Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Difficolta Deambulare

Che cosa fare se un anziano ha difficoltà a deambulare?

Buongiorno, mio padre, che ha 85 anni, non riesce più a camminare senza l'aiuto di un bastone; dopo una visita da un ortopedico, si era deciso di fare dei cicli di infiltrazioni di acido ialuronico associati a della fisioterapia e stava andando molto meglio, poi ha deciso di interrompere ed è subito peggiorato. Come posso aiutarlo? Mia sorella gli ha fatto fare una visita da un neurologo che gli ha detto che, data l'età, sta sprecando tempo e denaro.

Buongiorno,

ti rispondo da geriatra, ossia da colui che punta più sulla qualità della vita che sulla quantità. Ossia, quello che sta succedendo al papà è un declino fisiologico fisico, o meglio, lo scorrere dell'età.

Il fatto che il papà abbia interrotto la terapia può essere semplicemente una sua "stanchezza" e come ogni decisione va accettata. Non voglio dire che la fisioterapia e le infiltrazioni siano soldi buttati, ma come ogni metodica, ci vuole la volontà del paziente e senza di questa non si va avanti.

Di sicuro, avrà lavorato tutta la vita per mandare avanti la vostra famiglia, ma l'aver iniziato a tirare un po' i remi in barca può essere lecito. Il mio consiglio è di assecondarlo, lasciando la porta aperta alla terapia antalgica per artrosi (come sembra essere) iniziando dalla Tachipirina 1000 (max 3 volte al giorno) o Tachidol 1 bust (max 3 volte al giorno), poi fatti consigliare dal curante.

La solita frase "la riabilitazione non si nega a nessuno", non è assolutamente vera, bisogna prima imparare ad ascoltare cosa vogliono dirci i nostri genitori.

Cordiali saluti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Ciro Quaranta
Dr. Ciro Quaranta
Monza e Brianza - Non disponibile
Risposte simili
Valori degli esami ematochimici: qual è il problema?
Buongiorno, se è soltanto un problema di disidratazione parla con il medico e per valutare l'opzione di ripetere gli esami. Inoltre...
Tremore essenziale: quali sono le conseguenze?
Il tremore essenziale ha principalmente un fattore genetico ereditario alla base. Ha una prognosi principalmente benigna, nel senso che non è causa di peggioramento...
Aumento temperatura e brividi: quali sono le cause?
Direi che la prima cosa sia documentare la temperatura, la pressione arteriosa e la glicemia serale. Se tali sintomi persistono oltre 2...
Altre risposte di questo specialista
Creatinina alta: come abbassare i livelli?
Salve, prima di tutto, bisogna capire perché hai valori sopra la media di creatininemia. Un'ecografia renale sarebbe da fare. Poi, capire se assumi...
Amiloidosi: cosa fare?
Buongiorno, purtroppo l'amiloidosi è una patologia con poche scelte terapeutiche, se non quella cortisonica e quella chirurgica. Per quanto riguarda la dieta specifica, non...
Perdite bianche liquide: cosa fare?
Buongiorno,da quanto mi racconti, sembra un'odissea che purtroppo colpisce sempre la stessa tipologia di paziente, ossia quello anziano. Quello che dovevi tentare di fare l'hai...
Morbo di Parkinson: quali sono i sintomi?
Buonasera,il quadro clinico iniziale di un paziente affetto da Parkinson può manifestarsi con tremore a riposo che interessa un arto solo (ad esempio,...
Leucomalacia vascolare ischemica cronica: cos'è?
Buonasera,la leucomalacia vascolare ischemica cronica sono tante piccole lesioni di una parte del cervello (la sostanza bianca) di origine ischemica (poco afflusso di sangue)....
Vedi tutte
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più