Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ecodoppler Vena Uomo

Come si interpreta l'ecodoppler alla vena della caviglia di un uomo di 55 anni?

Salve, la contatto per un parere riguardo una problematica venosa che ha mio padre 55 anni. Presenta una grande macchia rossa-violacea alla caviglia, 2 anni fa era un'ulcera, oggi invece c'è questa macchia dove il tessuto è leggermente più duro, ma non gli comporta nessun dolore. Fin’ora, abbiamo sentito 2 pareri un po’ contrastanti. Ha fatto un ecodoppler che ha riportato il seguente referto: “insufficienza venosa cronica allo stadio c4 con dermoipodermite da stasi al 3° inferiore laterale di gamba rifornita da varice antero laterale della safena interna con discromia. All’esame ecodopppler, insufficienza della safena interna sinistra con calibro medio alla coscia di 7,5-8 mm e 10 mm alla crosse con reflusso al Valsalva sulla valvola terminale. Si consiglia in attesa di ablazione della safena e delle varici, Gentalyn beta locale per 3 volte, benda elastica a trazione forte, Venoven forte”. Questo è il parere di un professore. Oggi siamo andati a sentire un altro parere e ci hanno detto che vicino alla safena c'è una vena molto ingrossata e di intervenire con un laser endovenoso per bruciare questa vena ingrossata, poi asportare la safena, ma solo il tratto dal ginocchio in giù. Puó darmi un suo parere? La ringrazio in anticipo.

La condizione che descrivi è quella di un'insufficienza venosa inveterata che ha dato luogo a complicazioni cutanee (dermatite ulcerativa, dermoipodermite).
In assenza di controindicazioni, la terapia chirurgica è indicata.
La metodica più indicata e l'estensione della procedura possono essere vagliate solo sulla base di un'appropriata pianificazione clinica ed ecografica.
Delle due valutazioni che ci proponi la prima, con i limiti di una valutazione a distanza, sembrerebbe la più appropriata.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Lucio Piscitelli
Dr. Lucio Piscitelli
(0)
Napoli - Via Alessandro Scarlatti, 105
Altre risposte di questo specialista
Visita angiologica: come si interpreta?
Con i limiti di una valutazione a distanza e dando per scontata l'attendibilità del reperto ecografico che descrivi, l'indicazione all'intervento chirurgico sembrerebbe appropriata.Considera in ogni...
Trombosi: quali esami effettuare per capirne l'origine?
Gentile Signora, i fattori di rischio per eventi trombotici possono essere diversi. Esclusa la predisposizione genetica, altri fattori andrebbero considerati (insufficienza venosa, varici,...
Ecocolordoppler: rileva le vene varicose?
In realtà, l’ecocolordoppler è una metodica che dovrebbe integrare l’esame clinico (visita), che da solo è di per sé sufficiente a rilevare la presenza...
Ecocolordoppler venoso: come si interpreta?
Gentile Utente,l’ecocolordoppler è una metodica che va inevitabilmente confrontata con sintomi e segni clinici, nonché con i motivi che ne hanno indotto la prescrizione. Tutte...
Sfilamento della safena: potrebbe provocare degli ematomi?
Se si tratta di ematomi da soffusione emorragica nei tessuti molli, il riassorbimento potrebbe realizzarsi nel tempo, anche se il periodo trascorso sembrerebbe...
Vedi tutte
Risposte simili
Sindrome di Churg-Strauss: cosa fare?
Per sindrome di Churg-Strauss, si intende un tipo di vasculite sistemica dei piccoli vasi. I sintomi e i segni clinici presentano sinusopatia, asma...
Cure termali: si possono fare in caso di trombosi venosa?
Il caldo può essere responsabile di gonfiore. Se poi la trombosi è dovuta ad una coagulopatia congenita, cioè ad una eccessiva tendenza alla coagulazione di...
Morbo di Raynaud: cosa fare?
Il morbo di Raynaud è una patologia funzionale, vuol dire che non c'è un danno fisico della circolazione come nell'arteriosclerosi, ma...