Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Acufene Pulsante Cure

Come curare un acufene pulsante?

Ho 28 anni e da 3 mesi soffro di acufene pulsante (sento lo scorrere del sangue) nell'orecchio dx. È un suono tipo fruscio, ovattato, a volte un borbottio. Ce l'ho tutto il giorno, anche se lo sento poco e niente, tranne la sera che aumenta e a volte è fastidioso. Ho anche una sensazione di orecchio tappato a volte o di pulsazione fisica. Se sbadiglio, spesso aumenta. Ho già visto un otorino, otoneurologo, cardiologo.. Ho fatto esami audiometrici, impedenziometrici, ecg, ecografia, ecodoppler, analisi del sangue complete e anche una rm encefalo completa (cervello, tronco encefalico) + mdc. In pratica, da tutti questi esami, non è emerso nulla perché tutti hanno dato risultati ottimali. Ho solo una faringite cronica che mi porto dietro da sempre. Ultimamente, ho anche un senso di spossatezza, delle volte del muco dietro la gola e altre volte come un senso di palpitazioni e senso di confusione, anche se potrebbe essere dato dall'ansia che purtroppo spesso mi prende. Un otorino mi ha spiegato che il disturbo potrebbe dipendere dalla tromba di Eustachio e che ho un piccolo disturbo dell'atm, nel senso che porto la lingua a ridosso dei denti e "spingo" le mandibole in avanti. Un disturbo del genere è pericoloso? A parte il fastidio psicofisico del rumore, non ho altro di evidente. A parte spossatezza tipo influenza verso sera, ma senza mai avere febbre o altro. In realtà il dubbio mi è venuto con la rm, perché guardando il cd interattivo che mi hanno lasciato, fra le varie schede visionabili (parlo da ignorante in materia) c'erano tutti gli esami fatti e le immagini catturate, nominati con delle sigle o abbreviazioni, uno di questi recava la dicitura "t1- conflitto neuro-vascolare". Appena ho visto questa scheda mi sono spaventato. Dentro c'erano, appunto, varie immagini della rm. Possibile che nel referto finale non ci fosse scritto nulla? Si sono dimenticati di menzionarlo oppure sarà stato solo il tipo di indagine fatta? Nel referto non nomina mai la parola "conflitto neurovascolare", parla di altre cose (encefalo e angio-rm) comunque dicendo che non ci sono stenosi, che il flusso è regolare. Non ricordo l'impegnativa del medico penso ci fosse stato scritto qualcosa tipo rm encefalo - pontocerbellare, mdc. Grazie mille.

Il discorso del conflitto neurovascolare va sicuramente considerato come possibile causa, altro fattore etiologico potrebbe essere la presenza di una fistola arterovenosa.

Per valutare ciò, dovresti effettuare una angio RMN. Ti avviso anche che questo esame il più dell'80% dei casi come il tuo, risulterà negativo. In questo caso, parleremo di acufene idiopatico.

Comunque non disperare, oggi ci sono tante terapie valide per il tuo problema, la cosa più importante è escludere tutte le possibili cause organiche, cosa che in parte hai già fatto.

Non esitare a contattarmi se hai bisogno di ulteriori chiarimenti.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giuliano Sequino
Dr. Giuliano Sequino
Napoli - Viale San Francesco D'assisi 56 - Giugliano in Campania
Altre risposte di questo specialista
Musica: a che volume ascoltarla?
Buongiorno. Ascoltala pure al volume che ti dà più emozioni e ti consente di valutare al meglio la qualità degli artisti e degli strumenti da loro...
Corde vocali prolassate: come si curano?
Buongiorno. Non so perché il collega ti abbia sconsigliato l'intervento che a mio avviso è l'unica soluzione al problema una volta eliminati fumo e alcool...
Miringoplastica: che fare se dopo si avvertono pulsazioni nell'orecchio?
Buongiorno. A 5 giorni dall'intervento qualsiasi rumore nell'orecchio è normale. Per quanto riguarda l'orecchio a sventola (ad ansa) dovrebbe rientrare ma dipende molto da come...
Cefalee dopo asportazione neurinoma acustico: che cosa fare?
Buongiorno,collaboro con il maggior centro di otoneurochirurgia europeo e visito numerosi pazienti sottoposti a questo tipo di intervento. I dolori, anche a distanza di mesi,...
Ipoacusia bilaterale: cosa comporta?
Buongiorno, sicuramente un uso assiduo e corretto delle protesi acustiche rallenta il peggioramento uditivo. Ti consiglio comunque di sottoporti a
Vedi tutte
Risposte simili
Acufeni: che cosa sono e come vengono diagnosticati?
Gli acufeni sono rumori fastidiosi, a volte anche intensi, che si possono percepire localizzati in una o in entrambe le orecchie, oppure genericamente...
Setto nasale deviato: a che cosa è dovuto?
Il setto nasale deviato può essere congenito oppure può essere causato da un trauma. In entrambi i casi è una condizione piuttosto comune e...
Tappo di cerume nell'orecchio: cosa fare in caso di tappi di cerume?
Il cerume è una sostanza prodotta da ghiandole presenti nell'orecchio per proteggerlo dall'accumularsi di particelle estranee. La produzione di cerume è diversa a seconda degli...