Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Diabete Dieta

Quale dieta seguire con diabete?

Salve, mia madre è stata operata con complicanze per aneurisma celebrale, adesso si è stabilizzata, però con vari problemi permanenti. È diabetica, diabete mellito tipo 2, sarà meglio che segua un'alimentazione ricca di fibre e con prodotti integrali. Posso darle anche cibi con curcuma, cumino ed altro dello stesso genere?

Il diabete mellito di tipo 2 (chiamato anche diabete mellito non insulino-dipendente, NIDDM) è una sindrome metabolica eterogenea caratterizzata da iperglicemia cronica che si instaura in seguito ad un’alterazione della secrezione insulinica e/o a ridotta sensibilità dei tessuti periferici al suddetto ormone.

Il mancato controllo della glicemia, con una variazione dello stile di vita (attività fisica + alimentazione) e con l’assunzione di un adeguato trattamento, possono portare ad una serie di complicanze, a carico di diversi organi ed apparati, correlate con un aumento della morbilità e della mortalità. Risulta dunque evidente come la terapia alimentare assuma un ruolo di primaria importanza per il contenimento di questa patologia: l’ADA (American Diabetes Association) afferma infatti che la prima azione da compiere in caso di alterazione della glicemia sia una modificazione dello stile di vita, che preveda un’alimentazione più consona associata ad attività fisica.

Lo scopo della terapia dietetica del diabete risulta dunque essere molteplice:

  • contribuire ad ottimizzare ed a mantenere entro valori normali la glicemia per prevenire l’insorgenza delle complicanze croniche;
  • ottenere un profilo lipidico tale da ridurre il rischio cardiovascolare;
  • prevenire e trattare le complicanze micro e macro-vascolari.
L’alimentazione per il paziente affetto da diabete di tipo 2 deve tener conto di molti fattori, fra cui farmaci assunti, attività fisica svolta, situazione di normopeso, sovrappeso, obesità, concomitanza di altre patologie, insorgenza di complicanze. Non esiste una dieta per diabetici che possa essere considerata valida per tutti i pazienti, in quanto lo schema dietetico deve essere adeguato al singolo paziente per ottenere una buona adesione.

Ci sono però sicuramente delle regole generali da rispettare: l’alimentazione deve essere esattamente bilanciata in carboidrati e a tenore di grassi medio-basso. Bisogna impostare un’alimentazione basata su 5 pasti: colazione, spuntino, pranzo, spuntino, cena e tenere conto dell’indice glicemico e del carico glicemico degli alimenti. Aumentare il consumo giornaliero di fibre a 40 g, dividendo in fibre idrosolubili e non idrosolubili.

Preferire cereali integrali (pane, pasta, riso, farina).

Consumare ogni giorno 3 porzioni di verdura e 2 porzioni di frutta.

Prediligere un’alimentazione ricca in sostanze antiossidanti anche attraverso l’utilizzo di alcuni specifici alimenti o sostanze come la curcuma, che sembra influire sulla modulazione dello stato infiammatorio che è alla base di obesità, diabete, disturbi cardiovascolari e tumori.

Uno studio recente afferma infatti che un estratto di curcuma potrebbe essere usato come terapia nella popolazione prediabetica in quanto la curcuma e i suoi derivati potrebbero avere effetti antinfiammatori sulle beta-cellule del pancreas che rilasciano l'insulina, l'ormone responsabile della regolazione del livello di zuccheri nel sangue.

In conclusione, ricordiamoci sempre di evitare diete fai da te e di rivolgersi sempre ad uno specialista del settore che elaborerà una dieta specificatamente tarata sulle caratteristiche metaboliche e patologiche del paziente.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Chiara Pirolozzi
Dr.ssa Chiara Pirolozzi
Latina - Via Pier Luigi Nervi
Risposte simili
Glicemia a 132 mg/dl: è indice di diabete?
Ti consiglio, se non l'hai già fatto, di confermare il riscontro di iperglicemia. Se dovesse essere confermata, ti suggerisco di fare qualche passeggiata...
Diabete, ipertensione e proteinuria alta: come curarli?
La proteinuria elevata indica una condizione di nefropatia diabetica, che è curabile tenendo sotto controllo il diabete: se la Hb A1c (che è...
Diabete, calli e duroni ai piedi sono normali?
Se non avverti altri sintomi non credo che ci sia niente di cui preoccuparti. Il colorito scuro dei calli potrebbe essere dovuto da piccole...