Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cura Di Se

Cosa fare per un uomo di 61 anni che ha perso completamente la cura di sè stesso?

Buongiorno, mio marito di anni 61, è alto 180 e pesa kg 138. Ha il diabete di tipo 2. E’ in terapia con Glucophage 1000, Competact 850 per 2 al giorno e Victoza, prende il Sevikar 40 mg per la pressione. Siamo sposati da 32 anni e 5 di fidanzamento, io ho visto mio marito al peso giusto solo il giorno del matrimonio (prendeva delle erbe che gli aveva dato un dottore che poi si è scoperto contenere anfetamine). Il medico è stato radiato e mio marito da allora ha iniziato a mangiare e, nonostante i problemi di salute, mangia di tutto e di più, dicendo che lui ha sempre provato e prova conforto nel cibo. Inoltre, da 8 anni ha iniziato a perdere l'igiene personale (si cambia l’intimo anche una sola volta a settimana), la doccia la fa solo una volta alla settimana. Il medico di famiglia gli ha prescritto l’Efexor 37,5 ma è stato come prendere una pillola di zucchero e dopo 3 blister ha smesso. Gli ho chiesto di rivolgersi ad un neurologo, ma mi ha risposto che io sono pazza, lui no. Non so più cosa fare, inoltre si gratta in tutto il corpo e sta tutto il giorno seduto (al lavoro è sempre seduto e la domenica la passa sul divano davanti alla tv). Qualcuno mi può aiutare? Grazie.

Buongiorno e grazie del messaggio,

tuo marito sembra che dovrebbe essere seguito sia dal punto di vista diabetico, che dal punto di vista nutrizionistico.

Per quanto riguarda la componente psicologica, forse sarebbe indicato intraprendere un trattamento cognitivo comportamentale, per andare a diminuire i comportamenti disfunzionali sul mangiare e sul non fare niente davanti alla TV.

Avete già provato a rivolgervi ad uno specialista? Se siete di Torino, posso rendermi disponibile.

Attendo aggiornamenti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Simone Tealdi
Dr. Simone Tealdi
(0)
Torino
Altre risposte di questo specialista
Attacchi di panico e ansia: come affrontarli?
Buongiorno,ci sono vari strumenti per affrontare l'ansia. Personalmente, ti consiglio di rivolgerti ad uno specialista psicoterapeuta cognitivo comportamentale. Ti darà una mano a...
Tristezza: cosa fare?
Buongiorno, se permane da qualche tempo questo umore deflesso, ti consiglio di rivolgerti ad uno specialista psicologo per approfondire la valutazione. ...
Vedi tutte

Risposte simili

Depressione : quali differenze esistono?
Esistono delle grosse differenze tra uomo e donna, se non altro per le fluttuazioni e variazioni ormonali che caratterizzano il percorso esistenziale femminile e che...
Sviluppo sessuale in adolescenza: come avviene?
Lo sviluppo sessuale nei maschi è più ritardato e più lungo di quello delle femmine: in genere, avviene intorno ai 12-13 anni.Uno dei primi segni...
Attacchi di panico: quali sono i sintomi?
I sintomi di un attacco di panico appaiono improvvisamente, senza alcuna causa apparente. Possono includere: aumento della...