano sotto pelle.

Il lipoma del cane, che non è dunque un tumore maligno e neanche un lipoma infiltrante, si riconosce da alcune caratteristiche, le quali possono suggerire il tipo di tumore, ma la diagnosi rimane citologica e bioptica.

Caratteristiche del Lipoma nei cani

  • individuale o a grappoli
  • forma variabile da rotonda a ovale, può mutare nel tempo e diventare irregolare
  • dimensioni variabili da pochi millimetri a diversi centimetri 
  • consistenza tendenzialmente morbida
  • mobile o più aderente ai tessuti circostanti
  • indolore
  • non causa prurito
  • non perde liquido

Cause del Lipoma nel cane

Non esiste una causa univoca e precisa che spieghi la formazione del lipoma. Cause e fattori di rischio possono essere diversi. Ma più generalmente questa condizione si riscontra in alcune razze di cani, perlopiù femmine e di età avanzata. Oltre all’invecchiamento, cause e fattori di rischio possono essere:

  • la genetica e la familiarità
  • la sterilizzazione
  • il sovrappeso e l’obesità, a causa dell'aumento dei depositi di grasso sottocutanei. 

Il lipoma può interessare cani di qualsiasi età o razza. Tuttavia, alcune razze più di altre ne vengono colpite, tra queste: 

  • Cocker Spaniel
  • Golden Retriever
  • Labrador Retriever
  • Pastore tedesco
  • Pinscher
  • Bassotti
  • Schnauzer nano
  • Weimaraner

Diagnosi: come si scopre un Lipoma?

I lipomi nei cani possono sembrare simili ad altri tumori maligni, per questa ragione è importante ottenere una diagnosi accurata della massa.

La diagnosi del lipoma avviene durante una visita specialistica (esame fisico del cane) e attraverso un'ecografia delle parti molli. Gli esami che può prescrivere il veterinario possono includere anche un test non invasivo come l'agoaspirato, un esame citologico, o anche la biopsia.

In genere, i lipomi contengono materiale oleoso e cellule di grasso facilmente identificabili al microscopio. Il prelievo di una biopsia, un esame molto più specifico della massa, diventa necessario quando si deve confermare che si tratta di lipoma e non di una massa cancerogena. 

A volte i lipomi si rivelano maligni (quando sono liposarcomi), pur avendo un aspetto identico alla forma benigna.

Altre formazioni di noduli nel cane includono:

  • Liposarcoma
  • Mastocitoma
  • Sarcoma dei tessuti molli
  • Cisti sebacea
  • Cisti epidermica
  • Istiocitoma

Cos'è il Lipoma Infiltrante

Diversi sono i lipomi infiltranti, che si manifestano in casi più rari, ma che comportano la formazione di noduli più grandi, più solidi e invasivi, che possono interessare diverse zone del corpo dell'animale. 

I lipomi si caratterizzano come 'infiltranti' quando si sviluppano anche nei tessuti circostanti e più profondi, come per esempio nei muscoli.

Cane dal veterinario

Il lipoma infiltrante riguarda, di solito, il tessuto connettivo sottocutaneo e le fasce muscolari, causando anche dolore e disturbi funzionali. Soprattutto se compaiono in alcuni punti, come nel caso delle ascelle, delle spalle e delle cosce. A differenza dei classici lipomi, questi infiltranti non si muovono. 

Cos' è il Liposarcoma

Al contrario del lipoma, il Liposarcoma, è la sua versione maligna, sempre formata da accumuli di grasso, quindi di consistenza morbida ma ruvida e con le caratteristiche del lipoma infiltrante. 

Il tumore può produrre metastasi diffondendosi in altre zone del corpo, come nel fegato nelle ossa, nei polmoni o in altri organi interni.

Conseguenze e Trattamento dei Lipomi nei cani

Il lipoma non scompare da solo. Tuttavia, se resta piccolo, non causa problemi e si può semplicemente tenere sotto osservazione, anche perché la crescita generalmente è lenta e si può anche contenere con un'alimentazione corretta del cane e il controllo del peso nel rispetto dei suoi fabbisogni energetici.

Non ci sono alimenti specifici che possono prevenire la formazione di lipomi nei cani, ma una dieta equilibrata e sana (anche con cibi fatti in casa) può aiutare a prevenire l'obesità, fattore di rischio per la formazione di lipomi. 

Al contrario, se il nodulo cresce aumentando di volume, può diventare fastidioso per il cane, ostacolarne i movimenti quotidiani(sfregando tra i tessuti, si può ulcerare), causare lesioni dermatologiche o anche necrosi. Un lipoma che cresce rapidamente può compromettere l'irrorazione sanguigna e provocare dolore.

Le conseguenze del lipoma dipendono anche dalla zona in cui è collocato. Sotto l’ascella, per esempio, impedisce i movimenti del cane che fatica a camminare, quando arriva a dimensioni anormali. Un lipoma che preme su nervi e muscoli sarà sicuramente molto invalidante.  

A questo punto, per evitare sofferenza nell’animale, potrebbe essere il caso di intervenire con una escissione, un’operazione chirurgica di rimozione in anestesia generale. Tuttavia, la decisione di operare o meno dipende dalla localizzazione e dalle dimensioni del lipoma. In caso di liposarcoma, invece, dopo l'asportazione potrebbe essere necessaria una radioterapia o chemioterapia.

Il costo degli interventi chirurgici

La diagnosi con ago aspirato si aggira al centinaio di euro. L'intervento chirurgico è più costoso, a seconda della complessità e della natura del lipoma da rimuovere, può andare dalle 150 alle 400-500, per i lipomi più semplici; fino a 800 euro, per i lipomi più difficili da trattare.

È possibile prevenire il Lipoma?

Non è possibile prevenire il lipoma perché, come accennato, questa condizione può interessare qualsiasi razza di cane di qualsiasi età, non essendoci peraltro una causa precisa. 

Quello che emerge dalle varie casistiche è la ricorrenza di alcuni fattori predisponenti, come l'età avanzata del cane, il sovrappeso e l'obesità, la sterilizzazione e il dato genetico.

Quello che può essere gestito, dunque, è sicuramente il fattore alimentare, ovvero tenere a bada il peso del cane con un piano dietetico bilanciato. Inoltre, come premesso, alcuni lipomi si riducono proprio con la perdita di peso.

Fondamentale è anche l'osservazione della eventuale protuberanza che inizia a prendere la forma di una più comune cisti. Se la diagnosi conferma il lipoma, è bene tenerlo sotto controllo e intervenire nel caso in cui la sua crescita fosse rapida e anomala. 

Il lipoma sotto pelle deve essere controllato dal veterinario. Solo il medico può confermarne la natura benigna con gli esami di approfondimento.

Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Cane

546 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
cane dal veterinario
Sindrome di Horner nel cane: disturbo neurologico dell'occhio

Sindrome di Horner Cane: un disturbo neurologico dell'occhio che può avere cause ignote o derivare da malattie sottostanti. Ecco quali.

Un cane coccolato dal suo padrone
Occhio gonfio nel cane: ecco da cosa può dipendere

Occhio gonfio: gli occhi gonfi nel cane possono dipendere da   varie cause: allergie, lesioni, corpi estranei, morsi di insetti o da condizioni di salute.

icon/chat