Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Bruciore Lingua Placche Cause

Cosa fare in caso di placche e bruciore alla lingua?

Salve, da 3 mesi ho iniziato ad avere dei problemi al cavo orale: è iniziato tutto con una tumefazione nel lato interno della bocca nell'arcata inferiore. Mi sono rivolta al mio odontoiatra che mi consiglia di fare una panoramica, la quale non rileva nulla di anomalo se non un granuloma che non ha nulla a che fare con il problema. Dopo qualche giorno, noto un piccolo ascesso fra dente e gengiva e una leggera gengivite nell'arcata inferiore. L'odontoiatra mi "pulisce" l'ascesso e mi fa fare una pulizia dentale e mi dice di usare un buon collutorio. L'ascesso dopo un po' di tempo è sparito, ma ho iniziato a notare la punta della lingua arrossata e un presunto linfonodo gonfio sottomandibolare sx. Ho eseguito degli esami ematici e sono risultati negativi per patologie infiammatorie, mentre mcv aumentato piastrinocrito basso e acido folico nei limiti. Intanto, mi sono iniziate ad uscire delle "placche" dello stesso colore della lingua nella parte posteriore e la lingua inizia a darmi fastidio perchè avverto delle punture tipo spilli. Attualmente sto prendendo l'acido folico e sto facendo dei risciacqui con bicarbonato, inoltre ho smesso di fumare tabacco e prenderò un collutorio disinfettante e antinfiammatorio. Vorrei chiedervi se dovrei rivolgermi ad un otorinolaringoiatra o continuare in questo senso e da cosa può essere causato questo disturbo. Grazie.

E' necessario rivolgersi ad un otorinolaringoiatra per una valutazione adeguata, soprattutto nei fumatori; inoltre è indicato un esame ecografico del collo con stazioni linfonodali e tiroide.

Saluti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Alberto Eibenstein
Dr. Alberto Eibenstein
(0)
Roma - Non disponibile
Altre risposte di questo specialista
Funghi in gola: cosa fare?
Sono associati ad una riduzione delle difese immunitarie, quindi è indicato effettuare degli accertamenti ematologici. Possono essere eliminati mediante antimicotici assunti per...
Lacerazione del timpano: come evitare ulteriori danni?
Va evitato il passaggio di acqua all'interno dell'orecchio e protetto con garza ontologica in caso di vento o sbalzi di temperatura. Saluti
Tracheite: può essere collegata ad asportazione tonsille?
Vanno ricercate le cause scatenanti mediante endoscopia delle vie aeree superiori e ricerca di reflusso gastrico; inoltre è bene escludere russamento ed apnee notturne. ...
Mal di gola: cosa fare?
Risulta in questi casi utile fare una diagnosi differenziale tra le possibili eziologie, in particolare per escludere la presenza di reflusso gastrico, allergia...
Intervento chirurgico alle corde vocali: com'è la convalescenza?
Si può mangiare regolarmente e va mantenuto un riposo vocale per almeno 15 giorni, quindi effettuare un controllo per valutare la motilità delle corde vocali...
Vedi tutte

Risposte simili

Labirintite: come si cura?
La labirintite è un'infiammazione del labirinto, cioè dei canali circolari dell'orecchio interno, causata da batteri o infezioni virali. ...
Acufeni: che cosa sono e come vengono diagnosticati?
Gli acufeni sono rumori fastidiosi, a volte anche intensi, che si possono percepire localizzati in una o in entrambe le orecchie, oppure genericamente...
Setto nasale deviato: a che cosa è dovuto?
Il setto nasale deviato può essere congenito oppure può essere causato da un trauma. In entrambi i casi è una condizione piuttosto comune e...