Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Intervento Chirurgico Di Prolasso Vescicale

Quale post operatorio implica un intervento chirurgico per prolasso vescicale?

Dopo aver eseguito intervento chirurgico di prolasso vescicale, la vescica non risponde, non ci sono stimoli ed ho problemi d'incontinenza che non c'erano prima dell'intervento stesso. È normale?

Gentile utente,
dopo un intervento per prolasso vescicale e a seconda dell'intervento che ti è stato eseguito (chirurgia open, transvaginale o altro), la vescica può avere un periodo di difficoltà a riprendere la sua funzionalità e un'incontinenza da sforzo può manifestarsi dopo che l'organo è stato rimesso nella sua posizione naturale.

Se la minzione non riprende e non è presente nemmeno lo stimolo a vescica piena, allora sarà necessario indagare il motivo di tale problema con un esame urodinamico completo. Questo da effettuarsi a distanza di qualche settimana dall'intervento. Tale esame metterà in evidenza pure l'incontinenza e il suo grado di gravità per la quale ci possono essere solo terapie chirurgiche. Quest'ultime da effettuarsi solamente se la vescica riprende la sua funzionalità. 

Cordiali saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Andrea Bottai
Dr. Andrea Bottai
Lodi - Largo Donatori del Sangue
Risposte simili
Infezione delle vie urinarie nel neonato: come si manifesta?
Ti descriverò alcuni sintomi, che però variano a seconda dell’età, ma diciamo che nel neonato si possono riscontrare: febbre oltre 38 gradi e mezzoarresto della...
Esame citologico delle urine: cos'è?
L'esame citologico delle urine è un test diagnostico utilizzato per studiare le cellule che rivestono la parete della vescica. Parte di queste cellule...
Prolasso della vescica: quali sono le cause?
Le cause del prolasso della vescica di tua madre possono dipendere da un fattore genetico, dal numero delle gravidanze e dei parti,...
Altre risposte di questo specialista
Adenocarcinoma prostatico: come procedere?
Gentile utente, la diagnosi istologica di un frammento GS 3+3 permette di intraprendere una sorveglianza attiva. Per l'HIFU non c'è ancora una chiara indicazione e...
Stafilococco aureo: come si cura?
Gentile utente, lo stafilococco sul tampone uretrale potrebbe essere anche una contaminazione esterna e non essere il batterio che ti dà i tuoi...
Analisi del sangue: come si leggono?
Gentile utente,se non hai sintomi urinari irritativi, urgenza minzionale, dolore perineale, non penso che tali modeste variazioni dei risultati ematici siano da imputare ad una...
Valore emazie alto nelle urine: cosa potrebbe indicare?
Gentile utente, non mi allarmerei più di tanto data l'elevata possibilità che la microematuria sia di natura idiopatica o legata a scarsa idratazione. Non...
Uretrite: dopo quanto guarisce?
Gentile utente, un mese e mezzo non sono 3-4 giorni. Dipende molto dai sintomi residui che sono rimasti. Se sono bruciori importanti che impediscono una...
Vedi tutte