Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Autismo Trauma Cranico

Un trauma alla nuca può portare un bambino di 3 anni a soffrire di autismo?

Buonasera, ho un bambino di quasi 3 anni che non parla, dopo alcune visite dal neuropsichiatra infantile con test Ados e test Griffith, si è arrivati ad una diagnosi di lieve spettro dell'autismo, proprio legato maggiormente a tutta la parte della comprensione/linguaggio. Un trauma cranico potrebbe portare ad avere problemi legati a linguaggio, attenzione, comprensione? Da piccolo, intorno ai 7/8 mesi, il mio cucciolo ha preso una brutta caduta dal letto battendo con la nuca (è caduto all'indietro da seduto sul letto) sul pavimento in gres. È scoppiato a piangere e dopo qualche minuto di consolazione si è addormentato, dopo un paio d'ore si è svegliato, l'abbiamo tenuto sott'occhio per un paio di giorni e tutto normale, la botta però è stata forte. Qualche mese dopo, ci siamo accorti di una sorta di protuberanza ossea dietro la testa nella zona destra, il pediatra ci ha detto che non era nulla, ma senza effettuare controlli. Io ho questo timore da ignorante che quel colpo potrebbe aver portato a qualche problema che stiamo riscontrando adesso. Potrebbe essere possibile? Un trauma cranico di media entità potrebbe portare a conseguenze comportamentali, di linguaggio e di comprensione in questo modo? Ci sono test che potrei fare al bambino per capire, tipo eeg o similari? Grazie.

Buonasera,

se Ados e Griffith dicono "autismo lieve" è una cosa attendibile, per cui è da iniziare subito un trattamento per aiutarlo a recuperare quanto più in fretta possibile.

Riguardo il rapporto trauma cranico e linguaggio, potrebbe esserci, ma si esclude se si effettua un elettroencefalogramma (da sonno) e non evidenzia nessuna sofferenza. Il fatto che abbia sbattuto la nuca, che è la zona più spessa e protetta del cranio, induce a pensare che non ci dovrebbero essere residuati.

Riguardo i test, ha fatto quelli giusti ed ha un responso. Non cercare altro (come fanno purtroppo molti) e concentrati su un trattamento che, poichè è precoce, può dare buone possibilità di recupero.

Un solo consiglio dalla mia lunga esperienza: i problemi di autismo (anche solo iniziale) vengono risolti in gran parte dalla riabilitazione fatta dai genitori, dal bambino che sente l'amore dei genitori che si occupano di lui.

Se penserai di delegare tutto ai riabilitatori, non avrai gli stessi risultati.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Paolo Bonarrio
Dr. Paolo Bonarrio
Siracusa
Altre risposte di questo specialista
Rifiuto del cibo: cosa lo causa in un bimbo di 3 anni?
Buongiorno,le cause possono essere tantissime. In ogni caso, il problema non è l'appetito. Può essere che in fase di svezzamento si sia quasi affogato,...
Cambio asilo: quando va fatto?
Buonasera,evitando di fare una serie di commenti, suggerisco di cambiare asilo e vedere come si comporta. Secondo me, ha a che fare con maestre molto...
Bambino di 2 anni violento: come va trattato?
Buonasera,devo risponderti raccomandandoti di portare al più presto il bambino presso un servizio di neuropsichiatria infantile per fare fare un controllo generale. Tuo figlio potrebbe...
Contenere la rabbia: come aiutare un bimbo di 4 anni?
Buonasera,il comportamento del bambino dipende al 90% da come viene trattato. Se lo avete abituato nelle poche ore che state con lui dopo il lavoro...
Bimbo di 15 mesi che dice solo mamma: è normale?
Salve,non fare raffronti tra la bambina e il bambino, perchè i maschi parlano di solito un po' più tardi delle sorelle. Se poi ha detto...
Vedi tutte
Risposte simili
Bambina che sfida gli adulti: come trattarla?
Buongiorno,mi descrivi una bambina complessa, con tendenza all'oppositività. Le maestre ti hanno dato un consiglio esatto, anzi direi che sei anche in ritardo. Se ti...
Parlare 3 lingue a 3 anni: cosa comporta?
Buonasera,prima di tutto, che il bambino abbia a 3 anni momenti di disfluenza non è segno di patologia. Certo, che debba gestire 3 lingue gli...
Pipì nel vasino: come insegnarlo ad una bambina di 2 anni?
Buongiorno,risponderti è molto difficile, perchè per farlo correttamente dovrei avere la bambina davanti e unire la teoria alla presa di visione del bambino. Ciò nonostante,...