Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Fusione Renale

Come comportarsi in caso di fusione renale in un bambino di 3 mesi?

Salve dottore, sono il padre di un bambino di 3 mesi, al quale, dopo una scintigrafia dmsa, è stata diagnosticata una fusione renale e precisamente: il polo inferiore del rene destro risulta in contiguità con il polo superiore del sinistro, quest'ultimo pressoché in posizione orizzontale, risulta anteriorizzato e medializzato. Buona la captazione parenchimale globale del tracciante del rene destro, sebbene con area di ridotta concentrazione al polo superiore compatibile con piccolo scar e disomogenea distribuzione nella metà inferiore. Il rene sinistro risulta di dimensioni ridotte e con captazione globale inferiore rispetto al rene destro. Ha fatto l'ecografia e la cistosonografia per escludere il reflusso ed è risultato quanto segue: rene destro: ecostruttura nella norma, sede normale, forma regolare, calicopielectasia 4 mm rene sinistro: dimensioni ridotte, fuso con il rene destro, scarsa differenziazione corticomidollare assenza di reflusso in entrambi i reni. Vescica: discretamente riempita, pareti regolari, residuo post minzionale non significativo. Con questo quadro vorrei sapere: 1) la presenza di scar nel rene destro cosa comporta sulla funzionalità? 2) come comportarsi con la calicopielectasia di 4 mm del destro? 3) il rene sinistro ha una maggiore possibilità di infiammazione rispetto al destro? Potrebbe trasferirla al sinistro? Converrebbe toglierlo visto che funziona poco? 4) quali sono i passi che dobbiamo fare? (esami, ecc). Il medico ci ha detto che dobbiamo fare un'ecografia fra un anno, ma non è troppo tardi? Scusi per questi tanti dubbi e la ringrazio.

La fusione renale o rene a ferro di cavallo è un difetto anatomico congenito del rene e delle vie urinarie, a predominanza maschile (M/F 2:1), che compare fra 1/400 e 1/666 nati. Decorre in maniera asintomatica in circa 1/3 dei casi ed il più delle volte è scoperto accidentalmente nel corso di un esame radiologico (ecografia o TAC dell’addome).

Talvolta, può invece realizzarsi una calcolosi renale, un’ostruzione del giunto pieloureterale, un’idronefrosi, un reflusso vescico-ureterale e la pielonefrite. Per tali motivi, nei pazienti noti per rene a ferro di cavallo, è consigliata un'opportuna e periodica sorveglianza clinica, radiologica e laboratoristica mirata alla prevenzione delle suddette complicanze.

Cordiali saluti

Risposta a cura di:
Prof. Francesco Maria Paone
Dr. Prof. Francesco Maria Paone
(0)
Roma - Via di Porta Castello 13
Hai trovato questa risposta utile?
Altre risposte di questo specialista
Insonnia a 2 mesi: come risolverla?
Gentile signora, se la tua bambina non dorme, è ovvio che ci comunica un disagio. Prima di concludere avventatamente che si possa...
Aneurisma cerebrale: ci sono esami che possono far capire se si è predisposti?
Se tuo marito intende approfondire la diagnosi, vista la familiarità, l'angiorisonanza cerebrale è l'esame più idoneo, con il quale non si è esposti a radiazioni e...
Intolleranza al lattosio: quali sono i fermenti indicati?
Gentile signora,la diagnosi di intolleranza al lattosio deve essere documentata da indagini. Il solo sospetto basato sulla familiarità da parte della mamma non è...
Bambina di 9 mesi che non mangia più le pappe: cosa fare?
Gentile signora, i motivi per i quali una bambina di 9 mesi smetta di mangiare le pappe sono molti e sarebbe sconsigliabile...
Febbre frequente: cosa fare?
Gentile signora, se un bambino si ammala spesso, la cosa da fare è quella di andare a verificare le sue reali capacità di difesa immunitaria....
Vedi tutte

Risposte simili

Cisti parapieliche: quali disturbi causano?
Le cisti parapieliche causano una serie di disturbi tra cui ematuria, infezioni del rene ed ipertensione.
Creatinina alta: quali sono le possibili conseguenze?
La creatinina è un parametro che dà importanti indicazioni sul lavoro del rene: più è basso il livello di creatinina, meglio...
Coliche renali e dilatazione ureterale destra: cosa significa?
Se soffri di coliche renali, significa che tendi a formare calcoli e questi, migrando, possono causarti sia le coliche, sia la...