Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Calprotectina

Che fare per la calprotectina a 142?

Buongiorno, sono il papà di una bambina di 6 anni spesso soggetta a disturbi intestinali. Generalmente, le feci non sono mai state composte, se non per brevissimi periodi della sua vita e ha sempre manifestato piccole problematiche digestive legate a cibi particolarmente grassi. Recentemente, per diverso periodo, ha avuto tracce di sangue nelle feci e, su indicazione del pediatra, abbiamo fatto esami del sangue e esami delle feci. A parte piccole anomalie di valori, leggerissimamente sotto la norma per ematocrito ed emoglobina, rispettivamente 35,8 e 12,9 e il volume globulare medio di 81, il valore che più ci spaventa è la calprotectina a 142. Ultimamente spesso dal nulla si lamenta anche di forti dolori al fianco sinistro, appena sotto il costato. Siamo molto preoccupati e stiamo fissando diverse visite specialistiche. Al tempo avevamo effettuato anche il test delle intolleranze alimentari ed era risultata poco allergica ad alcuni elementi, tipo albume. Ci avevano cmq consigliato di non eliminarlo completamente dalla sua dieta. Che cosa potrebbe essere, ovviamene googolizzando abbiamo trovato di tutto, dagli scenari più nefasti a qualcosa di meno, si fa per dire, preoccupante. Siamo genitori preoccupatissimi.

Caro Papá, i valori che riporti sono tutti nella norma per l'età della bambina. Il limite di normalità della calprotectina nel bambino non é stato definito ma é probabilmente molto più alto di quello dell'adulto.

Valori come quelli di tua figlia vengono generalmente considerati normali. Ti consiglio una valutazione gastroenterologica al fine di correlare la sintomatologia con gli esami eseguiti.

Un saluto

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Marco Nuara
Dr. Marco Nuara
Monza e Brianza - Via Leopardi 12
Altre risposte di questo specialista
Stitichezza: sono consigliabili delle visite?
Buongiorno, sarebbe sicuramente consigliabile una terapia atta a regolarizzare e rieducare l'alvo, in associazione alle opportune correzioni dietetiche. In alcuni casi, si tratta di disturbi...
Drosetux sciroppo: si può somministrare ad un bambino di 6 mesi?
Personalmente, sconsiglio la somministrazione di sciroppi per la tosse nei lattanti, in quanto inutili, quando non controindicati. Drosetux sciroppo mi risulta sia somministrabile dopo i...
Figlio di cugini di primo grado: ci sono maggiori rischi?
Non conosco la vostra storia familiare, ma personalmente non ravvedo necessità di indagini prevaccinali né rischi particolari derivanti dalla vostra situazione, a meno che ci...
Paura di defecare in un bambino: che cosa fare?
Se il bambino avesse paura ad evacuare, perché tendenzialmente stitico, bisogna intervenire con ammorbidenti fecali al fine di risolvere la stipsi. Se ci fosse tuttora...
Citomix: si può usare per una bambina che soffre di tonsilliti?
Il Citomix è un preparato omeopatico che trova indicazione nelle infezioni ricorrenti. Sono numerosi i preparati omeopatici, fitoterapici, farmacologici, gli integratori alimentari, i lisati batterici...
Vedi tutte
Risposte simili
Tetraparesi spastica: in che cosa consiste?
La tetraparesi spastica rientra nel quadro della paralisi cerebrale infantile, che è la manifestazione senso-motoria di un danno cerebrale che si verifica nell'infanzia. ...
Spina bifida: cos'è?
La spina bifida (o mielomeningocele) è una malformazione del sistema nervoso dovuta alla mancata chiusura del tubo neurale fin dalle prime settimane del concepimento. ...
Miosite acuta benigna: cosa è?
La patologia di cui mi parli è una condizione transitoria tipica del bambino in età scolare caratterizzata da tensione e/o dolore muscolare tipicamente localizzato simmetricamente...