Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Esame Audiometrico Risultati

Come si valuta l'esame audiometrico?

Nel 2000, ho fatto il mio primo esame audiometrico e hanno rilevato i seguenti range per: "orecchio sx: 10<db<20 a 250 hz db=10 a 500 hz db=10 a 1000 hz, orecchio dx: db=30 a 250 hz db=20 a 500 hz db=10 a 1000 hz (nella norma per l'etc)"; nel 2010, ho ripetuto l'esame e a fronte dei seguenti esiti: "orecchio sx: 10<db<20 a 250 hz 10<db<20 a 500 hz 10<db<20 a 1000 hz orecchio dx: db=40 a 250 hz db=30 a 500 hz 20<db<30 a 1000 hz". La diagnosi è stata: "lieve ipoacusia trasmissiva destra, come da iniziale anchilosi" infine ho ripetuto l'esame dopo 4 anni, nello specifico, in data 18/02/2014 e a fronte dei seguenti esiti: "orecchio sx: 30<db<40 a 250 hz db=30 a 500 hz db=20 a 1000 hz orecchio dx: 30<db<40 a 250 hz db=30 a 500 hz 20<db<30 a 1000 hz" mi è stata data la diagnosi: lieve ipoacusia mista, bilaterale. Sia nel 2010 che nel 2014 l’esame audiometrico è stato fatto in “ambiente comune” e pertanto alle basse frequenze riuscivo a percepire maggiormente i suoni esterni e non quelli a cui ero sottoposta per l’esame. Il medico che mi ha fatto gli esami e le diagnosi del 2010 e del 2014 è lo stesso e in seguito all’ultimo esame mi ha detto che, visto che l’udito dell’orecchio destro non sembra essere peggiorato in 4 anni, mentre invece lo è quello dell’orecchio sinistro, che sembra aver raggiunto quello dell’orecchio destro, non ritiene di parlare più di otosclerosi, ma si riserva la possibilità di controllarmi ogni anno. E' normale avere questi lievi cali di udito alla mia età (32 anni), senza aver avuto gravidanze, allattamenti, senza essere stata sottoposta a forti rumori né nella vita comune, né lavorativa? Non ho assunto particolari farmaci in questi anni (tranne qualche antibiotico) né ho avuto malattie gravi. Mi è stata diagnosticato solo un ovaio policistico e quindi legati a questa patologia ci potrebbero essere piccoli scompensi ormonali (prolattina un po’ alta) che ho comunque sotto controllo. Secondo lei, a cosa potrebbero essere dovuti questi cali di udito? Mi devo aspettare una perdita progressiva e l’insorgenza di acufeni?

A leggerla, cosi sembrebbe un'otosclerosi bilaterale, bisognerebbe vedere gli esami audiometrici e soprattutto un esame impedenziometrico con riflessi stapediali. Sicuro che non sia un problema tubarico? In famiglia, ci sono casi di sordità?

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giuliano Sequino
Dr. Giuliano Sequino
Napoli - Viale San Francesco D'assisi 56 - Giugliano in Campania
Altre risposte di questo specialista
Musica: a che volume ascoltarla?
Buongiorno. Ascoltala pure al volume che ti dà più emozioni e ti consente di valutare al meglio la qualità degli artisti e degli strumenti da loro...
Corde vocali prolassate: come si curano?
Buongiorno. Non so perché il collega ti abbia sconsigliato l'intervento che a mio avviso è l'unica soluzione al problema una volta eliminati fumo e alcool...
Miringoplastica: che fare se dopo si avvertono pulsazioni nell'orecchio?
Buongiorno. A 5 giorni dall'intervento qualsiasi rumore nell'orecchio è normale. Per quanto riguarda l'orecchio a sventola (ad ansa) dovrebbe rientrare ma dipende molto da come...
Cefalee dopo asportazione neurinoma acustico: che cosa fare?
Buongiorno,collaboro con il maggior centro di otoneurochirurgia europeo e visito numerosi pazienti sottoposti a questo tipo di intervento. I dolori, anche a distanza di mesi,...
Ipoacusia bilaterale: cosa comporta?
Buongiorno, sicuramente un uso assiduo e corretto delle protesi acustiche rallenta il peggioramento uditivo. Ti consiglio comunque di sottoporti a
Vedi tutte
Risposte simili
Acufeni: che cosa sono e come vengono diagnosticati?
Gli acufeni sono rumori fastidiosi, a volte anche intensi, che si possono percepire localizzati in una o in entrambe le orecchie, oppure genericamente...
Setto nasale deviato: a che cosa è dovuto?
Il setto nasale deviato può essere congenito oppure può essere causato da un trauma. In entrambi i casi è una condizione piuttosto comune e...
Tappo di cerume nell'orecchio: cosa fare in caso di tappi di cerume?
Il cerume è una sostanza prodotta da ghiandole presenti nell'orecchio per proteggerlo dall'accumularsi di particelle estranee. La produzione di cerume è diversa a seconda degli...